Fratelli D’Italia-AN Montepaone si chiama fuori dalla guerra politica ed invoca un dialogo costruttivo che riporti il cittadino al primo posto.

                   La partecipazione alla vita politica e sociale all’interno di una comunità civile è presupposto di ampio consenso democratico e di vivo interesse civico. Nel nostro contesto territoriale lo spirito di appartenenza ad una comunità viene spesso e volentieri vessato da continue manifestazioni distruttive, le quali, pur rimanendo nel legittimo alveo dei “diritti” rischiano di tramutarsi in autoritari abusi che erodono fortemente lo status sociale del nostro paese e destabilizzano il dibattito politico, trasformandolo in una guerra senza frontiere, priva di punti di vista lungimiranti, priva di progettualità e soprattutto senza alcun valore per il cittadino. Il dibattito politico deve essere dialogo formativo, costruttivo, pronto a migliorare e propenso a contribuire alla causa comune che è esclusivamente il servizio al cittadino.
Fratelli d’Italia, sin ora, non si è mai espressa “nell’arena politica” che è diventata Montepaone, in cui la distruzione ha più voce della costruzione, in cui si preferiscono vetrine giornalistiche al dibattitto, in cui non si vede alcuna collaborazione tra maggioranze e minoranze, che si inseguono e perseguono, in una lotta estenuante di titoli e conferenze.
La nostra realtà politica è differente, ci chiamiamo fuori dalla battaglia del gatto ed il topo, cercando di rinvenire invece soluzioni “vere” e “valide” per il cittadino Montepaonese. Siamo una forza politica giovane, rappresentativa sul territorio e ben articolata, mettiamo a disposizione della politica locale dei “tecnici” e nessun politicante di nuova o vecchia fattura. Crediamo che la soluzione migliore sia quella rispondente ai bisogni del cittadino e che dunque, risulti evidente e necessario un cammino costruttivo con l’attuale maggioranza consiliare, percorso che ci garantisca di rinvenire obiettivi comuni e tendere un sostegno politico, sociale e umano più che mai incisivo. Per cambiare le sorti del nostro paese nulla ha più valore di una seria collaborazione finalizzata a risolvere le criticità evidenti che assillano Montepaone, senza bendarsi gli occhi di fronte alle responsabilità e senza instaurare una politica aggressiva ed intollerante finalizzata alla più becera campagna elettorale o ancor peggio ad un misero orgoglio di guardare il proprio avversario in difficoltà.
Bisogna comprendere che la politica sana e trasparente è costituita, primariamente, da obiettivi che attengono alle necessità del cittadino, da programmi condivisi, da “fatti” e poche “parole” ma soprattutto dal senno di colui che è chiamato ad amministrare, che sia in maggioranza o in minoranza, di essere chiamato a rappresentare il prossimo e non se stesso.
A breve Fratelli d’Italia presenterà alla cittadinanza Montepaonese i propri programmi politici per il prossimo biennio i quali, verranno certamente condivisi con l’attuale amministrazione e con tutte le forze politiche cittadine che vogliano in qualche modo contribuire ad un cammino di crescita “costruttivo”.
Non esiste futuro senza un duro lavoro, ma non esiste lavoro senza un’adeguata programmazione e nulla di ciò è possibile in assenza di preparazione, desiderio e volontà.

Avv. Giuseppe Grande

Commissario Cittadino Fratelli d’Italia – AN Montepaone/Montauro

Sfruttava cittadino straniero,denunciato

 CUTRO  – Era stato costretto a lavorare da giorni in un’azienda agricola di Cutro in condizioni d’impiego e di alloggio particolarmente degradanti. Un ragazzo pakistano è stato soccorso dai finanzieri del Comando provinciale di Crotone che hanno denunciato un uomo di 55 anni per intermediazione illecita e caporalato.
Il ragazzo si è rivolto alla Guardia di finanza di Crotone con una telefonata di aiuto in inglese ed è stato rintracciato ancora in preda al terrore in una zona campestre nel territorio della cittadina del crotonese tra la vegetazione e un corso d’acqua.
L’intervento dei finanzieri, coordinati dalla Procura della Repubblica di Crotone nell’ambito di un’operazione denominata “Radici, ha portato alla scoperta delle condizioni di lavoro e di vita del cittadino straniero individuando le responsabilità del cinquantacinquenne di Cutro con precedenti per maltrattamento di stranieri.(ANSA)

VOLLEY SOVERATO: LUCREZIA FORMENTI E L’UNDICESIMA ATLETA

Nuovo arrivo in casa Volley Soverato con la società calabrese che comunica l’ingaggio della schiacciatrice Lucrezia Formenti, ex Entu Olbia. Originaria di Bergamo, classe 1996, alta 175 cm, la nuova atleta biancorossa ha concluso la trattativa con il club ionico nella giornata di ieri. Si tratta di una giocatrice che a 14 è stata alla Foppapedretti Bergamo nel 2010/11, dove ha giocato in Under 16 -1° divisione con ruolo di attaccante. Nella stagione 2011/12 inizia la carriera di libero; 2012/13 Under 18 e serie C e B1. Nel 2013/14 ancora Under 18 arrivando quarte alle nazionali e serie B1. Nella stagione 2014/15 si trasferisce nel Lemen Volley Almenno in B2. Nella successiva gioca al Riviera Volley Rimini in B1, ma la società ritira la categoria e quindi nello stesso anno da gennaio si sposta al Don Colleoni Trescore Balneario in B1, disputando anche i play off per l’A2. Si tratta di un vero e proprio jolly sulla quale la società pone grande fiducia. Dunque, all’appello manca soltanto un’altra pedina per completare l’organico 2017/2018 del Volley Soverato con i tifosi che sono sempre più curiosi e in fermento per conoscere le nuove beniamine.

Stasera (22 AGOSTO 2017) al Castello del Savuto di Cleto “L’uomo, la bestia e la virtù”, di Pirandello.

Stasera, a Cleto, al Castello di Savuto, andrà in scena (inizio ore 21,00),”L’uomo, la bestia e la virtù”, di Pirandello. La rappresentazione è a cura della compagnia teatrale “Lalineasottile”, fondata da Massimo Costabile e Antonella Carbone per dare continuità al progetto artistico che hanno condiviso per 30 anni all’interno del Centro R.A.T.- Teatro dell’Acquario di Cosenza , uno come socio fondatore, condirettore artistico e regista, l’altra come attrice protagonista di molti spettacoli. . L’ adattamento e la regia sono di Massimo Costabile, gli interpreti sono Mario Massaro, Antonella Carbone (che cura anche i costumi), Carmelo Giordano, Antonio Arena; le scene sono curate da Gino Veneruso, le gestione tecnica è di Matteo Costabile. Lo spettacolo rientra nel progetto finanziato dalla Regione Calabria e curato da “Diteca” Nord (Distribuzione teatro Nord Calabria) che ha l’obiettivo di realizzare un circuito teatrale nell’area nord della Calabria che coincide con la provincia di Cosenza. Oltre a realizzare l’obiettivo base, le priorità di “Diteca” sono quelle di far incontrare compagnie professionali calabresi con le comunità dove non sempre è presente una programmazione teatrale, creare un indotto economico attraverso la distribuzione delle risorse alle compagnie locali – in modo da favorire una continuità produttiva e artistica – e alle comunità che potranno ridurre i costi delle loro programmazioni. Il progetto è stato pensato come strumento integrativo della politica culturale sui territori. L’azione di “Diteca” si caratterizza per la varietà dei linguaggi, il sostegno a nuovi organismi, la riscoperta delle tradizioni e vocazioni dei territori, la presenza di sensibilità all’interno del mondo della scuola e del disagio sociale. La direzione artistica di “Diteca” è curata da Dante de Rose e Marco Silani.

Morto ex agente ps “Faccia da mostro”

MONTAURO – E’ morto stamani stroncato probabilmente da un malore Giovanni Aiello, l’ex poliziotto della Mobile di Palermo con passato nei servizi, conosciuto come “faccia da mostro”.    L’uomo, che da anni viveva a Montauro, sulla costa ionica catanzarese, è deceduto tra i bagnanti mentre cercava di portare a riva la propria barca. Dopo avere tirato su l’imbarcazione assieme ad altri bagnanti che lo hanno aiutato Aiello si è accasciato esanime. Aiello, che aveva 71 anni, è stato soccorso immediatamente dalle persone che si trovavano nella spiaggia. E’ stato anche utilizzato un defibrillatore, recuperato in una struttura balneare vicina, ma non c’è stato nulla da fare. La mostre potrebbe essere stata causata da un infarto. Nei giorni scorsi il suo nome era tornato alla ribalta per i presunti rapporti con Bruno Contrada, nell’ambito di una inchiesta della Procura di Reggio Calabria che indaga su un patto stretto tra ‘ndrangheta e Cosa nostra, negli anni delle stragi, per destabilizzare lo Stato.(ANSA)

Catanzaro – Casertana alle 20,30. Domani la presentazione della squadra

Catanzaro – Casertana, prima gara del campionato di Serie C fissata per sabato 26 agosto, si giocherà, come previsto dalla Lega, alle 20,30. Grazie alla sinergia tra Società e Comune, è stato scongiurato il pericolo del mancato funzionamento dei riflettori dello stadio “Ceravolo” e così il nuovo corso delle “Aquile” prenderà il via in notturna.
Intanto sono diventati già virali i video-inviti dei cabarettisti catanzaresi, Enzo Colacino e Piero Procopio, per la presentazione della nuova squadra del Catanzaro Calcio che si terrà domani, 22 agosto, alle ore 19,30, nell’area antistante lo Shopping Center del Parco Commerciale “Le Fontane” (Viale Emilia, Catanzaro). Sarà un momento di festa per conoscere da vicino i giocatori che compongono la rosa 2017/2018.
Colacino e Procopio allieteranno il pubblico con le loro divertenti esibizioni mentre toccherà alla “Vasco Rock Show – Tribute band” suonare i pezzi più belli del cantautore emiliano, tra cui “Come nelle favole”, scelto quale “colonna sonora” della Campagna abbonamenti dei giallorossi.
A presentare la serata Simona Palaia e Luigi Grandinetti, conduttori di alcune note trasmissioni tv.
«Nonostante i tanti problemi che stiamo affrontando in questi giorni e l’imminente inizio del torneo – ha sottolineato il presidente Floriano Noto – ci sembrava giusto regalare ai tifosi questo semplice momento di festa. Ringrazio sin d’ora tutti gli artisti che si esibiranno e tutta la tifoseria che vorrà essere presente per far sentire, sin d’ora, il proprio calore ai tanti volti nuovi che compongono la squadra».

Si è svolta a Squillace “Keraflower’s”, sfilata di gioielli con inserti in ceramica

Sera del 16 Agosto piazza Duomo a Squillace Antica ha fatto da cornice all’elegante sfilata di gioielli con inserti in ceramica intitolata “Keraflowers” a firma del maestro ceramista Tina Gallo dell’atelier Decò art. Giunta ormai alla settima edizione l’idea dell’artista è quella di proporre i suoi lavori indossati da splendide ragazze del posto, per valorizzare non solo il suo operato ma anche la tradizionale ceramica squillacese corredata dal marchio Doc al pari di quella di Deruta e Faenza. L’atelier della ceramica Decò art nasce nel 2000 l’artista squillacese Tina Gallo ha come obiettivo attraverso gli studi compiuti presso l’istituto d’arte di Squillace di portare avanti la tradizione del maestro ceramista. Alla tecnica tradizionale però la Gallo affianca l’innovazione, infatti nella produzione delle opere tradizionali essa introduce un tocco di novità, creando una linea di gioielli, arricchiti da elementi in ceramica lavorati sia con la tecnica del graffito che con quella dell’argilla bianca e decorata. Inoltre Tina Gallo porta la sua produzione nelle varie fiere e manifestazioni di interesse nazionale e internazionale, ricordiamo a tal proposito la partecipazione della stessa ad Expo, bit e a varie fiere tra Roma, Milano,Genova e a sfilate locali. Le modelle sono state acconciate da due hair stile Anna Giglio e lo squillacese Walter Aceto grandi professionisti, provenienti dall’ Associazione acconciatori accademia di Catanzaro, che nel 2016 hanno ricevuto l’ Oscar per la Calabria nelle acconciature e nel 2014 si sono fregiati del titolo di vicecampioni del mondo. La sfilata è stata intervallata dall’esibizione di Carmen Sinopoli una delle voci calabresi più belle e conosciute e dei tangheri della Scuola Calabria Tango del maestro Ciccio Aiello che hanno chiuso la serata con una suggestiva e sensuale milonga. Incisivo e prezioso per la buona riuscita della manifestazione è stato il contributo del regista Rai Paolo Severini. Keraflowers ha riscosso molto successo tra i tanti presenti, e l’artista Tina Gallo è stata accolta dal pubblico con un applauso fragoroso.

SQUILLACE, CONCLUSO CON SUCCESSO IL “TARANTA E DINTORNI”

Si è concluso con un bilancio certamente positivo l’evento “Taranta e Dintorni”, tre serate 12, 13 e 14 Agosto all’insegna della musica e del divertimento. Piazza Castello luogo in cui si è svolta la manifestazione ha registrato un boom di presenze decretando così il successo di queste tre serate. Gli organizzatori facenti parte dell’associazione Aggregazioni, hanno manifestato la loro soddisfazione per la buona riuscita di questa ottava edizione, in particolare il Presidente Damiano Maida e l’assessore Giusy Ciciarello felici di questo buon esito hanno voluto ribadire il loro impegno anche per gli anni a venire, riconoscendo che Taranta e dintorni è ormai una manifestazione conosciuta e consolidata. I gruppi che si sono esibiti nel corso delle tre serate: Almafolck, Kalavria, Skapizza, Sabatum Quartet , Etnosound e Korabattenti, Amakorà, Parafonè e Marvanza hanno infiammato gli animi dei tanti presenti che si sono cimentati in un’allegra tarantella di gruppo, ballando fino a tarda notte. Ma Taranta e Dintorni ha avuto come obiettivo anche quello di promuovere cultura ed arte, a tal proposito sono stati ideati dei veri e propri percorsi lungo le vie della suggestiva cittadina, con l’esposizione di mostre d’arte, visite guidate nei diversi siti storici: Castello Normanno, Museo Civico del Medioevo, Cattedrale di Squillace, Chiesetta Gotica di Santa Maria della Pietà, corsi teorico-pratici di tarantella gratuiti, valorizzazione dell’ arte della ceramica Squillacese. Inoltre gli stand enogastronomici presenti hanno consentito di creare quel legame sinergico tra enogastronomia e promozione turistica. Un evento quindi quello di “Taranta e dintorni” tra arte musica e mestieri che certamente rimarrà nel cuore dei molti che vi hanno preso parte.

Stefania Abbruzzo

Summer Arena, domani sera è il turno di Alessandro Mannarino e del suo “Apriti cielo” tour

Prosegue a ritmo sostenuto la programmazione della Esse Emme Musica di Maurizio Senese alla Summer Arena di Soverato.

Dopo i successi incassati con il LYD EDM Festival e il concerto di Benji e Fede che hanno richiamato nella cittadina ionica fan e appassionati da tutta la regione e non solo, la Summer Arena continua a confermarsi centrale per gli appuntamenti live dell’estate, unica per tutta la regione, e sta dimostrando, qualora ci fossero ancora dubbi, come una realtà quale la Esse Emme Musica riesca a fare cultura in maniera imprenditoriale, imponendosi come industria per lo sviluppo del turismo regionale, capace di attrarre, in questo caso a Soverato, spettatori provenienti da tutta Italia e anche dall’estero.

Domani sera, per gli appuntamenti in cartellone alla Summer Arena, è il turno di Alessandro Mannarino. Attualmente in giro per l’Italia con la “leg” estiva dell’Apriti cielo tour, Mannarino è protagonista di un nuovo show rinnovato negli arrangiamenti, nella scaletta e nella scenografia. Sul palco Mannarino canta, oltre ai “grandi classici” che lo hanno consacrato oggi come uno dei più amati e apprezzati cantautori italiani, anche le canzoni dell’ultimo album “Apriti Cielo. Durante la leg estiva la band che accompagna Mannarino in questo meraviglioso viaggio sarà ancor di più al centro della scena: una carovana di 11 musicisti e polistrumentisti di livello che si accompagneranno con oltre 30 strumenti provenienti da tutto il mondo. Sul palco l’elemento trainante sono percussioni e batteria. Le prime suonate dal brasiliano Mauro Refosco, conosciuto per essere il percussionista dei Red Hot Chili Peppers e della band Forrò in the dark, per aver suonato con David Byrne e Brian Eno e per essere parte del super gruppo Atoms for Peace. Alla batteria uno dei più apprezzati musicisti italiani, Puccio Panettieri, che vanta collaborazioni con i più importanti artisti italiani. Alle chitarre ci sarà Alessandro Chimienti che accompagna Mannarino dal 2009 e che in questa occasione suona anche guitalele, banjio, chitarra portoghese e ronroco. Alle chitarre Giovanni Risitano e alla chitarra classica, cavaquinho e sitar Paolo Ceccarelli. Al basso e contrabbasso un altro elemento storico della band, Niccolò Pagani. Alle tastiere e alla fisarmonica Mauro Menegazzi. Ai fiati Renato Vecchio e Antonino Vitali che suoneranno sax, tromba, flauto traverso e flicorno, ma anche flauti indiani, shalumeau e duduk armeno. Al violino Lavinia Mancusi che insieme a Simona Sciacca, con Mannarino dagli esordi, sono i cori del live.

Ringraziando gli sponsor regionali e nazionali, oltre che l’Amministrazione comunale di Soverato con il sindaco Ernesto Alecci per il supporto costante, Maurizio Senese ha pure ribadito altre due importanti collaborazioni che contribuiscono a valorizzare il progetto Summer Arena: il maestro orafo Michele Affidato, che anche a Mannarino consegnerà una sua opera, e l’Avis, presente con uno stand informativo sulle attuali campagne di sensibilizzazione.

La redazione di S1TV , così come l'amministratore ed i moderatori del sito, non sono altresì responsabili per il contenuto dei messaggi inseriti dagli utenti all'interno dei commenti. Grazie e buona navigazione