Dialoghi sulla democrazia, domani 27 maggio Luciano Violante incontra gli studenti presso l’UNICAL

Listener (1)Partono domani, venerdì 27 maggio, all’Università della Calabria i ‘Dialoghi sulla democrazia’. Alle 9.00 presso l’Aula Umberto Caldora, il Presidente Emerito della Camera dei deputati Luciano Violante incontrerà gli studenti del Dipartimento di Lingue e Scienze dell’Educazione. All’iniziativa offrirà il suo contributo anche il giornalista Filippo Veltri. E alle 14.45, presso l’Aula Solano, interverrà Francesco Mandoi, Procuratore Nazionale Aggiunto della Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, sul tema: “La legislazione dell’emergenza. Il diritto penale del nemico”. Alla giornata di studio e discussione, porteranno il loro saluto: Gino Crisci, Rettore dell’Unical, e Franco Altimari, Direttore del Dipartimento di Lingue e Scienze dell’Educazione.

Il progetto didattico-scientifico di Pedagogia della R-Esistenza – che ha toccato lo scorso 23 maggio il suo 5° anno di attività con il seminario Comunicare il Sud, organizzato insieme al Movimento dei Giornalisti d’Azione – lancia un nuovo percorso sperimentale denominato: Agorà, democrazia bene comune.

“Il tentativo – spiega Giancarlo Costabile, responsabile del Laboratorio di Pedagogia della R-Esistenza e docente di storia dell’educazione alla democrazia – è quello di costruire un percorso permanente di confronto tra Università e territorio sul problema della democrazia, e dei suoi modelli. Non è più pensabile, continua Costabile, affrontare il problema mafioso in Calabria e nel Mezzogiorno senza riflettere organicamente sulla condizione della democrazia nel Paese e a Sud di Roma. La Calabria non è una terra libera per via della vocazione padronale delle sue relazioni sociali, che hanno legittimato una pedagogia servile dell’inginocchiatoio non più tollerabile.

Il compito dell’Università, conclude Costabile, è di mettere radicalmente in discussione questo quadro ideologico per rendere effettiva, nei diritti e nei doveri, la nostra Carta Costituzionale anche nel Meridione”.