Trasversale delle Serre, il Comitato detta l’agenda nell’attesa del 21 giugno

svincolochiusoPrima l’apertura della strada e, poi, la festa. Il Comitato “Trasversale delle Serre – 50 anni di sviluppo negato” detta l’agenda dei prossimi appuntamenti. Da Gagliato arrivano segnali positivi circa l’imminente inaugurazione del famigerato svincolo Est della Jonio-Tirreno. Si attende la data del 21 giugno come primo traguardo della mobilitazione popolare che ha riportato al centro della scena la vicenda della perenne incompiuta superstrada. I lavori procedono anche in queste ore, con la posa della segnaletica e la messa in sicurezza del breve tracciato viario che collega Gagliato ad Argusto. Un paio di chilometri d’asfalto, pronti da tre anni ma mai aperti al transito dei veicoli. I cittadini, indignati, hanno sollevato più volte il caso, richiamando anche l’attenzione dei media nazionali. Mesi di dure proteste che hanno portato l’Anas a riprendere in mano la situazione, sbloccando un cantiere che sembrava precipitato nel più buio dimenticatoio. Adesso, la situazione è radicalmente cambiata. Si segnalano lavori a pieno regime non solo a Gagliato ma anche a Chiaravalle e all’altezza del bivio di Monte Cucco. Fatti che testimoniano una decisa accelerazione dell’iter progettuale, sotto la spinta della protesta popolare. La Trasversale delle Serre rappresenta, del resto, uno snodo strategico di sviluppo per una vasta porzione di territorio che abbraccia ben due province: quella di Catanzaro e quella di Vibo Valentia. Soprattutto per le aree interne, la Jonio-Tirreno porterebbe numerosi vantaggi. Non ultimo, la possibilità di un collegamento diretto con l’autostrada Salerno-Reggio Calabria. Procedendo, comunque, un passo alla volta, il 21 giugno si dovrebbe, finalmente, circolare da e per Gagliato-Chiaravalle senza essere costretti ad attraversare i centri abitati. Un evento “storico” che sarà celebrato con una festa di popolo in programma, orientativamente, per il week-end successivo (24-25 giugno).