Trasversale delle Serre, il 21 giugno una giornata di mobilitazione 

logo“Avete detto 30, facciamo… 21”. Questo lo slogan della giornata di mobilitazione, partecipazione democratica e impegno civile indetta dal Comitato “Trasversale delle Serre – 50 anni di sviluppo negato”. L’iniziativa, in programma martedì 21 giugno, culminerà con una assemblea pubblica presso la sala convegni di Palazzo Staglianò, a Chiaravalle Centrale. Appuntamento alle ore 18.30, con un nutrito programma di punti all’ordine del giorno. Si discuterà, innanzitutto, della deadline fissata dall’Anas per il prossimo 30 giugno, giorno in cui (si spera) verrà finalmente aperto al traffico il pezzo di superstrada compreso tra gli svincoli di Gagliato e Argusto. Una data limite che viene considerata dal Comitato come assolutamente “improrogabile”. Nelle previsioni dei cittadini, infatti, per tutta una serie di ragioni, doveva essere il 21 giugno e non il 30 la giornata inaugurale della Trasversale. Questo ulteriore rinvio ha lasciato un’aura di delusione, ma anche la ferma consapevolezza che non saranno più accettati ulteriori ritardi. L’incontro di Chiaravalle servirà, inoltre, per ufficializzare l’adesione dell’amministrazione comunale locale, appena insediata, alla mobilitazione spontanea di protesta che ha riportato la Trasversale delle Serre, perenne incompiuta, sotto la luce dei riflettori regionali e nazionali. Il sindaco neo eletto Mimmo Donato ha già espresso pubblicamente il proprio plauso nei confronti del Comitato per la positiva azione di stimolo condotta in questi mesi al fine di sbloccare i lavori della Jonio-Tirreno, da sempre oggetto di complesse vicissitudini oltre che di promesse tutte puntualmente disattese. Non ultimo, l’assemblea di Palazzo Staglianò darà voce anche agli operai della Trasversale, soprattutto a quelle maestranze che hanno lavorato sui primi cantieri e che, ancora oggi, rivendicano il pagamento di ingenti somme arretrate da parte delle ditte presso cui hanno prestato la loro opera.