COSENZA, INSEDIATO IL NUOVO PROCURATORE SPAGNUOLO

spagnuolo_mario_procuratore CS“La dote principale di un magistrato è la prevedibilità. La gente deve sapere che di fronte una domanda di giustizia ci sarà una risposta. Quindi continuerò il mio lavoro e applicheremo la legge”. Lo ha detto il nuovo Procuratore della Repubblica di Cosenza, Mario Spagnuolo, nel corso della cerimonia d’insediamento svoltasi davanti al Tribunale.
“Cosenza – ha continuato Spagnuolo – non è un’isola felice e l’impegno sarà quello di dare una risposta di giustizia al gruppo sociale. Ai miei collaboratori e alla città non chiedo niente. Sono io a mettermi al loro servizio perché sono un funzionario dello Stato e come tale ho l’obbligo di servire il gruppo sociale”.
All’insediamento di Spagnuolo, insieme a magistrati, avvocati e rappresentanti delle istituzioni e delle forze dell’ordine, c’era anche il Procuratore della Repubblica di Catanzaro, Nicola Gratteri. Presenza significativa perché proprio Gratteri é stato prescelto per la Procura di Catanzaro prevalendo sullo stesso Spagnuolo. (ANSA)