KITESURF MONDIALE A GIZZERIA:  VINCE LA TAPPA ITALIANA IL FRANCESE AXEL MAZELLA. PRIMO DEGLI ITALIANI, IL MOLISANO RICCARDO LECCESE, QUARTO.

 

KitesurfTutto internazionale il podio della prima tappa, quella italiana, del circuito mondiale di Kitesurf, specialità “hydro foil”, che si è conclusa oggi a Gizzeria (Catanzaro, Calabria, Italy). A vincere è stato il francese Axel Mazella, seguito da un altro francese, ma che gareggia per il Principato di Monaco, già campione del mondo proprio su questo stesso lo scorso anno, Maxime Nocher; terza posizione per l’inglese Oliver Bridge, anche lui, come i primi due, tra gli accreditati alla vittoria finale, dopo quella che sarà la quarta tappa in Quatar, di questo campionato iridato. Il primo dei tredici italiani che hanno preso parte alle gare in Calabria è stato Riccardo Andrea Leccese, quarto, nato in Colombia, ma molisano d’adozione e che ha gareggiato per i colori azzurri.

Oliver Bridge - Axel Mazella . Maxime Nocher
Oliver Bridge – Axel Mazella . Maxime Nocher

Un certo rammarico per il rider di casa nostra che nelle giornate di qualificazione, dal 13 luglio, aveva conquistato e mantenuto la prima posizione, accreditandosi per la vittoria di tappa. “Ho fatto – ha detto Leccese – quello che ho potuto. Forse, anzi, evidentemente ho commesso qualche errore di troppo e i miei fortissimi avversari, che non mi hanno mai mollato un momento, ne hanno saputo approfittare”.  Tra i primi dieci della classifica finale di prima tappa nessuna sorpresa particolare, con il plurititolato Florian Gruber, tedesco, e Floria Trittel, spagno-tedesco. Fuori dalla top ten uno dei più giovani rider in gara, il cesenate Mario Calbucci, 19 anni, al dodicesimo posto. E tra i 21 concorrenti della categoria “Gold Fleet”, cioè quella che ha determinato il vincitore di tappa, c’è un altro italiano, Andrea Beverino, di Roma. Oltre alla “Gold” si sono disputate anche gare nelle altre due categorie “minori”, la “Silver Fleet” e la “Bronze Fleet”.  Nella prima, successo per il russo Ivan Doronin; la prima presenza italiana si registra al sesto posto con Giulio Chiti, toscano. Nella “Bronze” , primo e secondo posto appannaggio della Gran Bretagna con Connor Bainbridge, primo, e Steph Bridge, seconda; terza piazza per il veneto Enrico Tonon. Listener Ora la carovana del mondiale si sposterà in Turchia, dov’è prevista, tra un mese circa, la seconda tappa del circuito iridato che toccherà, poi, la Corea del Sud, in ottobre, e il Qatar, in novembre.