La Trasversale delle Serre come reale occasione di sviluppo, giovedì stand e degustazioni in piazza a Torre di Ruggiero 

galTrasformare la Trasversale delle Serre in una reale occasione di sviluppo per il territorio. Con questo obiettivo il Comitato “Trasversale delle Serre – 50 anni di sviluppo negato” ha promosso per giovedì prossimo a Torre di Ruggiero una manifestazione pubblica in programma alle ore 19 in Piazza del Popolo. Stand, degustazioni, prodotti tipici, aziende del settore agroalimentare, identità economiche e culturali del territorio saranno gli assoluti protagonisti dell’evento. I contenuti dell’iniziativa sono stati illustrati stamani, nel corso di una conferenza stampa che si è svolta presso gli uffici del Gal di Chiaravalle Centrale, in località “Foresta”. Al tavolo dei relatori, una rappresentanza del sodalizio impegnato nella mobilitazione che ha come scopo prioritario lo sblocco dei cantieri della superstrada Jonio-Tirreno: Francesco Pungitore (presidente), Silvia Vono (vicepresidente), Marisa Gigliotti e Ulderico Nisticò. “Quando abbiamo iniziato la nostra azione di protesta avevamo un fine ben preciso – ha spiegato il presidente del Comitato,  Francesco Pungitore – risvegliare l’attenzione e l’impegno dell’opinione pubblica, della politica palesemente dormiente e dell’Anas, altrettanto colpevolmente sonnolenta, su questa vergognosa incompiuta su cui da anni era ripiombato il silenzio più assoluto e il disinteresse generale. Se qualcuno si è sentito direttamente o indirettamente spodestato dal suo ruolo di dominus di questo territorio, è un problema suo e non nostro. Certamente, noi non potevamo stare più zitti e rassegnati mentre l’emarginazione definitiva colpiva il nostro entroterra, senza muovere un dito. Oggi abbiamo sotto gli occhi risultati concreti come: l’apertura dello svincolo di Gagliato; l’accelerazione dei lavori sul viadotto Sant’Antonio; l’Anas messa evidentemente alle strette, ogni giorno, sull’intera vicenda della Trasversale, inclusa la questione degli ex operai che ancora attendono di essere pagati. Noi oggi siamo qui per parlare della nostra Trasversale, della Trasversale dei cittadini, cioè delle esigenze reali di questo territorio. Un territorio che muore sotto i nostri occhi. Noi vogliamo parlarne con la voce della gente che ancora produce e investe qui, nonostante tutto e tutti, con la voce di chi ci vive e ci lavora e magari vuole pure assicurare un futuro ai propri figli. Presentiamo, quindi, i contenuti di una manifestazione pubblica che si svolgerà, in tal senso, giovedì prossimo 28 luglio nel centro storico di Torre di Ruggiero. Parleremo della Trasversale come occasione di sviluppo reale, attraverso la voce dei cittadini, delle associazioni, delle imprese. Perché come abbiamo sempre detto, il problema non è solo completare l’opera ma chiederci anche quali contenuti far viaggiare su questa strada. Ci dobbiamo chiedere cosa fare per attirare visitatori e turisti, quelli veri, nei nostri paesi, come combattere lo spopolamento, come valorizzare le potenzialità di un territorio attraversato da una infrastruttura di questo tipo. Questo è il livello del confronto che vogliamo e su cui manteniamo ferma la nostra attenzione”. Marisa Gigliotti e Silvia Vono hanno illustrato i dettagli della manifestazione, realizzata in collaborazione con l’amministrazione comunale di Torre di Ruggiero, ed hanno colto l’occasione per invitare tutte le aziende del settore agroalimentare che ancora non hanno aderito a partecipare con i loro prodotti. Ulderico Nisticò e il presidente del Gal, Renato Puntieri, si sono, infine, confrontati sulle prospettive reali di sviluppo del territorio, focalizzando l’attenzione sui limiti della macchina burocratica regionale: vero ostacolo insormontabile di ogni seria iniziativa finalizzata a promuovere il rilancio dell’economia locale.