Trasversale delle Serre, sulla conferenza stampa del presidente Oliverio il resoconto del Comitato

oliverioIl Comitato “Trasversale delle Serre – 50 anni di sviluppo negato” era presente, oggi, alla conferenza stampa convocata dal presidente della giunta regionale calabrese, Mario Oliverio, dedicata alla inaugurazione di un nuovo tratto di Trasversale e agli impegni futuri per il completamento della stessa.  Riteniamo di poter individuare almeno tre motivi principali di soddisfazione, nella giornata odierna.
1) Innanzitutto, è particolarmente importante l’apertura del collegamento Chiaravalle-Cardinale, che va a completare gran parte del tracciato ricadente in provincia di Catanzaro.
2) Sentire dalla viva voce del presidente Oliverio che la “Trasversale è la prima delle priorità” nell’ambito delle infrastrutture calabresi incompiute è, per noi, altrettanto significativo e rilevante. Ci sono i soldi e, adesso, sembra esserci la chiara volontà politica di andare avanti. Ne prendiamo atto.
3) Il Comitato ha ricevuto, nella sede della Cittadella regionale, un riconoscimento ufficiale del ruolo svolto: mai in contrapposizione ad altri, come evidenziato dallo stesso presidente, ma sempre impegnato in termini positivi, propositivi e costruttivi per arrivare al risultato che oggi è sotto gli occhi di tutti. Risultato che è sicuramente frutto di una sinergia positiva che ha visto orientati su un unico obiettivo più soggetti: Anas, politica, istituzioni, operai, imprese e, non ultimi, per l’appunto, i cittadini che, del tutto fuori dalle beghe politiche locali, hanno dato vita al Comitato al solo scopo stimolare una decisa accelerazione dei lavori dopo anni di stallo, ritardi e rallentamenti.
In conferenza stampa, peraltro, è stata fornita anche una possibile data di inaugurazione dell’ulteriore lotto di Monte Cucco, in fase realizzativa avanzatissima, che dovrebbe diventare operativo tra ottobre e dicembre dell’anno in corso. Più complesso l’iter relativo alla bretella di Petrizzi su cui c’è, comunque, in corso un intervento Anas per riappaltare i lavori. Infine, ci sono le risorse per il superamento dello Scornari, in provincia di Vibo, e per i tratti mancanti Vazzano-Vallelonga e Gagliato-Satriano.
Il Comitato proseguirà nella propria azione quotidiana di vigilanza e controllo, sollecitando costantemente chi di competenza al rispetto degli impegni presi nei confronti delle popolazioni del nostro territorio.