GIRIFALCO: Grande attesa per la “Notte dei Briganti contro tutte le mafie”

GIRIFALCO – Grande evento si attende e grande evento sarà. Tutto pronto a Girifalco, dove fervono i preparativi per il ritorno della ‘Notte dei Briganti contro tutte le mafie”. Stasera e domani, infatti, presenze di spicco del panorama calabrese e non, faranno da anteprima alle serate musicali. Con tutto il corollario di briganti e brigantesse10407709_1578547982361051_1736570203348043615_n che in costume d’epoca trasformeranno Girifalco per due giorni in una sorta di set cinematografico. L’associazione ‘Radicando’ del presidente, l’avvocato Fulvio Vincenzo Attisani, sta lavorando incessantemente affinchè sia tutto davvero speciale. Ricchissimo il programma della due giorni, che partirà stasera alle ore 19. Quando arriveranno a Girifalco, gli insigniti del ‘Brigantino d’oro”. Il procuratore aggiunto della procura di Cosenza, Marisa Manzini, Amalia Cecilia Bruni, responsabile del centro regionale di Nuerogenetica, Lia Staropoli, presidente dell’associazione antimafia Condivisa, Gabriella Reino, presidente della sezione penale della corte d’Appello di Catanzaro, l’astrofisico dell’Unical di Cosenza, Sandra Savaglio, l’onorevole Rosanna Scopelliti, presidente della fondazione Scopelliti, Maria Smorto, docente di economia all’università di Messina, Angela Paravati, direttrice della casa circondariale di Siano-Catanzaro, Paola Marchi, vicepresidente di Asso Imprese e l’attrice Annalisa Insardà. Saranno questi i personaggi che riceveranno Il Brigantino d’oro da Attisani, dopo che nelle scorse edizioni e ricevere il premio, il giudice Nicola Gratteri, il criminologo Franco Bruno, il presidente emerito della Corte Costituzionale Alfonso Quaranta. L’afflusso di gente, la qualità dell’evento e la presenza di prestigiosi ospiti saranno, anche questo anno, gli elementi di un successo assicurato. Inoltre c’è da sottolineare che, quest’anno, ci sarà uno spazio dedicato alle brigantesse e alle donne calabresi che si sono distinte in vari settori. Si tratta di una scelta molto significativa che impreziosisce ancora di più questa manifestazione. Una manifestazione, pensata, voluta ed organizzata dall’associazione Radicando per aprire uno spaccato storico, parzialmente sepolto dalla storia e storiografia ufficiale. La vera storia dei Briganti, che è parte integrante della storia del Sud e della Calabria, si intreccia con la contorta, tumultuosa e per certi versi sconosciuta, storia reale delle vicende che dai Borboni portarono all’annessione del Sud al Regno di Piemonte e quindi all’Unità d’Italia sotto la corona sabauda. Uno stimolo alla conoscenza e all’esatto inquadramento storico, come elemento di verità, riscatto sociale, morale e culturale, ancor prima che economico, del sud, della Calabria e dei Calabresi che, va dato, atto, la Notte dei Briganti e Radicando hanno messo in campo in queste tre edizioni. Il tutto impreziosito dai costumi del maestro Orlando Cimino e dai gioielli, i Brigantini, creati e realizzati dall’orafo Luigi Mungo di Squillace. Dopo l’incontro pubblico alla chiesa dell’Annunziata, la musica e i concerti delle “Le ninfe della tammorra” e de “I Marvanza” e domani sera di Tullio de Piscopo, Joe Amoruso, Nuova Compagnia di Canto popolare, Ivan Granatino. In mezzo, fiere, stand, cultura, foto e colori dell’estate girifalcese.

1468350314_13653281_1797064550509392_2400272297613293266_o