SOVERATO CENTRO POLIFUNZIONALE “FIORENZO VISCOMI” C’ERA UNA VOLTA

 

IMG_20160528_123830Riceviamo e Pubblichiamo L’incuria e l’indifferenza con il quale assistiamo da tempo al completo abbandono del Centro Polifunzionale “Fiorenzo Viscomi” non può passare nella indifferenza di un degrado disarmante che merita una ferma e accorata denuncia. La gestione di questo  bene e patrimonio della nostra città, in un contesto, quello di Soverato Superiore di cronica carenza infrastrutturale che ha sempre obbligato i nostri giovani a “migrare” nella vicina marina  è di quelle da condannare per  il disinteresse verso una struttura per la quale sono stati investiti soldi pubblici e che oggi deve sopportare gli ulteriori danni, che saranno per l’ennesima volta  a carico del cittadini,  provocati da un branco di barbari incivili che hanno contribuito ad aggravarne lo stato di declasso. Infissi  divelti, sanitari distrutti, parco giochi immerso tra le erbacce, porte del campo per destinazione sradicati dalla rispettiva collocazione…..  Questo il triste e malinconico scenario, più volte segnalato e testimoniato dalle foto allegate di un’area che avrebbe dovuto rappresentare un punto di aggregazione sportivo e socio-culturale ma che allo stato attuale risulta incustodito e dove da mesi non viene garantita la pulizia, la messa in sicurezza e IMG_20160528_124053la manutenzione in un quadro di pericolo costante e continuo per quanti ne hanno libero accesso. La storia di quello che doveva rappresentare un centro di aggregazione polisportivo ci ricorda che l’idea, l’esproprio e l’approvazione del progetto esecutivo parte da molto lontano. Siamo alla fine degli anni 90 quando la seconda Amministrazione Calabretta decide di avviare il progetto in questione. I lavori ebbero inizio ma un contenzioso tra ditta esecutrice dei lavori e Amministrazione ne blocca la ultimazione, contenzioso che venne, però positivamente  risolto dalla prima Amministrazione Mancini di cui feci parte.  IMG_20160528_123910I lavori furono completati e come Amministrazione ci ponemmo il problema della gestione. L’orientamento condiviso ci portava a decidere riguardo l’affidamento  a titolo di oratorio alla Parrocchia Maria SS Addolorata idea che non si concretizzò per la mancanza da parte della stessa Parrocchia di risorse economiche e umane necessarie per la relativa gestione.  Sfumata tale ipotesi nelle qualità di Presidente del Consiglio Comunale portai in Consiglio la delibera che approvava il regolamento per la gestione- affidamento del centro polifunzionale con l’attenzione e la sensibilità di inserire nello stesso l’uso gratuito per un totale di 12 ore settimanali ai bambini della parrocchia e dell’oratorio. Si aggiudicò l’affidamento un privato che attraverso una serie di investimenti personali tra i quali la posa in opera del manto erboso in sintetico del campo di calcetto e la realizzazione di un altro immobile ne migliorò  servizi e  fruibilità. 

Scaduto il periodo di affidamento l’abbandono e disinteresse totale.

 VINCENZO CILURZO

 

 

 

Advertisements