Trasversale delle Serre, avviata la sostituzione dei giunti difettosi sullo svincolo di Gagliato

giunti6setAncora una vittoria dei cittadini. Da ieri pomeriggio sono, infatti, tornati gli operai sullo svincolo di Gagliato della Trasversale delle Serre. Una squadra è al lavoro per sostituire e mettere in sicurezza i giunti “ballerini” che, nell’ultimo mese, hanno causato ben cinque incidenti nel tratto in questione della superstrada. L’Anas ha, finalmente, risposto alle dure proteste del Comitato “Trasversale delle Serre – 50 anni di sviluppo negato” che, da oltre un mese, denuncia le pesanti condizioni di pericolo dello svincolo appena inaugurato. Per consentire la rimozione dei pezzi metallici e la posa delle nuove coperture, da ieri, tra Gagliato e Argusto, si procede con un senso unico alternato regolato da un semaforo. “Non si poteva più aspettare – ribadisce il Comitato. – Non potevamo, certamente, attendere la prima vittima della Trasversale per intervenire. Abbiamo incalzato l’Anas quotidianamente perché la problematica era particolarmente grave e urgente”. Una battaglia, quella del sodalizio dei cittadini, condotta, come sempre, nel silenzio più assoluto della politica. “Come al solito – sottolinea ancora il Comitato – nessun politico è intervenuto, nessuno si è preoccupato dell’incolumità degli automobilisti. Sono stati i cittadini a doversi rimboccare le maniche e ad agire per sollecitare con forza l’intervento dell’Anas. Intervento che, sia pure con grande ritardo, alla fine è arrivato. Ci auguriamo che, dopo questa prima azione di manutenzione straordinaria, si metta mano anche ai carenti sistemi di illuminazione di svincoli e gallerie, in particolare all’altezza di Torre di Ruggiero. Ovviamente, nell’attesa delle tante opere ancora da realizzare per completare la Trasversale delle Serre: il tratto di Monte Cucco; la bretella Gagliato-Petrizzi; i due maxi lotti Vazzano-Vallelonga e Gagliato-Satriano. Attendiamo, fiduciosi, che anche la classe politica torni a dare segni di vita sull’argomento con fatti concreti e non passeggiate elettorali”.