Yoga della risata presso l’istituto penale per i minorenni di Catanzaro a cura di Universo Minori

CATANZAROContinuano in maniera instancabile le attività svolte da  “Universo Minori”, presso l’istituto penale per i minorenni di Catanzaro. La presidente dell’associazione Rita Tulelli , ha infatti voluto avviare per i ragazzi della struttura, un’iniziativa di relax ed allegria denominata” yoga della risata”, che si è svolta giorno 4 Novembre, sotto la supervisione della brava ed esperta maestra di questa moderna disciplina Teresa Paone. Lo yoga della risata  che sta diffondendosi rapidamente in tutto il mondo , è un metodo rivoluzionario per ridere senza alcun motivo,  scaricando così le tensioni e rilassandosi con una fragorosa risata. La ragione per cui lo stesso viene denominato “della risata” è perché consente di combinare gli esercizi respiratori dello yoga classico, con quelli che inducono la risata,  tutto ciò produce notevoli benefici sull’organismo, tra i quali l’aumento  delle riserve d’ossigeno nel corpo e nel cervello,  ciò  consente ad un individuo che pratica questa attività di sentirsi più energico ed in salute. Lo yoga della risata deve la sua partenità ad un medico indiano, il dottore Madan Kataria, che sperimentò questa pratica su 5 persone nell’anno 1995 in un parco di Mumbai. A  riprova dei suoi effetti benefici, si  contando migliaia di club della risata in oltre 65 paesi del mondo. I ragazzi ospiti della struttura hanno eseguito con interesse ed attenzione  gli esercizi previsti, che gli hanno consentito così di produrre una fragorosa risata , ciò grazie anche al sostegno e alla bravura della  maestra Teresa Paone che è leader internazionale certificato dello yoga della risata, operatrice “bars” certificata, autore del libro “le ali della libertà interiore” . L’associazione “Universo Minori” che opera nell’ambito del volontariato ha  fornito i tappetini specifici a svolgere tale attività, affinché gli ospiti dell’istituto  minorile si potessero rilassare e distrarre in giornata diversa   sorridendo alla vita.

Stefania Abbruzzo