“Giornalisti d’Azione” “minaccia” i politici calabresi

Il movimento calabrese è pronto a manifestare in ogni piazza delle città in cui gli amministratori dovessero pronunciare parole atte ad intimorire i giornalisti

giornalisti-dazioneE ci risiamo. Dopo gli attacchi alla Tgr Calabria e ai colleghi de “Il Quotidiano del Sud” dei mesi scorsi, una parte della politica calabrese, quella becera, mette sotto assedio la stampa. Stavolta accade a Taurianova, ad opera del sindaco che se la prende con il giornalista Michel Dessi. E volete sapere qual è la “colpa” del collega Dessi? È quella di avere scritto su presunti affidamenti diretti per lavori del Comune. L’articolo, pubblicato sul giornale on line “Il Dispaccio”, ha fatto infuriare il primo cittadino che in consiglio comunale ha definito il nostro collega “l’articolista pagato per infangare la città”. Michel Dessi è giornalista preparato e accorto, collaboratore di una testata nazionale come “Il Giornale.it” oltre che de “Il Dispaccio”, giornale in Rete, diretto da Claudio Cordova, di riconosciuta credibilità; Dessi è un professionista dell’informazione e, in quanto tale, dimostra quotidianamente di conoscere bene e seguire pedissequamente le regole della corretta informazione. Quindi, prima di scrivere, si documenta e solo con “carte alla mano” redige i suoi articoli. Per questo motivo “Giornalisti d’Azione” è vicina a Dessi e al direttore Cordova, e respinge al mittente gli attacchi alla libertà di stampa. Che si rassegni il sindaco di Taurianova, così come ogni altro politico calabrese, alla libertà del giornalismo calabrese. In una terra, la Calabria, dove parte della politica è avvezza ad esercizi di intimidazione verbale verso i giornalisti, stavolta saremo noi a “minacciare” questo tipo di politici: basta attacchi alla stampa, altrimenti verremo nelle piazze delle vostre città!

Il presidente

Mario Tursi Prato