ATTIVITA’ DI VIGILANZA E CONTROLLO NEL SETTORE DELLA PESCA

img_9002Continuano i controlli sul territorio di giurisdizione dell’Ufficio Circondariale Marittimo di Soverato, volti alla verifica del rispetto delle normative vigenti in materia di commercializzazione dei prodotti ittici con particolare riferimento alle dimensioni minime delle specie poste in commercio (cd. “novellame”) Nella prima mattinata di domenica 4 dicembre u.s., in località porto di “Casciolino” a Catanzaro Marina, i militari della Guardia Costiera di Soverato e di Catanzaro Marina, coordinati dal Comandante, Tenente di Vascello Claudia PALUSCI, hanno accertato che un’unità da diporto deteneva e trasportava a bordo n. 11 esemplari di pesce spada (Xiphias Gladius) di taglia inferiore alla taglia minima di riferimento per la conservazione, per un peso complessivo di circa 36 kg. A seguito della violazione della normativa vigente, è stata comminata al trasgressore una sanzione amministrativa dell’importo di 10.000 euro ed inoltre si è provveduto al sequestro del pesce spada ed alla confisca dell’attrezzo da pesca, di tipo palangaro, presente a bordo. Il prodotto ittico sequestrato, a seguito di ispezione da parte del veterinario dell’ASP di Catanzaro, che ne ha attestato l’idoneità al consumo umano, è stato devoluto in beneficienza ad un ente caritatevole di Soverato.