Soverato, risultati primo semestre percentuali raccolta differenziata.

SOVERATODal primo giugno, data in cui è partita a Soverato la raccolta dei rifiuti tramite il sistema di “porta a porta”, sono passati 6 mesi e mi sembra opportuno quanto doveroso mettere a conoscenza dei cittadini i risultati di questo primo semestre. I dati consegnatomi nella mattinata di oggi dall’ufficio ambiente diretto dall’arch. Pileci ed analizzati assieme all’assessore Rosalia Pezzaniti ci dicono che i rifiuti urbani non differenziati portati in discarica hanno rappresentato il 34,12 % del totale prodotto. Di riflesso la percentuale di rifiuti differenziati si attesta ad un ottimo 65,88 %. Questo eccellente risultato che ci pone, allo stato attuale, in linea con i comuni più virtuosi a livello non solo regionale ma nazionale non deve però rischiare di farci abbassare la guardia cullandoci sugli allori. Se i mesi estivi, nonostante la confusione iniziale, sono trascorsi tra alti e bassi ma tutto sommato con buone percentuali di differenziata lo stesso non si può dire per questi mesiautunnali. Dopo un ottimo mese di settembre ed un buon mese di ottobre il dato rilevato per il mese di novembre è in peggioramento rispetto alla media. In quest’ultimo mese la percentuale di differenziata è scesa sotto il 60%. Nello stesso mese fortunatamente sono diminuite le buste ed i rifiuti in genere abbandonati (soprattutto in zone periferiche della città). Proprio oggi si è tenuto un incontro alla presenza della ditta MEA, che gestisce il servizio, dell’arch. Pileci, dell’ass. Pezzaniti e dell’Ing. Gioffrè(direttore esecutivo del contratto) per programmare con cura la stagione estiva 2017 apportandole dovute migliorie sulla scorta di quanto avvenuto la scorsa estate. Inoltre si sta programmando l’eliminazione delle campane del vetro con la raccolta dello stesso presso le abitazioni a partire dalla prossima primavera. Verranno inoltre installati per la città ulteriori cestini dei rifiuti (oggi sono insufficienti). Purtroppo però ogni sforzo che un’amministrazione può mettere in campo se non è accompagnato da senso civico e collaborazione da parte dei cittadini rischia di essere vano. Quindi se da un lato esprimo piena soddisfazione e gratitudine verso i miei concittadini vorrei al contempo invitarli a proseguire con la stessa attenzione e impegno nel differenziare i rifiuti all’interno delle loro abitazioni ed attività commerciali e professionali. La strada da percorrere è ancora lunga ed è innegabile che il servizio va migliorato in alcuni aspetti ma se veramente amiamo la nostra città ed il nostro territorio dobbiamo imparare a rispettarlo e soprattutto difenderlo.

Advertisements