Da Scampia a Cosenza la Cassa del Mezzogiorno e i prodotti dell’economia legale provenienti dai beni confiscati alla camorra e alle mafie.

cassa-del-mezzogiornoSarà presentata anche a Cosenza, domani, giovedì 22 dicembre, la Cassa del Mezzogiorno, prodotto dell’economia legale dell’Officina delle Culture Gelsomina Verde di Scampia. Alle 12 presso la sede del Centro servizi per il volontariato, sita in viale Mancini 77/F, il leader di R-Esistenza Anticamorra Ciro Corona racconterà lo sforzo produttivo che, dal basso, la rete delle associazioni anticamorra di Scampia sta compiendo per creare in loco un sistema di economia legale sui beni confiscati ai clan di mafia. La Cassa del Mezzogiorno è sia una provocazione culturale sia una sfida sociale, perché nasce come rottura radicale con il tradizionale modo di concepire il Sud: da luogo di assistenza ad incubatore di un nuovo modello di economia sociale; da terra della passività e rassegnazione, a terra di speranza e riscatto.

L’iniziativa è organizzata da Pedagogia della R-Esistenza, progetto scientifico-didattico dell’Università della Calabria, nel quadro della Rete delle R-Esistenze Meridionali nata a Scampia, insieme a Network pubblicità del gruppo Telespazio, Calabria Tv, Calabria news 24. All’incontro, moderato dal giornalista di Calabria news 24 Paolo Talarico, parteciperanno, oltre a Ciro Corona, il docente Unical Giancarlo Costabile, Michele Inserra, caposervizio della Redazione cosentina de Il Quotidiano del Sud, Gianfranco Bonofiglio, direttore della vocedellacalabria.it, Gianni Romeo, presidente provinciale del CSV-Volontà solidale.

 

Advertisements