ENTRO OTTO GIORNI LA STRADA PROVINCIALE 25 SARÀ DI NUOVO PERCORRIBILE. RIUNIONE IN PREFETTURA CON COMUNE, PROVINCIA, REGIONE, PROTEZIONE CIVILE, FORZE DELL’ORDINE E TECNICI. CI SONO I DIECI MILIONI DI EURO PER LA SISTEMAZIONE DELL’IMPORTANTE ARTERIA

tavolo-in-prefetturaCATANZARO – . Entro otto giorni la Strada provinciale 25, fondamentale arteria che collega l’entroterra presilano con il capoluogo di regione, sarà nuovamente percorribile nella massima sicurezza: la Provincia di Catanzaro interverrà con summa urgenza sugli importanti danni determinati dalle copiose piogge di questi giorni. Ma, soprattutto, entro il mese di aprile, l’Amministrazione guidata dal presidente Enzo Bruno avrà a disposizione i dieci milioni di euro necessari alla sistemazione  della infrastruttura provinciale il cui percorso procede di pari passo con buona parte dell’acquedotto di Santa Domenica, che serve la città di Catanzaro: le risorse sono già previste nella delibera di approvazione dei Pac approvata dalla Giunta regionale e all’attenzione del Cipe per il definitivo via libera. Ma l’impegno assunto dall’assessore regionale alle Infrastrutture, Roberto Musmanno, a nome del governatore Mario Oliverio è la disponibilità della Regione ad anticipare i fondi necessari per gli interventi sulla Strada provinciale 25. E’ quanto emerso nella riunione che si è appena conclusa in prefettura, a Catanzaro, convocata da sua eccellenza il prefetto Luisa Latella dopo l’incontro avuto questa mattina con il presidente della Provincia, Enzo Bruno, che ha riferito al massimo rappresentante territoriale del Governo delle criticità determinate dal maltempo degli ultimi giorni. Una situazione di emergenza che ha spinto il presidente della Provincia ha deliberare la richiesta dello stato di calamità naturale, come anticipato dallo stesso anche al presidente Mario Oliverio, con il quale Enzo Bruno ha avuto un dialogo costante per garantire gli interventi necessari alla sicurezza dei territori e dei cittadini.  All’incontro convocato dal prefetto Latella hanno preso parte, tra gli altri, il sindaco Sergio Abramo, accompagnato dal dirigente tecnico del Comune di Catanzaro, Rino Amato;  l’assessore regionale alle Infrastrutture Roberto Musmanno e il dirigente regionale del Settore, Pino Iritano; responsabile dell’Area di indirizzo e coordinamento U.O.A. Protezione civile, dottor Paolo Cappadona, il geologo Francesco Bruno; per la Provincia erano presenti anche il consigliere provinciale delegato alla Viabilità Francesco Severino, il dirigente provinciale del Settore Viabilità, ing. Floriano Siniscalco, i dirigenti dell’Ufficio di Ragioneria della Provincia Pino Canino, e del settore Patrimonio Pantaleone Narciso, oltre che il direttore generale Vincenzo Prenestini; per la Sorical una delegazione capeggiata dal direttore Sergio De Marco e dal responsabile di zona Tommaso La Porta; rappresentanti delle forze dell’ordine, tra cui il questore Amalia Di Ruocco. Il presidente della Provincia ha ribadito, inoltre, di aver autorizzato, assieme al settore Viabilità dell’Ente intermedio, interventi di somma urgenza sulla Strada provinciale 25 per ripristinare la viabilità e favorire la funzionalità dell’acquedotto di Santa Domenica che serve la città di Catanzaro dopo aver incontrato il presidente della Regione Oliverio, il dirigente regionale del settore Domenico Pallaria, e il dirigente della Protezione civile Carlo Tansi. La Provincia di Catanzaro, quindi, si occuperà dell’intervento finalizzato alla messa in sicurezza della Sp25 che ingloba per buona parte l’acquedotto di Santa Domenica, continuando a monitorale le situazioni di emergenza che stanno interessando il territorio e che vengono attenzionate anche in un continuo rapporto di collaborazione con la Regione, e i sindaci delle aree interessate, per garantire la risoluzione delle criticità emerse con la massima celerità, nell’interesse prioritario delle comunità e dei territori amministrati.

Annunci