VOLLEY SOVERATO ELIMINATO DALLA COPPA ITALIA

SAB GRIMA LEGNANO  3

VOLLEY SOVERATO     0

 PARZIALI SET: 25/22; 25/20; 25/23

 SAB GRIMA LEGNANO: Figini 1, Paris (L), Furlan 5, Muzi 7, Mingardi 9, Coneo 10, Grigolo 9, Facchinetti 1, Kosareva 2, Bossi, De Lellis 2, Mazzotti 1. Coach: Andrea Pistola

VOLLEY SOVERATO: Vujko 2, Travaglini 3, Caforio, Caravello 8, Bertone 8, Demichelis 2, Zanotto 6, Manfredini 16, Gennari 2, Bisconti (L). Coach: Stefano Saja

ARBITRI: Pozzi Roberto – Pristerà Rachela

DURATA SET: 22’, 22’, 24’. Tot 1h08’

MURI: Legnano 10, Soverato 6

legnano-soveratoLa Sab Grima Legnano approda in semifinale. Nulla da fare per il Volley Soverato che nel ritorno dei quarti di finale di coppa Italia serie A2, non riesce a ribaltare il risultato del “Pala Scoppa”; una situazione già complicata per le calabresi che avevano l’ obbligo di vincere tre a zero oppure tre a uno e giocarsi il “golden set” per ottenere il pass per la semifinale della competizione tricolore. Se poi si aggiunge anche l’assenza della schiacciatrice Karakasheva, le difficoltà per le ioniche erano veramente alte. In ogni caso, le ragazze del presidente Matozzo, si sono impegnate al massimo, onorando l’impegno e giocando a viso aperto contro le più quotate e favorite avversarie guidate da coach Pistola. Passiamo al match del “Pala Borsani” di Castellanza. Padrone di casa in campo con l’ex De Lellis al palleggio e Mingardi opposto, al centro Furlan e Facchinetti, in banda Coneo e Grigolo con libero Paris. Il Soverato di coach Saja deve rinunciare alla schiacciatrice bulgara Karakasheva rimasta in Calabria precauzionalmente per continuare la terapia di recupero e, dunque, scende in campo con Demichelis in regia e Manfredini opposto, al centro Bertone e Travaglini, schiacciatrici Zanotto e Caravello, mentre il libero è Bisconti. Partono forte le giallonere di casa che vanno subito avanti 6-2 costringendo al primo time out Soverato che al rientro arriva fino al meno due dalle avversarie, 8-10. Legnano sbaglia dal centro e le ospiti si ritrovano 12-13 con time out chiesto da coach Pistola; al rientro, però, le lombarde si riportano sul più quattro 16-12 con Soverato che comunque cerca di stare attaccato a De Lellis e compagne. Manfredini e Zanotto due volte riportano le calabresi in parità 17-17 e, Demichelis con un ace, trova il vantaggio, il primo dell’incontro 17-18. Fasi decisive del set con le due squadre in perfetta parità, 21-21 e sul 22-21 arriva un altro tempo chiesto da coach Saja. Al rientro, errore di Bertone e Legnano è sul più due e subito dopo si guadagna tre palle set e,alla seconda opportunità è Mingardi a chiudere dalla seconda linea 25/22. Dunque, la squadra di coach Pistola si avvicina sempre più alla qualificazione; basterà vincere, infatti, un altro parziale e sarà qualificazione. Non mollano Travaglini e compagne che anche ad inizio secondo set, sulla scia del primo, si trova vicino alle ragazze di Pistola nel punteggio, 7-6 e gioca ribattendo colpo su colpo. Mini break Legnano, 11-7 ma le biancorosse pareggiano i conti sul punteggio di 11-11 e arriva il time out per la Sab. Al rientro, ancora parità e sul 16-16 tenta si scappare la Sab Grima Legnano, 19-16 con Saja che manda in campo Vujko per Travaglini; Soverato in questa fase commette errori e arriva il discrezionale per le calabresi sul 20-16 con Legnano a cinque punti dalla qualificazione. Quattro palle set per Coneo e compagne che chiudono, ottenendo così il pass per la semifinale, 25/20. Con la qualificazione in tasca, coach Pistola, giustamente, stravolge il sestetto e anche nelle calabresi dentro Gennari e Vujko. Non cambia il trend dell’incontro, con Legnano avanti 4-0 e 6-0 al rientro in campo. Dal 9-2 per Legnano si arriva alla parità 9-9 con Manfredini al servizio e realizzatrice di quattro punti consecutivi. Tre lunghezze di vantaggio per le ioniche, avanti 9-12 e 9-13 con un parziale, quindi, di undici punti consecutivi per le ospiti. Caravello e compagne ci sono sempre avanti, ma di un solo punto, 19-20 e allunga ancora 19-22 ma Legnano riaggancia le avversarie sul 22-22 con time out Soverato. Al rientro 23-23 ma le locali guadagnano il match point e chiudono 25/23 la partita. Soverato, dunque, dice addio alla coppa Italia, dopo la bella e storica finale della scorsa stagione; le ragazze del presidente Matozzo hanno comunque dato filo da torcere per quasi tutti i primi due set alle avversarie ma non sono riuscite nella difficile impresa. Adesso bisogna solamente concentrarsi per il campionato che domenica prossima vedrà di scena le “cavallucce marine” impegnate nella delicata trasferta di Caserta contro la Volalto, che si trova nelle zone basse della classifica con la speranza che in questi ultimi giorni di mercato ci possa essere qualche novità in riva allo Ionio.

Saverio Maiolo

Ufficio Stampa Volley Soverato

www.volleysoverato.com

Fb: Volley Soverato Official Page

Twitter: @volley_soverato

Instagram:volley_soverato

Annunci