Trasversale delle Serre: asse di sviluppo? Assemblea pubblica il prossimo 24 marzo

A Chiaravalle Centrale il punto sui lavori e un dibattito sulle potenzialità del territorio
“Trasversale delle Serre: asse di sviluppo? Criticità e prospettive”. E’ il tema dell’assemblea pubblica promossa dal Comitato “Trasversale delle Serre – 50 anni di sviluppo negato”, in programma il prossimo venerdì 24 marzo alle ore 17.30 presso la sala consiliare comunale di Chiaravalle Centrale (Cz). Dopo i saluti introduttivi del vicesindaco, Pina Rizzo, sono previste le relazioni del presidente del Comitato, Francesco Pungitore, della vice presidente, Silvia Vono, del componente del direttivo Fioravante Schiavello e del presidente onorario, Ulderico Nisticò. Interventi che saranno incentrati sullo stato dei cantieri e sulle azioni urgenti da intraprendere nei confronti di Anas e Regione Calabria per imprimere una più decisa accelerazione al progetto. Resta, infatti, molto critica la situazione di isolamento delle Preserre e delle Serre. E lo stallo perpetuo dei lavori, nonostante qualche annuncio di imminente sblocco ancora tutto da verificare, non sembra garantire soluzioni nell’immediato. Eppure c’è un territorio che manifesta tante potenzialità, purtroppo in gran parte inespresse proprio a causa dei suoi pesanti limiti infrastrutturali e di collegamento. A tale proposito, nel corso della manifestazione verrà data voce a tre giovani professionisti, autori di studi e tesi di laurea sulle opportunità di sviluppo delle aree interne. La dottoressa in Pianificazione Antonella Pelaggi parlerà del ruolo del turismo sostenibile, con specifico riferimento all’area dell’ex comunità montana “Fossa del Lupo”. L’architetto Jole Tropeano focalizzerà la sua attenzione proprio sulla Trasversale delle Serre, in termini di identità locali e nuove infrastrutture. L’ingegnere Domenico Basile punterà sul ruolo del fiume Ancinale, sulle risorse naturalistiche e ambientali. Interverranno tutte le amministrazioni comunali del comprensorio, nell’ambito di una seconda parte di dibattito arricchita dal contributo tecnico dell’Istituto nazionale di urbanistica, autorevolmente rappresentato dal presidente regionale Domenico Passarelli e dall’architetto Sante Foresta. Ha preannunciato la sua partecipazione il vicepresidente della Giunta regionale calabrese, Antonio Viscomi.
Advertisements