MONTEPAONE (CZ). SORPRESO DAI CARABINIERI MENTRE RUBAVA UN AUTO: ARRESTATO UN 32ENNE BOSNIACO. DECISIVA LA CHIAMATA AL 112 DELLA VITTIMA.

Nella serata di mercoledì, i Carabinieri dell’Aliquota Radiomobile delle Compagnia di Soverato hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, A.E., 32enne bosniaco, responsabile di tentato furto aggravato di autovettura. Nella circostanza, decisiva è risultata una telefonata pervenuta sull’utenza di pronto intervento 112: infatti, alle ore 17 circa, la malcapitata vittima ha allertato i Carabinieri della Centrale Operativa di Soverato, segnalando che un uomo, dopo aver forzato la portiera anteriore lato conducente, stava tentando di attivare il quadro di accensione della propria autovettura, lasciata momentaneamente in sosta sul lungomare di Montepaone. A questo punto, il tempestivo intervento dei militari, giunti sul posto dopo soli 3 minuti, ha consentito di bloccare e trarre in arresto il reo. Nel corso della successiva perquisizione personale, è stato rinvenuto e sottoposto a sequestro lo strumento di effrazione utilizzato per introdursi nel veicolo, ossia un piccolo coltellino-tagliaunghie metallico, occultato in una tasca interna del giubbotto. Nella serata di ieri, la 1^ sezione penale del Tribunale di Catanzaro, all’esito del giudizio direttissimo, ha convalidato l’arresto e condannato il soggetto alla pena di mesi 4 di reclusione ed € 200 di multa, disponendo altresì il divieto di dimora nel territorio della Provincia di Catanzaro.

Advertisements