Progetti Solidali: la Sezione Territoriale di Vibo Valentia dell’Associazione Nazionale dei Cavalieri dell’Ordine al merito della Repubblica Italiana (A.N.C.R.I.) accoglie l’Appello del Comitato provinciale della Croce Rossa Italiana.

Da tempo il Comitato Provinciale di Vibo Valentia della CRI ha avviato l’iniziativa “Adotta un’ambulanza” il cui fine è quello di reperire fondi da destinare all’acquisto di una nuova ambulanza o auto medica necessaria per espletare, sempre più efficientemente, i compiti Istituzionali in favore della popolazione del vibonese. Lo slogan all’uopo coniato recita: “Noi ci mettiamo il Cuore……Tu ci darai una mano?” . In particolare, in questo periodo di Quaresima, per lo scopo citato, la CRI ha deciso di offrire agli interessati, dietro un piccolo contributo volontario, delle uova di cioccolato. L’ANCRI di Vibo Valentia ha deciso quindi di cogliere l’appello e di aiutare la Croce Rossa nel proprio intento, coinvolgendo gli associati che con il proprio contributo hanno inteso appoggiare il progetto solidale. Nel pomeriggio di sabato 8 Aprile u.s presso la sede della CRI di Vibo Valentia sono stati ricevuti dalla Presidente della CRI di Vibo Valentia, dalla Vice Presidente e da numerosi altri volontari il Presidente della Sezione Vibonese dell’ANCRI, il Vicario, alcuni consiglieri e un buon numero di associati (molti dei quali si annoverano, tra l’altro, tra i volontari della CRI) ed hanno ritirato un congruo numero di uova pasquali da distribuire tra i propri associati. Nell’occasione il Presidente dell’ANCRI il Cav. Gaetano Paduano, a nome suo e di tutti gli Insigniti, ha consegnato alla Presidente della CRI vibonese – Sig. Caterina Muggeri – il gagliardetto della Sezione, quale segno tangibile di ringraziamento per il lodevole impegno operato con abnegazione e dedizione da parte sua e di tutti i volontari della Croce Rossa Italiana del vibonese nel campo del volontariato. L’ANCRI di Vibo, coerentemente al suo motto: “PARATI SUMUS ITERARE”, ovvero, “siamo pronti a ripetere”, ha voluto così suggellare la sua vicinanza alla CRI con l’auspicio di poter collaborare sempre più spesso con la stessa per perseguire finalità comuni di solidarietà e vicinanza nei confronti dei più bisognosi.

Advertisements