‘Ndrangheta, tre consigli comunali sciolti per mafia nel reggino

REGGIO CALABRIA – Il Consiglio dei ministri, su proposta del Ministro dell’interno Marco Minniti, ha deliberato lo scioglimento dei Consigli comunali di Laureana di Borrello, Bova Marina e Gioia Tauro, tutti in provincia di Reggio Calabria, “per accertati condizionamenti dell’attività amministrativa da parte della criminalità organizzata”. Si tratta, dunque, di una linea dura da parte del Governo che ha deliberato tre provvedimenti nello stesso giorno, dopo gli accertamenti compiuti dalle rispettive commissioni di accesso. Secondo quanto riportato nel comunicato di Palazzo Chigi, “la gestione degli enti, già sciolti per motivi amministrativi, viene pertanto affidata ad apposite Commissioni, a norma dell’articolo 143 del Testo unico delle leggi sull’ordinamento degli enti locali”. Il Consiglio dei ministri ha deliberato anche lo scioglimento del Consiglio comunale di San Felice a Cancello (Caserta).

Annunci