Soverato,Jane AUSTEN nel bicentenario della morte

Nel bicentenario della morte di Jane Austen (Steventon 1775– Winchester 1817) la Biblioteca delle donne di Soveratodedica diverse giornate del mese di maggio alla scrittriceinglese definita da Virginia Woolf “la più perfetta artista fra le donne”.
La scrittura di Jane Austen ha rappresentato una svolta nella storia del romanzo di formazione perché sostituisce all’eroina tradizionale una giovane donna protagonista del proprio destino e simbolo della modernità. Miss Jane, con realismo e ironia, porta la sua critica socialein uno spazio narrativo, che vede le signorine dei suoi romanzi muoversi lungo un percorso di formazione/ trasformazione di sé in relazione con l’Altro/ l’Altra. Il progetto “Jane Austen” è l’omaggio non alla donna/idolo dai mille volti o all’icona di un tempo perduto, ma all’autricecapace di rappresentare un’epoca con le sue dinamiche socialie relazionali, mantenendo stretto tra le mani il desiderio di
felicità di una donna. Tutta la produzione austeniana è al centro d’interessanti dibattiti letterari e riconoscimenti critici che la pongono al vertice della grande tradizione del romanzo inglese. La sua importanza è tale che ancora oggi l’industria cinematografica
continua a investire ingenti capitali nella produzione di film ispirati alle sue opere o alla sua vita come Ragione e sentimento, Orgoglio e Pregiudizio, Emma, Mansfield Park, L’abbazia di Northanger, Persuasione, Il club di Jane Austen, Becaming Jane, Matrimoni e pregiudizi, Amore e inganni e tanti altri. “Chiunque ripensi a una qualsiasi opera della scrittrice o a uno dei tanti, fortunati adattamenti cinematografici e televisivi, non potrà fare a meno di ricordare scene di eleganti balli con conseguente dispiego di dolcetti e pasticcini, conversazioni al tavolo della colazione o intorno a una
coperta da pic-nic, inviti a cena o al tè pomeridiano. Si tratta di occasioni che Jane Austen sfrutta per mostrare le relazioni che poco a poco si tessono fra personaggi oppure per rendere conto della loro classe sociale o ancora per dare informazioni in più sul personaggio stesso, permettendo nel medesimo tempo a noi lettori del ventunesimo secolo di sbirciare in quelle che erano le abitudini alimentari e sociali dell’epoca.” (Chiara Biscella – “Jane Austen: appetito e sentimento” in Non solo porridge: letterati inglesi a tavola. Mimesis Edizioni, Milano-Udine 2015). Cercheremo di ricreare tale atmosfera tipicamente inglese il 17 maggio 2017 alle ore 20,30 presso il ristorante La Perla di Soverato con una cena tematica organizzata dalla Biblioteca delle Donne, ma aperta a coloro che abbracceranno l’iniziativa dal titolo:
“Dinner with Mr. Darcy” con ricette ispirate ai romanzi e alle lettere di Jane Austen poiché i romanzi e le lettere della famosa scrittrice inglese Jane Austen sono illuminati e insaporiti da pietanze, cene, picnic che ci raccontano molto del calore, affabilità, ambizioni e inquietudini dei suoi personaggi e dell’importante ruolo che rivestiva il cibo nell’agiata società georgiana inglese fra la fine del Settecento e i primi dell’Ottocento.
In questa occasione la cena sarà arricchita da letture tratte da “Le case di Jane Austen” di Mara Barbuni e dalla musica “Jane Austen piano favourites” e “Jane Austen Entertains”. Nella settimana seguente a Soverato avrà luogo “Un weekend con Jane Austen” organizzato dalla Biblioteca delle Donne con il patrocinio dell’amministrazione comunale , Emanuele Amoruso Consigliere delegato alla Cultura evidenzia come l’iniziativa, rappresenta un importante momento di aggregazione e di grande rilievo culturale.
Nel weekend del 27 e 28 maggio 2017 Jane Austen entra in scena in un’ampia area all’aperto, l’area della ex COMAC in via San Giovanni Bosco, messa a disposizione dalla città di Soverato. Fiori, alberi, arredi, musica e abiti d’epoca saranno la cornice scenografica di un evento corale. Le ragazze e i ragazzi ‘sandwich’ di miss Jane, nei giorni immediatamente precedenti, ne daranno notizia, indossando magliette tematiche su Jane Austen.
‘Io sto con Jane e la Biblioteca delle Donne’ sarà lo slogan di adesione all’iniziativa di tanti esercenti commerciali che esporranno la nostra locandina nella vetrina addobbata ‘english style’ per l’occasione. Molte attività commerciali di Soverato quali: Idee per la testa, Farmacia Sangiuliano, Vaniglia boutique, Eventi, Sia Store, L’Orchidea, Pizzeria Luppolo e farina, Idea srl, Undercolors of Benetton, Frutta Arena-Battaglia, Cocoon, Vintage, Salvahair, Vivaio Avergarden, Falegnameria Cerullo, Vittorio Pultrone, Dry Salapadù, Russpel e le associazioni Ali d’Aquila e il Teatro del Grillo hanno infatti risposto con entusiasmo all’iniziativa con aiuti finanziari e con la fornitura di materiali per promuovere la Città di Soverato come luogo riccodi vivacità culturale e di condivisione sociale.
All’interno dell’area in cui avranno luogo le due giornate dedicate al nostro progetto allestiremo una scenografia con grandi poster paesaggistici dell’Inghilterra del periodo storico, locandine dei film tratti dai romanzi austeniani, grandi pannelli e cartoline con frasi tratte dai romanzi e dall’epistolario.
Nel weekend l’area prescelta comprenderà: Spazio lettura con libri illustrati su Jane Austen e un laboratorio per i più piccoli curato dalla Libreria Non ci resta che leggere di Soverato; Spazio teatro con lettura interpretata in costume Regency da parte dei/lle ragazzi/e delle scuole superiori per il pubblico: Spazio cinema all’imbrunire con proiezioni di film tratti dai romanzi austeniani:
Verrà allestita da la Jane Austen’s room e verrà organizzato un gioco in cui saranno dati dei libri di Jane Austen in premio.
La Libreria InContro di Soverato gestirà uno spazio finalizzatoalla vendita dei testi di Jane Austen; Le pasticcerie Dolce Mania, Soverato Dolci, Morè, Dolci Pensieri, Olimpia e Perri di Soverato saranno presenti con i loro pasticcini offerti alla Biblioteca delle Donne per la cittadinanza nello spazio Ex Comac e il rito del tè a prezzo ridotto verrà rispettato dai loro bar durante i giorni della
manifestazione.
Il lavoro preparatorio nelle scuole con letture dei romanzi e un’aggiornatissima bibliografia sull’autrice, messa a disposizione dalla Biblioteca delle Donne, aprirà momenti di confronto anche nei luoghi frequentati dai giovani secondo la modalità del ‘flash mob’ .
Il teatro del Grillo con grande sensibilità appoggerà l’iniziativa proiettando il 25 maggio alle ore 21,00, con ingresso gratuito, Becaming Jane, un film dedicato a Jane Austen. Diverse cassettine di libri di vari autori e autrici, compresa Jane Austen, sono già posizionate in più punti strategici della città allo scopo di diffondere il piacere della lettura come strumento di benessere.
La Biblioteca delle Donne ha seguito le varie fasi organizzative del rogetto Jane Austen finanziato anche con l’autotassazione delle socie. L’approfondimento culturale è stato curato da Lilly Rosso con il contributo di Marisa Rotiroti e Ketty Fragalà; l’allestimento scenografico e grafico è stato ideato da Paola Nucciarelli con il sostegno di Fulvia Gioffrè, Maria Teresa Grillone, Rita Punzi, Eva Winser e Paola Nisticò. Le decorazioni dei cestini per i dolci e i libri sono state realizzate da Natalia Gioffrè e Nuccia Fragalà; I costumi
Regency sono stati realizzati da Tina Alvaro con l’aiuto di Anna Sia Pavone e Rosa Filia. Il progetto rientra ne “Maggio dei Libri” stato convalidato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in collaborazione con il MIUR.

Annunci