Davoli, bulbi di papavero da oppio e un medicinale vietato sequestrati: due arresti

Nella nottata di giovedì,  nel corso di un servizio finalizzato al contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e psicotrope predisposto dalla Compagnia di Soverato, i Carabinieri della Stazione di Davoli hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, due cittadini indiani. Nella circostanza, nel corso di un mirato servizio di osservazione, controllo e pedinamento eseguito in una zona periferica sita nella frazione marina del Comune di Davoli i militari hanno notato due soggetti di che si dirigevano verso una pianta di oleandro ove, con fare sospetto, prelevavano una busta in plastica di colore bianco, per poi allontanarsi repentinamente dall’area. A questo punto, i due, dopo essere stati raggiunti e sottoposti a perquisizione personale, venivano trovati in possesso di 33 bulbi di papavero da oppio, per un peso complessivo di 60 grammi, e 48 compresse di “Spasmo Proxyvon plus”, un potente farmaco antispastico, il cui uso è tassativamente vietato in Europa. Pertanto, i citati soggetti, successivamente identificati in SINGH Jaspal, 40enne, e SINGH Surinder, 32enne, sono stati condotti in Caserma e tratti in arresto. La suddette sostanze sono state sequestrate e inviate presso il L.A.S.S. (Laboratorio Analisi Sostanze Stupefacenti) di Vibo Valentia, per gli accertamenti qualitativi di rito. Nel pomeriggio di ieri, la 1^ sezione penale del Tribunale di Catanzaro ha convalidato gli arresti.

Annunci