Girifalco, si è svolto il Consiglio Comunale

Girifalco – Si è svolta giovedì sera la seduta del Consiglio Comunale convocata per discutere cinque punti all’ordine del giorno. L’aula si è  pronunciata sulla riclassificazione delle voci dello stato patrimoniale chiuso il 31.12.2015, approvazione saldi iniziali dello stato patrimoniale e valutazione beni mobili al 1 gennaio 2016; l’approvazione del rendiconto della gestione per l’esercizio finanziario 2016; il bilancio di previsione 2017- applicazione quota vincolata avanzo amministrazione 2016; la variazione al bilancio di previsione – competenza del Consiglio (art. 175, c. 2 Tuel); i lavori di somma urgenza – ratifica deliberazione della giunta comunale n. 23 del 13.02.2017, n. 24 del 13.02.2017, n.25 del 13.02.2017, n.26 del 13.02.2017, n.33 del 17.02.2017, adozione provvedimenti ex art. 191 comma 3 Tuel. Prima di entrare nel merito delle pratiche, l’aula, su proposta del presidente del Consiglio Comunale, Elisabetta Ferraina, ha osservato un minuto di silenzio per le vittime dell’attentato a Manchester. A relazionare sul primo punto è stato l’assessore al Bilancio, Valeria Tolone. La pratica è passata con 8 si, un contrario (L.Stranieri) e due astenuti (Deonofrio, Signorello). Il delegato al Bilancio ha, quindi, illustrato il secondo punto all’ordine del giorno sottolineando la capacità dell’ente di far fronte alle proprie spese; sono stati, inoltre, rispettati i vincoli di finanza pubblica; le entrate accertate risultano in linea con quanto previsto con il bilancio di previsione; garantita in maniera ottimale la gestione ordinaria. Due le macro aree su cui si è sviluppato l’intervento del consigliere con delega ai Lavori Pubblici, Filippo Giovanni De Stefani. Il delegato ha parlato dei lavori relativi a Palazzo Staglianò, Io Gioco Legale (lavori in fase di completamento), la sede Com, Borg@rte, marciapiedi su via Migliaccio, ripristino viabilità comunale, primo piano Comune, locali via Cairoli, lavori scuola via de Amicis,  progetto campo sportivo via Boccaccio, espletamento appalto rsu, partecipazione a una serie di bandi, attività di programmazione (aggiornato piano protezione civile per partecipare bando edifici strategici, programmato centro strategico contrada Serra – adeguamento sismico di un padiglione, attività studio Psr- partecipazione Misura 5, adeguamento sismico scuola elementare, vide sorveglianza). Sulle politiche sociali ha, invece, relazionato l’assessore Elisabetta Sestito. I punti cruciali hanno riguardato lo Sprar, l’assistenza domiciliare, il progetto di servizio civile “I colori della Diversità”, fondo con famiglie con disagio economico, voucher, baratto amministrativo, adesione bando per servizio civile con due progetti. A prendere la parola è, quindi, stato il consigliere dei Democratici per Girifalco, Teresa Signorello che ha chiesto lumi sulle procedure legate allo Sprar, all’orto botanico, al bando per la nettezza urbana, agli alloggi popolari, all’aiuto alle famiglie con disagio economico. Ed ancora il consigliere Signorello ha espresso disappunto sulla scelta della giunta di erogare un contributo all’associazione Kinema per la diffusione del docu-film “Uscirai Sano”. A rispondere al consigliere è stato il sindaco. “Se come dite voi la vostra gestione è stata brillante – ha detto il primo cittadino – perché non ci dite cosa avete fatto nei 15 anni di governo? Se le scuole hanno problemi, forse, qualcosa non è stato fatto in passato. Giuste le vostre osservazioni, ma esagerate. Rispetto alla nettezza urbana, qualcosa non va. Ma sulla campagna di sensibilizzazione, il consigliere Signorello si sbaglia. E’ stato diffuso un opuscolo informativo, sono state realizzate iniziative per i bambini nell’ambito della campagna “Mi Illumino di Meno” e con il progetto “C’era una volta un rifiuto”. Rispetto all’edilizia popolare, devo dire che la situazione è drammatica. Il 60% dei beneficiari usufruisce dell’assistenza alloggiativa da anni, quando invece dovrebbe durare solo 6 mesi. Molte case non sono abitate. L’ufficio ha provveduto a fare delle diffide per recuperarle. Per alcuni situazioni sono state adottate delle misure di assistenza alloggiativa così come ha fatto il consigliere Deonofrio in passato. Rispetto alla situazione generale bisogna sedersi insieme e ragionare su come fare. Anche sulle lottizzazioni occorre vederci chiaro. I problemi sono tanti e ci sono. Ma ci stiamo adoperando per risolverli”. A prendere poi la parola è stato il capogruppo dei Cittadini Liberi e Attivi, Luigi Antonio Stranieri. Per prima cosa il consigliere ha lamentato il mancato confronto con l’opposizione. Ha poi segnalato ritardi e disappunto per Io Gioco Legale, Girifalco-Maida, marciapiedi, rifiuti e Sprar. Subito dopo il dibattito si è passato al voto: la seconda, la terza e la quarta pratica sono passate con otto voti favorevoli e tre contrari; l’ultima con otto si, due no e un astenuto (L. Stranieri). Nel corso del dibattito, segnato dagli interventi dei consiglieri di minoranza e di maggioranza, il sindaco ed il vicesindaco hanno spiegato a che punto sono gli iter relativi a due importanti questioni: gli interventi in prossimità del Liceo e la vertenza dell’eolico.

Annunci