Per la CONSAP – Sindacato di Polizia il reato di tortura è uguale alle barbarie medievali

Antonio Cunsolo e Ettore Allotta

“Summm ius summa iniuria”, (somma giustizia, somma ingiustizia),dicevano i ROMANI, ma possibile che l’iniuria debba di fatto colpire a priori? Ora da più parti ci si duole del fatto che è stato creato un “monstrum” giuridico che darà origine a più capri espiatori per “avvisi di garanzia”, beninteso come “fatto dovuto” , sulla base di foto, esposti, scatti fatti probabilmente da manifestanti che di “manifestanti” non hanno nulla ma sono solo delinquenti mascherati con sbarre di ferro e ogni oggetto atto ad offendere..

 

Ma il danno è fatto.

“Una legge come quella emanata esporrà gli agenti di polizia a denunce strumentali a processi mediatici. E’ una legge contro le Forze dell’Ordine.”

La Consap non può tacere davanti a questa scellerata scelta parlamentare di approvare una tale legge che incatena le mani alla Polizia e a tutte le forze dell’Ordine depositando di fatto ai delinquenti un testo che sarà dagli stessi, sicuramente, impiegato per ottenere l’impunità.

 

Lo afferma con ostinazione e compattezza la segreteria Provinciale della Consap di Catanzaro   guidata dal segretario Generale CUNSOLO Antonio e dal suo Vice Segretario Ettore Allotta.

“siamo quasi certi – continua la Consap – che con l’introduzione del reato di tortura si assisterà a infondate accuse di tortura contro coloro che sono sistematicamente impegnati nella tutela dell’ordine pubblico che porteranno a guardare con allarmante sospetto l’operato delle Forze dell’Ordine e delle Forze Armate ingenerando nella collettività scomodi dubbi, dimenticando che esse – invece – sono a presidio della democrazia e del principio di legalità del nostro Paese”

 “Così come varata – continua la Consap -questa legge porterà a contesti sgradevoli e scomodi a causa delle lacune contenute nella stessa legge”

Ci troveremo sempre più spesso davanti a casi di rapinatori o altri soggetti atti a delinquere che invocheranno proprio questa ultima statuizione del legislatore in cerca della impunità gettando fango addosso a chi porta le divise con moralità, decoro e lealtà.

 

E tutto ciò non è tollerabile.

Sarebbe molto più equo invece ridare alla Polizia Giudiziaria più poteri svincolandola dai ruoli dei P.M., valorizzando la loro attività e consentendo maggiori poteri di indagine.

Questo Sindacato si batterà sempre con vigore perché i Colleghi siano ampiamente tutelati nello svolgimento del loro lavoro.

Annunci