Girifalco, si è svolto il consiglio comunale

GIRIFALCO – Sono cinque i punti approvati dal Consiglio Comunale nella seduta di oggi: bilancio di previsione 2017, applicazione quota vincolata avanzo amministrazione 2016; variazione al bilancio di previsione 2017/2019; istituzione servizio trasporto discoteca Friend Bus ed approvazione regolamento per la disciplina del servizio; approvazione della delibera di giunta relativamente al nuovo regolamento per la disciplina delle attività di ripresa audiovisiva, registrazione e diffusione via web delle sedute del Consiglio comunale e delle assemblee pubbliche; integrazione del regolamento per la tutela e la valorizzazione delle attività agro alimentari tradizioni locali – Istituzione della De.Co attraverso l’inserimento del logo del marchio individuato attraverso un concorso di idee. Le prime due pratiche, relazionate dall’assessore al Bilancio Valeria Tolone, sono state approvate con il sì della maggioranza e il no della minoranza (Teresa Signorello, Luigi Stranieri). Sul secondo punto – licenziato con il sì della maggioranza e il no della minoranza – ha preso la parola il capogruppo dei Cittadini Liberi e Attivi, Luigi Antonio Stranieri che, facendo riferimento ad un atto protocollato da Città Solidale rispetto all’intestazione delle utenze da volturare, ha chiesto lumi al capogruppo di Solo Girifalco, Filippo De Stefani, relativamente all’operato dell’assessore al Bilancio. Dopo la precisazione del sindaco, Pietrantonio Cristofaro riguardante il fatto che l’istanza illustrata dal consigliere è di competenza degli uffici, De Stefani ha replicato rassicurando che saranno fatte le opportune sollecitazioni al fine di sanare la questione. L’occasione è servita al vicesindaco, Maurizio Siniscalco, per rendicontare all’aula le risultanze delle riunioni avute, nei giorni scorsi, in Prefettura dai Comuni sedi Sprar. Gli stessi hanno preso atto dei benefici che potranno scaturire dalla scelta fatta.Non è tardata ad arrivare la risposta dell’assessore Tolone secondo cui il consigliere Stranieri avrebbe dovuto informarsi meglio sulle procedure anziché “usare questo punto per attaccarmi personalmente”. Stranieri ha, quindi, incalzato sul consumo dell’acqua all’orto botanico. Subito dopo è intervenuto il consigliere dei Democratici per Girifalco, Teresa Signorello che ha ripreso il discorso dei rifiuti chiedendo perché i lavori che dovrebbero essere eseguiti dalla ditta vengono eseguiti dai Forestali. Il dibattito si è, poi, spostato sulla sentenza del Tar su un intervento di demolizione per, poi, tornare sul tema dei rifiuti. Su quest’ultimo punto sono intervenuti il vicesindaco, il consigliere De Stefani e, anche, il sindaco che, quotidianamente, sollecita l’ufficio in materia. A relazionare sul terzo punto è stato l’assessore alla Cultura, Elisabetta Sestito che ha illustrato all’aula le fasi salienti dell’iter che hanno portato all’istituzione del friend bus. Il confronto si è, quindi, sviluppato sui contenuti del regolamento. Sul criterio di scelta si è soffermato il consigliere Signorello. Sulle modalità ha replicato l’assessore Sestito che ha invitato il consigliere ad avanzare delle proposte da inserire. Diverso il giudizio di Stranieri secondo cui non si può negare il servizio a nessuno. Di più. Per il consigliere si dovevano usare i fondi per altri servizi. Come la riqualificazione della fontana Carlo Pacino. La proposta di Stranieri (stornare la somma destinata al bus alla pulizia della fontana) diventa, così, una proposta da mettere ai voti. Dopo un breve momento di sospensione i lavori sono ripresi con l’intervento del capogruppo Filippo De Stefani che ha invitato il sindaco ad illustrare le misure adottate dall’amministrazione comunale relativamente alla fontana. “Per prima cosa è utile chiarire che il finanziamento previsto per il friend bus è pari a 2mila euro. E’ del 27 giugno – ha detto il sindaco – la graduatoria (ordinanza 304/2016) sugli interventi per gli edifici strategici. Girifalco usufruirà di ben due finanziamenti, uno di 2,3 milioni (edificio Contrada Serra) e l’altro di 1milione e 766 mila euro (edificio comunale). In questi giorni avremmo dovuto appaltare i lavori di questo edificio per un totale di 300 mila euro. Appresa la notizia dei finanziamenti abbiamo fermato l’iter di appalto e abbiamo già presentato istanza per utilizzo diverso dei 300mila euro. Di questa somma, 30 mila saranno destinati ai lavori della fontana. E’, infatti, già stato fatto un sopralluogo alla presenza di un restauratore. Non c’è disattenzione da parte dell’amministrazione comunale sulla fontana. Anzi, oltre alla ripulitura saranno fatti interventi di restauro”.
Per il consigliere Stranieri la lungaggine dei tempi impone, però, un intervento immediato. La proposta del consigliere viene messa ai voti ma non passa (no della maggioranza e si della minoranza – Stranieri e Signorello). Prima di approvare la pratica, l’aula ha valutato l’opportunità di integrare il regolamento con l’inserimento di alcuni criteri legati all’età dell’utenza e al principio della rotazione. L’atto è passato con il sì della maggioranza, del consigliere Signorello e il no di Stranieri. A relazionare sul quarto punto è stato il presidente del Consiglio, Elisabetta Ferraina che ha ricordato i punti cardine del disciplinare. Tredici gli articoli, tanti gli obiettivi. Uno su tutti: coinvolgere i cittadini nell’attività dell’amministrazione comunale. La pratica è stata approvata all’unanimità. L’ultimo punto, relazionato dal presidente, riguarda l’istituzione del marchio De.Co ed, in particolare, le risultanze del concorso di idee per il logo. Quattro le proposte di logo pervenute e sottoposte a voto per trenta giorni: logo 1 Rocco Ugo Conte, logo 2 Salvatore Cristofaro e Filastro Giovanni Maria, logo 3 Domenico Conaci, logo 4 Style Sas di Domenico Olivadese. Hanno votato oltre mille utenti. E dal diagramma di votazione è risultato vincitore il logo numero 3 realizzato dall’architetto Domenico Conaci con 504 preferenze. Il presidente ha approfittato dell’occasione per ringraziare quanti hanno partecipato proponendo la proposta di logo e quanti hanno votato. La pratica è stata approvata dalla maggioranza e dal consigliere Signorello. Si è astenuto il capogruppo Stranieri. Prima della chiusura dei lavori, il consigliere Stranieri ha sollecitato l’assessore, Ferdinando Cosco, per un intervento finalizzato a garantire una maggiore pulizia dell’acqua. Immediata la risposta del delegato di giunta: “Sono già stati effettuati interventi di derattizzazione, per quanto riguarda la disinfestazione è stata fatta richiesta all’Asp a cui devono ancora arrivare i prodotti utili a queste operazioni. Per quanto riguarda l’acqua ci siamo proposti di andare dal sig. Cristofaro per ripristinare la seconda fontana e potenziare la fornitura. Per il resto le operazioni di controllo sono già in atto”. Sull’argomento ha, poi, preso la parola il sindaco che ha ribadito la potabilità dell’acqua delle Canalette. Di più. E’stato ripristinato e potenziato anche il progetto dell’acquedotto in località Carruse.

Annunci