Soverato, grande successo per il concerto di beneficenza “Un Senso…Live 2017”

SOVERATO – L’emozione è ancora forte raccontando una serata che sicuramente rimarrà memorabile per Soverato, per l’obiettivo nobile che si è raggiunto, per la partecipazione e la generosità dimostrata, ancora una volta, dai calabresi, e per le grandi emozioni che sul palco hanno saputo trasmettere con la loro musica gli artisti che si sono esibiti. Tutto questo e molto altro è stato “Un Senso…Live 2017”, il concerto di beneficenza che ieri sera ha visto protagonisti sul palco della Summer Arena artisti nazionali ed internazionali uniti per un obiettivo comune, la raccolta fondi per finanziare una missione dell’Associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo presieduta dal prof. Alessandro Frigiola. Ed è proprio quest’ultimo, sul palco assieme agli organizzatori, per ricevere un premio dall’amministrazione comunale con in testa il sindaco Alecci, che ha suscitato tra i presenti, grande ammirazione per il lavoro svolto, in seguito anche alla proiezione di un video che ha destato grandi emozioni e mostrando tutto il duro e proficuo lavoro che l’equipe di questa associazione svolge da tanti anni in diversi Paesi del mondo. “Un Senso…Live 2017”, organizzato su iniziativa dell’associazione culturale “Life for Life” (formata da professionisti ed imprenditori del soveratese e presieduta dal dott. Domenico Mammone) che, con il supporto dell’amministrazione comunale di Soverato ed il patrocinio della Provincia di Catanzaro, ha dato vita a questo evento a scopo benefico, ha avuto grande successo di pubblico ed apprezzamenti per la bontà dell’iniziativa oltre che per la qualità degli artisti che si sono esibiti. L’evento, presentato da Fernando Proce, voce storica di Rtl 102.5 e poliedrico intrattenitore, insieme alla bellissima Giulia Montanarini, è riuscito a raggiungere l’obiettivo che si era prefissato, ovvero contribuire in maniera importante a finanziare una delle missioni dell’Associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo, ed il dott. Domenico Mammone, presidente dell’associazione “Life for Life” e promotore dell’evento, ha ringraziato sul palco tutti quelli che hanno collaborando alla riuscita di questo evento, nonché l’amministrazione comunale di Soverato, Maurizio Senese per la disponibilità all’utilizzo della Summer Arena ed il pubblico che ha risposto in maniera numerosa. Anche il sindaco di Soverato, Ernesto Alecci, nel donare al prof. Frigiola il cavalluccio marino simbolo della città, realizzato dall’orafa soveratese, Lea Urzino, oltre che complimentarsi per l’iniziativa, si è detto felice della risposta e della grande prova di solidarietà dimostrata. Guidata dal direttore artistico dell’evento, il maestro Paolo Sergio Marra, la serata ha visto esibirsi sul palco tanti artisti, offrendo ai presenti una grande varietà di generi. Si sono infatti esibiti diversi artisti nazionali ed internazionali: Bianca Atzei, Dear Jack, Fulvio Palese, Alessia D’Andrea, Durga McBroom (storica vocalist dei Pink Floyd), Princesses of Violin, Rosalba Scutieri (soprano), Paulo Mendonça. Infine, chiusura affidata alla band di Vasco Rossi: Stef Burns, Claudio Golinelli e Will Hunt, che hanno deliziato il pubblico sino a tarda notte. Un successo che premia la caparbietà e gli sforzi profusi dall’associazione “Life for Life” e da tutte le componenti che hanno creduto in questa iniziativa. Ci si è lasciati con l’auspicio di rivedersi il prossimo anno con un’altra edizione di “Un Senso…Live”. L’associazione Bambini Cardiopatici nel Mondo è un’organizzazione no profit laica e indipendente che, grazie alla collaborazione volontaria di più di 150 chirurghi, medici, infermieri, e tecnici dei più importanti centri cardiochirurgici italiani e stranieri opera nei Paesi in difficoltà per dare una speranza di vita ai bambini malati di cuore. Nata nel 1993 a Milano per volontà del prof. Alessandro Frigiola e della prof.ssa Silvia Cirri, l’associazione ogni mese organizza missioni di speranza in diversi Paesi (ad oggi sono 19), forma i medici e costruisce centri di cardiochirurgia pediatrica nelle aree più depresse, così da sviluppare il sistema sanitario locale ed abbattere il tasso di mortalità infantile. Nelle missioni vengono operati i bambini più gravi, quelli più a rischio di morte nel breve termine; molto spesso l’intervento si rivela risolutivo per il resto della loro esistenza, regalando un cuore ed una vita nuova. L’associazione, oltre all’assistenza ed alla cura diretta dei bambini malati di cuore, si occupa anche di creare le condizioni necessarie per uno sviluppo sanitario sostenibile dei Paesi in cui opera: costruisce strutture sanitarie, dona materiale tecnico e chirurgico, forma direttamente sul campo i medici locali, così che possano diventare loro stessi artefici del cambiamento.

Annunci