Archivi categoria: cronaca

Domani al campo sportivo di Stalettì l’ultimo saluto a Gregorio Vatrella (video)

Si svolgeranno domani alle ore 16,00 presso il campo sportivo di Stalettì i funerali di Gregorio Vatrella il giovane morto dopo l’incidente in cui una settimana fa aveva perso la vita anche Umberto Fratto.Entrerà per l’ultima volta in quel campo dove era cresciuto e aveva alimentato la sua passione per il calcio. Ti vogliamo ricordare con la Standing Ovation in Montepaone  Borgia di qualche mese fa. Ciao Gregorio

VENDEVANO “TASER” CAMUFFATI DA TORCE ELETTRICHE. DENUNCIATE DUE PERSONE CHE VENDEVANO ABUSIVAMENTE STORDITORI ELETTRICI IN GRADO DI EROGARE SCARICHE ELETTRICHE MOLTO PERICOLOSE PER L’INCOLUMITA’ DELLE PERSONE. SEQUESTRATI OTTO APPARECCHI.

 Le Fiamme Gialle Calabresi del Nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza di Vibo Valentia, nel corso di un’operazione di controllo del territorio finalizzata alla prevenzione e alla repressione di reati in materia di detenzione illegale di armi, munizioni e materiale esplodenti, hanno proceduto ad effettuare controlli in varie località della provincia. Nel corso dell’operazione sono stati rinvenuti, in possesso di alcuni venditori ambulanti, diversi storditori elettrici e altri apparecchi analoghi in grado di erogare una elettrocuzione. Gli stessi sono classificati come armi proprie dall’art. 4 della Legge 110/1975; per questo motivo, per il possesso e la vendita, è prevista una licenza specifica rilasciata dal questore. In qualità di armi proprie, questi apparecchi, comunemente denominati “taser”, possono essere venduti solo da armieri e solo a persone munite di porto d’armi o di specifico nulla osta rilasciato dalle Autorità di Pubblica Sicurezza. La scarica elettrica che ne deriva agisce direttamente sui muscoli provocando forti contrazioni; una scarica di questo tipo riesce ad inabilitare del tutto una persona anche se per pochi secondi e, in presenza di particolari patologie della persona offesa, può essere anche molto pericolosa. Gli storditori in questione, esposti liberamente alla vendita, appaiono agli acquirenti come comuni torce elettriche, ma, mediante un selettore, situato nella parte inferiore dello strumento, viene attivata la funzione “taser” che, con un tasto posto sull’impugnatura dello stesso, aziona la vera e propria potente elettrocuzione. I prodotti sono di fabbricazione cinese. Con questa modalità di presentazione e vendita al pubblico, si inducono clienti inconsapevoli ad acquistare prodotti potenzialmente pericolosi per la salute la cui dentenzione ed uso sono espressamente vietati dalla legge perché equiparati a delle vere e proprie armi. A conclusione di predetta attività investigativa, capillarizzata su tutto il territorio provinciale, le fiamme gialle vibonesi hanno proceduto al sequestro di otto “taser” ed alla denuncia all’Autorità Giudiziaria di due soggetti intenti alla loro vendita in forma ambulante, unitamente ad altra varia merce ed utensileria, per violazione della normativa in materia di armi.

Taglio abusivo 2.600 alberi, due denunce

NOCERA TERINESE (CZ), – Circa 2.600 piante di alto fusto tagliate abusivamente, oltre due chilometri e mezzo di piste e stradelle aperte senza autorizzazione e il furto di un centinaio di altre piante su un terreno boscato di proprietà del Comune di Nocera Terinese. Sono le irregolarità riscontrate, su una superficie di circa 20 ettari, in località Carito-Lago, dai carabinieri forestale che hanno denunciato due persone, il proprietario del bosco e un tecnico libero professionista, contestando loro violazioni alla normativa in materia paesaggistica, urbanistico-edilizia e di vincolo idrogeologico. Per quanto riguarda il rispetto del vincolo idrogeologico, inoltre, si è proceduto alla contestazione di violazioni amministrative per un importo complessivo di circa 88 mila euro.     I militari, dopo aver acquisito copia della documentazione esistente alla Regione, hanno proceduto ad una verifica tra quanto riportato negli atti e quanto effettivamente tagliato in bosco, rilevando le difformità.(ANSA)

IL PRESIDENTE GRAZIOSO MANNO L’8 MAGGIO P.V. INIZIERA’ PRESSO LA CITTADELLA REGIONALE LO SCIOPERO DELLA FAME

“L’ho annunciato e lo farò”. Con questo chiaro impegno, Grazioso Manno Presidente del Consorzio di Bonifica e Irrigazione Ionio Catanzarese comunica che lunedì 8 maggio p.v. dalle ore 10,30 inizierà nella piazzetta della “Cittadella Regionale” in località Germaneto a Catanzaro, lo sciopero della fame. “Mi siederò nella piazzetta della sede della Giunta Regionale – dichiara – e non mi muoverò fino a quando il Presidente Mario Oliverio deciderà di incontrarmi. Ho l’obbligo e la responsabilità di dare seguito alla riuscitissima e partecipata Convention del 4 aprile u.s .organizzata dal Consorzio, durante la quale abbiamo lanciato una serie di significative e importanti proposte, ma da allora – afferma perentorio -nulla si è mosso. Non mi resta – aggiunge – mettere in atto questo gesto estremo ed eclatante. Ringrazio fin d’ora- continua Manno- tutti coloro che hanno condiviso, condividono e condivideranno le nostre battaglie, tutti coloro che, in qualunque modo, intendono sostenermi e quelli che, avendo già aderito all’iniziativa, cominceranno insieme a me lo sciopero della fame.

Cosenza, furto ufficio poste, sradicato bancomat

COSENZA  – Furto, all’alba, nell’ufficio postale di via Popilia a Cosenza.    Persone non identificate, utilizzando uno scavatore, hanno divelto una delle saracinesche del locale che ospita lo sportello sradicando l’apparecchiatura bancomat. Prelevato il denaro i malviventi si sono dati alla fuga facendo perdere le proprie tracce. L’entità del bottino non è stata ancora quantificata. Le banconote contenute all’interno della macchina bancomat potrebbero essere state macchiate durante il furto da un dispositivo che, se manomesso, rilascia un liquido colorante. Sull’episodio indaga la Polizia di Stato della Questura di Cosenza.(ANSA)

Inchiesta su Protezione civile in Calabria, 4 arresti

Un funzionario della Protezione civile della Regione Calabria e tre imprenditori sono stati arrestati dalla Guardia di finanza e dalla Dia di Reggio Calabria con l’accusa di truffa aggravata ai danni dello Stato.    Gli arresti sono stati eseguiti nell’ambito di un’inchiesta condotta dalla Procura della Repubblica di Catanzaro. La stessa indagine ha anche portato ad un sequestro di beni per oltre 250 mila euro.(ANSA)

Gregorio Vatrella non c’è l’ha fatta, le sue condizioni erano molto gravi.

Si è spento questa mattina all’ospedale “Pugliese” di Catanzaro all’età di 24 anni, Gregorio Vatrella, il ragazzo rimasto gravemente ferito nell’incidente automobilistico all’alba del 19 aprile nei pressi della galleria del Sansinato di Catanzaro insieme ad una ragazza (M.G di 36 anni). ed al povero Umberto Fratto, noto parrucchiere di Catanzaro anch’egli di 36 anni.. Amici, parenti e conoscenti in questi giorni hanno pregato per un miracolo che non c’è stato, Dio l’ha voluto con sè nel suo grande campo di calcio.

Lo striscione portato in campo domenica dai compagni di squadra

Giocava nel Real Montepaone ma ha militato anche nel Petrizzi, nello Stalettì, squadra del suo paese e nel Soverato, era amato e stimato dai suoi compagni e dal pubblico che domenicalmente lo seguiva e gioiva per i suoi goal, però non è riuscito a vincere la sua partita più importante. In questi giorni di speranza tutte le squadre del suo girone, quello di prima categoria C e non solo, hanno dimostrato tutta la loro vicinanza e domenica nei vari campi sono apparsi tanti striscioni si solidarietà. La redazione sportiva di Soverato Uno TV si stringe intorno alla famiglia e alla  società del Real Montepaone: CIAO GREGORIO !!!

(Mimmo Cosentino)

Operaio Trenitalia folgorato, gravissimo

REGGIO CALABRIA, – Un operaio di 51 anni, dipendente di Trenitalia, è rimasto folgorato, per cause in corso di accertamento, mentre stava lavorando alla riparazione di un locomotore elettrico nel deposito di Reggio Calabria.    All’arrivo degli operatori del 118, l’operaio, che è stato colpito da una scarica pari a 1.000 volt, non dava segni di vita, nonostante i colleghi avessero praticato nell’immediatezza tutte le procedure di primo soccorso e il massaggio cardiaco.    I sanitari, dopo oltre mezzora di ulteriore intervento cardiaco sono riusciti a riportare in “circolazione spontanea” il paziente che, adesso, si trova ricoverato nel reparto di rianimazione degli ospedali riuniti di Reggio Calabria. Le condizioni del cinquantunenne sono definite critiche anche se i medici non disperano di riuscire salvarlo.(ANSA)

Crotone, Daspo per 3 tifosi

CROTONE, – Il Questore di Crotone ha emesso tre Daspo nei confronti di altrettanti tifosi del Crotone per il comportamento tenuto durante e dopo la gara Crotone-Fiorentina dello scorso 19 marzo. Secondo l’accusa, i tre si sarebbero resi protagonisti di atti violenti, compreso il lancio di pietre contro i tifosi ospiti. Si tratta di D.A., 25 anni, che non potrà accedere per tre anni a tutti gli impianti sportivi durante lo svolgimento degli incontri di calcio. Daspo di sei anni invece per G.M., di 32 anni, mentre S.P. (46), non potrà assistere alle partite di calcio per cinque anni e sei mesi. Per tutti è stato disposto anche l’obbligo di firma. In occasione di Crotone-Fiorentina era stato arrestato anche un uomo di Catanzaro che si trovava nel settore ospiti (le tifoserie di Catanzaro e Fiorentina sono gemellate) per aver aggredito uno steward.(ANSA)

Trovato laboratorio produzione droga Era in magazzino appartamento. In manette 45enne di Cirò Marina

CIRO’ MARINA  – Un vero e proprio laboratorio clandestino attrezzato per la coltivazione e l’essiccazione della marijuana è stato scoperto a Cirò Marina dai carabinieri che hanno arrestato un quarantacinquenne di cui non sono state rese note le generalità.    A seguito di una serie di servizi nel centro di Cirò Marina i militari sono giunti ad individuare l’appartamento di proprietà del quarantacinquenne e le sue pertinenze, un garage ed un magazzino. All’interno del magazzino i carabinieri hanno trovato una serra dotata di un sistema di isolamento termico, illuminazione, lampade di calore, timer di attivazione e un sistema di ricircolo dell’aria. Messe a dimora c’erano anche 30 piante di marijuana in via di maturazione. Durante la perquisizione sono stati trovati 609 grammi di marijuana oltre a 20 semi pronti per essere piantati, strumenti e prodotti chimici per la coltivazione e due bilancini.(ANSA)