BOMBA DISTRUGGE BAR-PIZZERIA NEL VIBONESE

Un attentato dinamitardo,seguito da un incendio, ha completamente distrutto un bar con pizzeria di circa 300 metri quadrati a Maierato, comune nei pressi di Vibo Valentia. Danneggiato un appartamento sovrastante al locale. A causa del boato causato dallo scoppio, la gente e’ scesa nelle strade, pensando ad un terremoto. Il fatto e’ avvenuto stamattina, intorno alle 4. Obiettivo dell’attentato il bar “Daniele Maleddu”, dal nome del gestore.  Sul posto i vigili del fuoco e i Carabinieri della locale stazione.

Catanzaro: il terzo polo correrà unito alle elezioni comunali di maggio

Il Terzo polo correra’ unito alle prossime consultazioni per l’elezione del sindaco di Catanzaro e lunedi’ indichera’ il nome del proprio candidato. E’ quanto deciso stasera nel corso di una riunione delle forze del Terzo polo compresa l’Udc che nella Giunta uscente era in maggioranza col Pdl. ”Si consolida e si arricchisce della presenza di altri soggetti politici – e’ scritto nel comunicato conclusivo della riunione – che guardano con interesse ed attenzione all’area moderata di centro, costituita da Fli, Mpa-Ad, Api e Udc, come l’unica realta’ in grado di garantire alla Citta’ di Catanzaro il rilancio del ruolo di capoluogo di regione. Le forze politiche presenti hanno raggiunto una sintesi unitaria su un progetto politico di ampio respiro e, nel corso della riunione, e’ stata individuata, da parte di tutti i partiti, una rosa di nomi, rappresentativi della societa’ civile e del mondo della politica, per la scelta del candidato a Sindaco che dovra’ farsi carico di questo progetto ed il cui nominativo verra’ reso pubblico, dopo la conferma della disponibilita’ dei candidati, nel corso di apposita riunione congiunta di tutte le forze moderate che si terra’ lunedi’ prossimo”. ”Erano presenti a questo decisivo incontro – conclude la nota – per Fli il coordinatore provinciale Annamaria Principe ed il coordinatore cittadino Antonio Marasco; per Mpa-Ad il coordinatore provinciale Fabio Celia, il coordinatore cittadino Maria Adelaide Scarfone ed il dirigente del partito Leo Pallone; per Api il coordinatore provinciale Pietro Romeo ed il coordinatore cittadino Ivan Corea e per l’Udc il segretario cittadino Gianluca Tassone”.

Il 5-6-7 marzo i lavoratori del pubblico impiego saranno chiamati ad eleggere i propri rappresentanti sindacali

Il   5-6-7 marzo i lavoratori del pubblico impiego saranno  chiamati ad eleggere i propri rappresentanti sindacali  in  ogni posto di lavoro .  Votare , oltre che un diritto dovere , rappresenta  fondamento della democrazia, dà sostanza alla partecipazione ed è alla base della tutela di ogni diritto .  Tutto ciò  dovrebbe essere normale  :  eppure  solo la CGIL  ha sempre continuato a rivendicare e condurre battaglie  affinchè  si svolgessero le elezioni che  – ricordiamo – dovevano già  tenersi nel 2010 , ed invece sono state ostacolate e rinviate dal precedente Governo di centro- destra .

Da sola   la CGIL , per anni ,  ha lottato   mentre altri consentivano  alle  misure del Governo di centro-destra  di  ridurre i diritti dei lavoratori , diminuire  gli stipendi  attraverso il mancato rinnovo dei contratti nazionali e la perdita di potere d’acquisto delle retribuzioni rimaste ferme . Da sola la CGIL ha lottato contro le misure del Governo  che rendevano precario il lavoro , che aumentavano le differenze e le disuguaglianze , che riducevano l’occupazione .

Il rinnovo delle Rappresentanze Sindacali Unitarie è il risultato di una battaglia della CGIL  durata molti mesi e con queste elezioni si ripristina la democrazia e la partecipazione sui posti di lavoro pubblici  .

Oggi molti cercano di rifarsi  una verginità ; anche quei sindacati che sino a ieri  facevano incontri  ed accordi separati con il Governo degli ex-ministri  Brunetta e Sacconi  :  ma i lavoratori pubblici non avranno la memoria corta e sapranno riconoscere  anche col voto alle liste e ai candidati della CGIL  , la coerenza della sua azione.

Oggi appare sempre più chiara ed evidente la vera essenza  delle campagne degli ex-ministri Brunetta e Sacconi  mirate alla negazione del voto , della contrattazione nazionale  e  di quella integrativa a livello di ente :   sotto  il polverone degli impiegati “fannulloni “  si voleva colpire l’intero sistema dei servizi pubblici .  La grave crisi economica di  questi anni  è stata utilizzata  per  aumentare  disuguaglianze e  per ridurre il ruolo dei servizi  pubblici in tutti i settori .

E’ da molti anni che la CGIL sostiene la necessità di una vera riforma della amministrazioni pubbliche  che non corrisponda alle politiche liberiste di  riduzione e privatizzazione  dei servizi pubblici , di riduzione delle retribuzioni  e dell’occupazione . Occorre una rinnovata  concezione  del  lavoro pubblico e dello stato sociale che costituiscano insieme  fattore di sviluppo . La pubblica amministrazione ha bisogno di una riforma strutturale, che ripari i danni fatti dalla  legge 150/2009 voluta da Brunetta, una legge che la CGIL, da sola , ha contrastato e respinto.  Bisogna creare  una pubblica amministrazione che abbia al centro  della sua azione il bene comune, l’erogazione di servizi di qualità ed in tempi brevi . Una pubblica amministrazione autonoma e svincolata dalla politica ; che in Calabria , nel nostro territorio, deve essere  e rappresentare  un primario presidio di legalità , mettendo in connessione i servizi ai cittadini ed alle imprese,  diritti , regole , trasparenza ed assoluto rispetto di leggi e procedure  , dal semplice rilascio di una certificazione alla più complessa gestione di affidamenti  ed appalti , al corretto ed efficace impiego di risorse umane e finanziarie .

La CGIL continuerà a sostenere la centralità  e la necessità di rinnovare i Contratti  Nazionali e la contrattazione integrativa  aziendale e sostenere con forza la necessità di  cancellare le leggi dell’ex-ministro Brunetta . Continueremo a smontare tutte le false argomentazioni che sostenevano  le ragione della controriforma Brunetta . I dipendenti pubblici sono stati additati come fannulloni, un’immagine falsa, che la  CGIL ha combattuto con forza difendendo il lavoro pubblico ; i lavoratori pubblici  sanno che gli obiettivi dei proclami dell’ex- ministro  Brunetta, camuffati con un efficientismo di sole parole e spot mediatici , erano la privatizzazione dei servizi e lo smantellamento della pubblica amministrazione.

La CGIL contrasterà con fermezza questi disegni , ribadendo  la necessità di una reale riforma della Pubblica Amministrazione che realizzi  un fattore di crescita per il nostro Paese.   Il lavoro pubblico aiuta l’Italia ,  la fa crescere e rendere più giusta .

Tonino MELITI

Segretario Generale  FP CGIL

Il Soverato affronterà il Bisceglie

Il Soverato affronterà il Bisceglie, squadra pugliese con cento anni di storia alle spalle, che dopo il poker rifilato al Potenza ha vinto il triangolare  per accedere ai quarti di Coppa.
Il Bisceglie è attualmente secondo nel campionato di Eccellenza pugliese e Mercoledi prossimo affronterà il Soverato che ha battuto i sicliani del Real Avola.

Ndrangheta: 23 arresti e sequestro beni per cinque milioni

I finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria e il Gruppo pronto impiego di Milano hanno eseguito 23 ordinanze di custodia cautelare, di cui 22 in carcere ed una ai domiciliari, ed il sequestro di beni mobili ed immobili per oltre 5 milioni di euro. Alcune ordinanze sono state eseguite in Emilia-Romagna. Alle persone arrestate, alcune delle quali vicine alla ‘ndrangheta, sono stati contestati vari reati tra cui riciclaggio, estorsione e corruzione, con l’aggravante del metodo mafioso.

 

L’Unione dei Comuni di Isca ha incontratoi responsabili territoriali di Poste Italiane

La Giunta dell’Unione dei Comuni, guidata dal Presidente Antonio Corasaniti, ha incontrato – presso la sede dell’Ente di Isca – i responsabili territoriali di Poste Italiane. Diversi i temi affrontati, quali: le recenti disfunzioni registratesi nella fase di consegna della corrispondenza che hanno causato gravi disagi ai cittadini (soprattutto a quelli residenti nei centri storici sempre più spopolati, dove peraltro l’attività degli uffici postali procede da tempo a singhiozzo), le attrezzature obsolete presenti nei vari uffici postali, la collaborazione tra Poste Italiane e Pubblica Amministrazione.  Il responsabile regionale della distribuzione della corrispondenza, Salvatore Arena – nel richiedere una maggiore collaborazione degli utenti per quanto concerne la variazione della toponomastica stradale, la corretta indicazione dell’indirizzo e l’utilizzo di cassette postali esterne alle abitazioni – ha illustrato la gamma di servizi offerti da Poste Italiane agli enti pubblici e ai cittadini per garantire loro un servizio efficiente e di qualità, e assicurato il massimo impegno per risolvere i problemi di varia natura sollevati nel corso della riunione.

Dal 19 marzo a Catanzaro e provincia farmaci a pagamento Protesta Federfarma.

Dal 19 marzo a Catanzaro ed in provincia i medicinali dovranno essere pagati direttamente dai cittadini. E’ la situazione provocata dalla protesta proclamata dalla Federfarma secondo la quale l’Azienda Sanitaria di Catanzaro da piu’ quattro mesi ha smesso di rimborsare le farmacie.
L’Asp deve ancora pagare i medicinali consegnati ai cittadini da ottobre 2011 ad oggi per un importo complessivo di 22 milioni di euro.

Addio a Lucio Dalla

Lucio Dalla

Il cantautore bolognese Lucio Dalla è morto oggi a Montreux, in Svizzera, dove si trovava per una serie di concerti. A stroncarlo è stato molto probabilmente un infarto. Avrebbe compiuto 69 anni il prossimo 4 marzo.
Nessuna avvisaglia, ”stava bene. Lui e Mondella si sono sentiti ieri sera dopo il concerto di Montreaux: era contento di come era andato il concerto.Stamattina si e’ svegliato, ha fatto colazione, un paio di telefonate”, poi il malore. Cosi’, dalla Midas Promotion – societa’ di comunicazione nel mondo della musica e dello spettacolo fondata da Michele Mondella – la sua assistente ricorda, al telefono, le ultime ore di Lucio Dalla. La sua ultima apparizione televisiva e’ stata al Festival di Sanremo insieme a Pierdavide Carone, nel doppio ruolo di autore del brano ‘Nani” e di direttore d’orchestra.                   Lucio Dalla resta una delle figure più importanti della musica italiana contemporanea, grazie a brani indimenticabili come ‘Caruso’, ’04/03/’43’, ‘Come e’ profondo il mare’, ‘Balla balla ballerino’, ‘L’anno che verra”, ‘Futura’ e ‘Piazza Grande’.

Boss Pesce condannato a 5 anni per minacce a sindaco Rosarno

Cinque anni di reclusione: e’ la condanna inflitta dal gup di Reggio Calabria al boss Rocco Pesce, 55 anni, per la lettera di minacce inviate al sindaco di Rosarno Elisabetta Tripodi il 26 agosto 2011. Pesce, detenuto nel carcere milanese di Opera dove sta scontando una condanna all’ergastolo per omicidio e associazione mafiosa, era accusato di minacce nei confronti di un corpo politico o amministrativo per impedirne o per turbarne l’attivita’ aggravate da modalita’ mafiose. (ANSA).

Lamezia Terme in piazza contro intimidazioni e attentati.


La Citta’ di Lamezia Terme si e’ mobilitata contro le intimidazioni e gli attentati compiuti nelle ultime settimane.
Don Giacomo Panizza ha incontrato gli studenti ed ha raccontato le attività svolte dal 1976, anno in cui giunse a Lamezia, ed i momenti in cui gli venne assegnata la casa confiscata ai Torcasio e le minacce ricevute. All’incontro era presente anche il sindaco di Lamezia, Gianni Speranza. In serata c’e’ stata una fiaccolata nel quartiere Capizzaglie. (ANSA).

La redazione di S1TV , così come l'amministratore ed i moderatori del sito, non sono altresì responsabili per il contenuto dei messaggi inseriti dagli utenti all'interno dei commenti. Grazie e buona navigazione