VOLI ESTIVI DA E PER LA CALABRIA, INCONTRO CON ALITALIA

Il Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti e la Vice presidente Antonella Stasi – informa una nota dell’Ufficio stampa della Giunta regionale – hanno incontrato a Roma il Direttore Marketing di Alitalia Andrea Stolfa, accompagnato dal Product Manager, per discutere della programmazione dei voli estivi da e per la Calabria. Sono infatti previste novita’ per gli scali calabresi. Per l’aeroporto di Reggio Calabria c’e’ la possibilita’ di migliorare i collegamenti esistenti con Venezia, incrementare i voli con Milano Linate ed aggiungere nuove destinazioni quali Pisa, Bologna e Torino e ripristinare il volo delle 15 per Roma. Per Crotone si e’ discusso delle nuove tratte per Bologna e Firenze e di un miglior assetto dei voli esistenti per Roma e Milano Linate. Per lo scalo di Lamezia Terme si puntera’ ad un incremento del numero di voli su Milano Linate. Dai i 18 voli settimanali e’ stato assicurato che si passera’ a 28 e, per Roma Fiumicino, da 32 a 50. C’e’ la concreta idea di realizzare un programma complessivo biennale che possa dare un contributo importante in termini di rilancio del turismo in Calabria ed un miglioramento complessivo dell’offerta per la regione. E’ inoltre allo studio la possibilita’ di sperimentare nuove tratte brevi, tra cui un volo tra Reggio Calabria e Bari. Al termine dell’incontro il Presidente Scopelliti e la Vicepresidente Stasi hanno espresso soddisfazione: “L’incontro e’ stato proficuo ed importante poiche’ – hanno detto – si e’ riscontrata l’attenzione di Alitalia per la Calabria e dunque la possibilita’ di incrementare notevolmente la presenza della compagnia di bandiera in tutti gli aeroporti della regione”.  (AGI)

Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica 2012

Dal 17 al 25 marzo si celebra l’XI edizione della Settimana Nazionale per la prevenzione Oncologica, uno dei principali appuntamenti della Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori. L’evento ha come obiettivo informare, sensibilizzare e rendere tutti consapevoli che la prevenzione rappresenta oggi lo strumento più efficace per vincere i tumori. A partire da una sana alimentazione. Numerose pubblicazioni dimostrano che un’alimentazione adeguata può aiutarci a prevenire il cancro. Come, per esempio, la nostra dieta mediterranea, celebre per le sue virtù salutari, modello nutrizionale riconosciuto in tutto il mondo tra i suoi ingredienti principali, simbolo storico della Settimana Nazionale per la Prevenzione Oncologica della Lilt, c’è l’olio extra vergine di oliva, alleato del nostro benessere per le sue qualità protettive nei cobfronti di vari tipi di tumore. Quest’anno la Lilt celebra i suoi 90 anni di attività a favore soprattutto della Prevenzione e di impegno per diffondere sani e corretti stili di vita. L’opuscolo di questa edizione è dedicato alla cucina di famose bloggers, che hanno deciso di regalare alla Lilt i loro menù a favore della salute. Anche la Sezione Lilt di Catanzaro, come ogni anno partecipa a questa importante iniziativa, il prossimo 21 marzo i volontari saranno presenti presso l’ambulatorio di Via Paparo a Catanzaro per offrire la bottiglia di olio extra vergine di oliva assieme ad un opuscolo ricco di informazioni sui corretti stili di vita.

Per ulteriori informazioni potete rivolgervi al num. telefonico 0961/725026 tutti i giorni, dal lunedì al venerdì, dalle ore 9.00 alle ore 12.30.

TENTATO OMICIDIO A GIRIFALCO, GIOVANE CONDANNATO A 9 ANNI

Catanzaro- Si e’ concluso con una condanna a 9 anni di reclusione il processo a carico di Pio Emanuele Palaia, catanzarese di 25 anni, imputato per tentato omicidio poiche’, secondo la pubblica accusa, sarebbe il responsabile delle gravi ferite da arma da taglio riportate il 14 gennaio 2011 da Francesco Lavecchia, 39 anni, dopo una colluttazione.
Il tribunale collegiale di Catanzaro ha ritenuto responsabile il giovane, per il quale il pubblico ministero aveva chiesto una condanna a 12 anni e mezzo di reclusione. A questo punto il difensore dell’imputato, l’avvocato Vincenzo Attisani, attendera’ le motivazioni della sentenza, per le quali i giudici hanno chiesto 90 giorni di tempo, e poi proporre appello. Palaia, che a fine gennaio 2011 e’ finito in manette in esecuzione di un’ordinanza cautelare emessa dal giudice per le indagini preliminari su richiesta della Procura di Catanzaro, si e’ sempre professato innocente rispetto al tentato omicidio di Lavecchia – che non si e’ costituito parte civile -. Nel corso dell’interrogatorio di garanzia, anzi, l’imputato ha spiegato che al momento dell’accoltellamento avvenuto a Girifalco lui sarebbe stato a Catanzaro, e che solo dopo aver saputo quello che era accaduto al 39enne, suo conoscente da lungo tempo, e’ tornato indietro, anche perche’ gli era stato comunicato che lo stavano cercando. Secondo la pubblica accusa – che ha citato Palaia a giudizio immediato -, invece, l’imputato avrebbe accoltellato la sua vittima al culmine di un litigio, grazie soprattutto a quanto riferito dallo stesso ferito, ma anche grazie alla testimonianza di alcune persone presenti vicino all’abitazione di Lavecchia dove il fatto di sangue avvenne. (AGI)

CDM PROROGA SCIOGLIMENTO CONSIGLIO COMUNALE SAN PROCOPIO

Roma – Il Consiglio dei Ministri ha inoltre deliberato la proroga della gestione commissariale del Consiglio comunale di San Procopio (Reggio Calabria). Lo scioglimento era stato disposto il 23 dicembre 2010 a seguito del riscontro di fenomeni di infiltrazione e condizionamento da parte della criminalita’ organizzata. La proroga della gestione commissariale e’ stata decisa per assicurare il ripristino dei principi democratici di legalita’ e per restituire efficienza e trasparenza all’azione amministrativa dell’ente. (AGI)

Sale su palo luce forse per rubare cavi rame,morto folgorato

 CASTROVILLARI – Un giovane, Domenico Carlucci, di 24 anni, e’ morto folgorato mentre si trovava su un palo dell’Enel, presumibilmente, secondo i carabinieri, per rubare cavi di rame.
Il fatto e’ accaduto a Saracena. Secondo la ricostruzione, l’uomo, gia’ noto alle forze dell’ordine, era sul palo quando ha toccato i cavi cadendo al suolo. Portato in ospedale a Castrovillari da alcune persone che erano con lui, che sono state identificate, Carlucci e’ morto dopo il ricovero.(ANSA)

Calabria: a S.Giovanni in Fiore nuovo atto vandalico contro Sindaco

S.Giovanni in Fiore – Un nuovo atto vandalico – annuncia un comunicato del Comune – nei confronti del Sindaco di San Giovanni in Fiore, Antonio Barile, che e’ finito sotto tiro di vili ignoti ormai da mesi. Si pensava che l’ondata intimidatoria si fosse quietata, ma invece ieri, ancora una volta, la macchina del Sindaco e’ stata fatta oggetto di uno sfregio con una gomma tagliata. Il primo cittadino sull’episodio, per il quale e’ stata presentata denuncia, sottolinea: ” non c’era motivo di credere che chi aveva commesso piu’ atti intimidatori spingendosi fino agli attentati veri e propri, avesse cambiato idea, perche’ la nostra azione amministrativa non ha certo rallentato o cambiato direzione da quando sono cominciate queste azioni.
Certo avevo sperato che qualcuno fosse stato colpito da un minimo di sensibilita’ nei confronti della nostra azione diretta esclusivamente al bene comune. Purtroppo cosi’ non e’. Continuano imperterriti e sembra un film che si ripete, perche’ proprio con il taglio di una gomma circa cinque mesi addietro comincio’ questa escalation. E’ triste affermarlo – conclude – ma e’ quasi come se mi fossi ormai ‘abituato’ a questi atti inqualificabili”.(ASCA)

Nuovo Cambio della presidenza dell’USD Montepaone calcio

Una stagione travagliata quella del Montepaone  che sembra un porto di mare, giocatori che vanno e vengono, allenatori e direttori sportivi che cambiano e presidenti che si alternano. Kumar Pawan, di origini indiane, non è più il presidente della società gialloverde, inaspettatamente ha rassegnato le dimissioni insieme al suo vice Gianni Italiano.L’ambiente non è mai stato sereno e tanti problemi si sono accavallati, ora la squadra è precipitata in piena zona play out e tutto ciò si è verificato alla vigilia di un’importante scontro diretto in chiave salvezza, infatti domani dovranno vedersela in trasferta col Cittanova che anch’essa naviga in cattive acque occupando il penultimo posto in classifica. La società si è riunita d’urgenza ed ha provveduto a formare i nuovi quadri dirigenziali per cercare di dare sicurezza  e continuità.. Come presidente è stati rinominato Antonio Lombardo, noto imprenditore nel campo della ristorazione, che aveva lasciato la carica al Pawan in corso di campionato. Con lui un co-presidente, si tratta di Francesco Saverio Fodero che fino a ieri ha svolto le funzioni di direttore generale, carica che ora è stata assegnata a Roberto Setito, assessore al comune di Montepaone e già, qualche anno fa, dirigente della società. Segretario è stato nominato Giovanni Romano mentre nulla è cambiato nello staff tecnico. Molto probabilmente ci potrebbe essere un ritorno del direttore sportivo Alfonso Gerace che aveva lasciato con la nomina a presidente di Kumar Pawan. Negli ambienti sportivi montepaonesi si spera in un ritorno alla serenità anche perché i supporters gialloverdi sono sempre stati vicini alla squadra.

 MIMMO COSENTINO (il quotidiano della Calabria)

Incassano pensione Inps parente morto,confiscati 45mila euro

COSENZA, 16 MAR – Non hanno comunicato la morte del congiunto e per quasi quattro anni hanno continuato ad incassare la sua pensione Inps. E’ l’accusa con la quale la Guardia di finanza ha confiscato alla moglie ed al figlio del pensionato, in esecuzione di un provvedimento del gip di Castrovillari, 45 mila euro in contanti. La confisca fa seguito alla denuncia della madre e del figlio del pensionato alla Procura della Repubblica, la prima con l’accusa di truffa ed il secondo di riciclaggio. (ANSA).

Salvatore Scalzo ha partecipato al primo incontro tra candidati a Sindaco, promosso dall’associazione culturale “Zefiro”.

Si è tenuto ieri  pomeriggio, nell’accogliente cornice del Complesso Monumentale del San Giovanni, il primo incontro tra candidati a Sindaco, promosso dall’associazione culturale “Zefiro”. Alla presenza del presidente Giorgio Alfieri e del suo vice Pino Grisolia, Salvatore Scalzo ha avuto modo di rispondere alle domande dei cittadini convenuti all’incontro. Molti, infatti, i temi trattati dall’assemblea, intenzionata ad approfondire le questioni calde della vita quotidiana della città: dai trasporti alla sanità, con un passaggio obbligato per cultura e politiche sociali. Di seguito un estratto delle risposte di Scalzo alle domande dell’assemblea: “Siamo in un momento storico particolare in cui si concentrano particolari emergenze a Catanzaro: emergenze idrogeologiche, della scuola, dell’igiene pubblica a cui si aggiunge un disagio culturale generalizzato che si traduce in una scarsa voglia di partecipazione della città alla vita di comunità”.

Bilancio comunale: Intervenire sulle emergenze di Catanzaro, significa conoscere la città e capire quali siano le aree che richiedono attenzione immediata. La situazione economica del Comune non è certo floridissima, ma non è neanche così disastrata come si è voluto far credere per giustificare le dimissioni di Traversa: abbiamo dei margini di manovra, ma bisogna muoversi con raziocinio, senza sperperare risorse”.

Politiche sociali: In tema di disagio sociale, non posso non ricordare come uno dei miei primi atti in Consiglio Comunale, assieme all’opposizione, sia stato quello di chiedere di destinare all’assistenza domiciliare integrata, il cui fondo era praticamente azzerato, una parte di quel milione e duecentomila euro destinati al Politeama. E questo perché sì la cultura è importante, ma dobbiamo tenere a mente che ci sono persone che hanno difficoltà tali da non poter pensare alla cultura: il Comune che ho in mente, si prende cura anche di loro”.

Città e ambiente: “Ci sono aree verdi da riqualificare, la maggior parte di questi interventi potrà essere fatto praticamente a costo zero per il Comune, grazie all’attuazione di progetti che coinvolgano la cittadinanza e finanziati dalla Comunità Europea”.

Sanità: C’è poi la questione legata alla sanità: assistiamo praticamente inermi alla spoliazione delle nostre strutture. Il taglio dei posti letto giunto a 178 unità in meno, il trasferimenti di Cardiochirurgia a Reggio, una spesa regionale procapite di appena 15 euro per Catanzaro contro i 64 di Reggio Calabria: questi sono dati reali che abbassano la qualità della vita nella nostra città. Essere un Sindaco capace vuol dire anche difendere a spada tratta la propria città da queste iniquità”.

Politica e Cultura: “Credo che il compito che ci attende sia di ricostruire la fiducia nella politica, attraverso il metodo, la competenza e la trasparenza, coinvolgendo il più possibile i cittadini nella vita amministrativa. Sulla cultura, poi, ritengo possa essere un volano di sviluppo importante: la pianificazione culturale, nelle altre città, rappresenta una delle voci più cospicue nelle entrate del Comune, non vedo perché a Catanzaro non si possa ragionare in questi termini”.

La redazione

Sergio Abramo incontra i lavoratori di Catanzaro Servizi: «Rivedere l’assetto organizzativo»

Lo sviluppo della città è legato alla valorizzazione del quartiere marinaro come centro nevralgico per il rilancio della funzione strategica del Capoluogo. E’ questo il messaggio ribadito da Sergio Abramo in occasione di un incontro, tenutosi ieri pomeriggio a Catanzaro Lido, per discutere delle soluzioni programmatiche da adottare per consentire un pieno recupero economico e sociale del quartiere marinaro. All’incontro, al quale ha preso parte l’ex presidente del Consiglio comunale Ivan Cardamone, il candidato a sindaco ha sottolineato che l’obiettivo principale per il rilancio di Lido e dell’intera città è quello di completare una volta per tutte il Porto, riguardo al quale sono già tra l’altro stanziati i fondi per la definitiva realizzazione. Altro punto fondamentale è quello della  valorizzazione del litorale di Giovino che, per la sua conformazione, può rappresentare un punto di grande attrazione turistica. In questa direzione Abramo ha ribadito che nelle prossime settimane seguiranno altri incontri più specifici per discutere le linee guida da intraprendere per una positiva azione amministrativa in simbiosi con le vocazioni del territorio. Sergio Abramo, nella stessa giornata, ha incontrato, presso la sede del Comitato elettorale, un gruppo di lavoratori della “Catanzaro Servizi” per fare un primo punto sullo stato di salute della partecipata e sulle soluzioni da avviare al più presto per salvaguardare il futuro degli stessi dipendenti. Abramo ha, infatti, voluto rassicurare tutti i lavoratori ribadendo che «l’intenzione è quella di preservare tutti i posti di lavoro – ha detto -, ma è necessario mettere mano all’assetto organizzativo della società per evitarne il tracollo economico». In particolare, Abramo ha sottolineato l’opportunità di rivedere e ampliare anche i settori nei quali è attualmente impegnata “Catanzaro Servizi” per poter al meglio valorizzare le grandi risorse umane e professionali di cui l’amministrazione comunale dispone per garantire alla città servizi più adeguati ed efficienti.

La redazione

La redazione di S1TV , così come l'amministratore ed i moderatori del sito, non sono altresì responsabili per il contenuto dei messaggi inseriti dagli utenti all'interno dei commenti. Grazie e buona navigazione