ELENCO CONVOCATI CATANZARO-ARZANESE

Al termine della seduta di rifinitura svolta nel pomeriggio, sul rettangolo verde del “Ceravolo”, il tecnico Francesco Cozza ha convocato per la gara interna con l’Arzanese i seguenti ventuno calciatori: MENGONI Riccardo, ACCURSI Salvatore, NARDUCCI Simone, SQUILLACE Tommaso, PAPASIDERO Michelangelo, GIAMPA’ Domenico, MARIOTTI Alessio, ESPOSITO Christian, SCERBO Luca, MANNONE Antonino, BUGATTI Federico Ezequiel, ROMEO Roberto, BRUZZESE Serafino, ULLOA Juan Martin, GIGLIOTTI Denny, CORSO Davide, CARBONI Salvatore, SIRIGNANO Ciro, MASINI Simone, QUADRI Alberto e D’ANNA Simone.

Annunci

COMUNICATO STAMPA NUOVO BASKET SOVERATO – RANIERI INTERNATIONAL

Soverato fin dagli anni 70′, nell’ambiente della pallacanestro calabrese è nota per essere una delle principali realtà cestistiche dell’intero territorio regionale. Così è per storia, tradizione, prestigio. Proprio nel solco di tale tradizione la Nuovo Basket Soverato – Ranieri International ha dato avvio, ormai da quasi venti anni, al proprio progetto sportivo che ha sempre condotto, e conduce tutt’ora, ponendo a base del proprio operato i sacri valori di correttezza e lealtà che sono e devono continuare ad essere, per sempre, note distintive dello sport che tanto amiamo. E’ soprattutto per questo che i gravissimi episodi accaduti nella giornata di ieri nei pressi del Palascoppa compongono, senza timore di smentita, la pagina più brutta e vergognosa della lunga storia della pallacanestro soveratese. Poichè di tale storia la Nuovo Basket Soverato – Ranieri International è orgogliosa e fiera di essere la principale continuatrice, ufficialmente, ogni dirigente della nostra società, tutti i tecnici, gli atleti ed i veri tifosi che la sostengono si palesano contriti per quanto accaduto e se ne dissociano drasticamente, stigmatizzando come inconsulti e beceri, i comportamenti che alcuni individui hanno riservato ai Signori Savino Vitanostra e Lillo Denny,ragazzi giunti nella nostra città per renderci un servizio e con cui, tutti noi, solidarizziamo ed a cui, soprattutto come soveratesi, pur non avendo alcuna responsabilità diretta, chiediamo umilmente perdono. La società Nuovo Basket Soverato – Ranieri International tiene a puntualizzare altresì che coloro i quali hanno compiuto atti, non solo antisportivi, quanto criminali non sono, non possono e non devono essere per nessuna ragione accostati all’ambiente, all’immagine, all’idea dell’ambiente cestistico soveratese nè, alla nostra società. Del resto, i vigliacchi autori di atti delinquenziali in occasione di eventi sportivi non possono essere per nessuna ragione considerati tifosi e soprattutto nostri tifosi! Il comportamento di questi teppisti, infatti, ha penalizzato soprattutto la nostra società che ufficialmente si impegna a compiere ogni possibile sforzo perchè tali criminali siano riconosciuti e puniti a norma di legge. La Nuovo Basket Soverato – Ranieri International si impegna altresì a profondere ogni sforzo nelle sue possibilità affinchè episodi di tal sorta mai più si ripetano in una città che, anche grazie alla Nuovo Basket Soverato – Ranieri International, ha reso il basket sinonimo di divertente aggregazione, sano impegno e virtuosa condotta.

ASSITUR SOVERATO: voglia di riscatto?

Soverato. Si rigioca subito e in questo caso è un bene non avere il tempo di riflettere su quanto accaduto domenica scorsa a Matera e tentare di far dimenticare il brutto momento, magari con un immediato riscatto. Ancora una trasferta per l’Assitur Corriere Espresso, in Campania, contro un Mercato San Severino che davvero non può lasciarsi sfuggire la seconda opportunità casalinga che il calendario le offre per cercare di evitare la retrocessione. Domenica le campane sono venute a capo di una gara, contro Frosinone, che per lunghi momenti ha fatto vedere le streghe al pubblico di casa, con le laziali avanti di due set e il baratro aperto sotto i piedi; poi il grande scatto d’orgoglio che ha portato il Rota Volley a ribaltare la situazione e a guadagnare quei due punti che le consentono di mantenere un piccolo margine di vantaggio su San Vito e Pontecagnano. Di tutt’altro tenore, come sapete, la trasferta materana per il Soverato, il che ci fa fortemente dubitare sulla capacità di reazione in vista di un confronto così delicato e con la posta in palio cosi alta. É vero che le grandi squadre si vedono nei momenti difficili, ma nel confrontare le motivazioni certamente l’ago della bilancia pende verso le padrone di casa. Amareggiatissimo il presidente Matozzo all’indomani della trasferta lucana delle proprie atlete; e molto nervoso anche il coach Breviglieri che certamente non si aspettava un calo repentino ed inatteso dopo aver recuperato lo svantaggio iniziale e aver rimesso in carreggiata la partita. In casi del genere le colpe vanno equamente divise tra tutte le componenti e, crediamo che nella riunione tecnica del giorno dopo, non sia passata sotto silenzio la stucchevole prestazione fornita dalle ragazze. Cosa ci si sia detto e quali le soluzioni adottate non è dato sapere perché nulla è trapelato dallo spogliatoio, immaginiamo che la tensione dovesse essere palpabile. Tentare il riscatto a tre giorni di distacco dovrebbe essere il meno che le biancorosse debbano fare, almeno lottando e lasciando sul parquet tutte le energie possibili. Sul risultato non ci giureremmo, viste, come dicevamo, le motivazioni diverse delle due squadre, ma sul rispetto per la maglia e i colori sociali non ci dovranno essere più ombre, perché la società e il pubblico vanno rispettati sempre e comunque e non si possono più perdonare prestazioni come quelle che l’Assitur ha fornito in alcune gare di questo girone di ritorno.

 Fausto Varano

CALCIO: MONS. BERTONE, FELICE SE SCUDETTO ANDRA’ ALLA JUVE

 Catanzaro – “Se la Juventus vincera’ lo scudetto ne saro’ felice”. Lo ha dichiarato il cardinale Tarcisio Bertone, segretario di stato vaticano, in un’intervista pubblicata oggi da “Gazzetta del Sud”. Bertone e’ stato a Catanzaro per ricevere la laurea ad honorem in Giurisprudenza, conferitagli dall’Universita’ Magna Graecia (AGI)

Tre persone avvelenate da funghi, una e’ molto grave

Tre persone sono rimaste avvelenate, una delle quali in modo molto grave, dopo avere mangiato funghi. L’episodio e’ accaduto a Rose. I tre avvelenati, una donna di 45 anni, che e’ la piu’ grave, il figlio di 14 ed il padre di 79, sono stati ricoverati nell’ospedale Annunziata di Cosenza. Nell’ambito delle indagini sono intervenuti due micologi dell’Azienda sanitaria, Ernesto Marra e Orlando Marsico, secondo i quali i tre avvelenati hanno consumato il fungo Amanita verna.
(ANSA).

Nota Stampa di Antonio Rotundo

Riceviamo e pubblichiamo
L’importante e popoloso quartiere di Santa Maria vive oggi un momento di grande disagio – così inizia l’intervento del candidato consigliere Antonio Rotundo –  un vero passo indietro per questa grande area della città capoluogo. Durante il mandato di Sergio Abramo – ha continuato il candidato della lista “Per Catanzaro”- era stato interessato da numerosi interventi nel settore della viabilità e dall’inaugurazione di spazi di aggregazione per i giovani. Purtroppo, però, i cinque anni dell’amministrazione di centro sinistra, hanno letteralmente devastato non solo la città di Catanzaro ma, in particolare, la zona sud. L’abitato di Santa Maria, baricentro di tutto il tessuto urbano della valle della Fiumarella, deve riscoprire la sua centralità e distinguersi come quartiere a misura d’uomo in cui giovani, anziani e famiglie potranno fare affidamento su nuovi servizi ed opportunità. Sarà importante, quindi, riprendere le opere fatte durante la sindacatura di Sergio Abramo e poi pensare alla realizzazione di altre importanti infrastrutture come l’ampliamento del pontile che attraversa il quartiere; riprendere degli immobili storici come la stazione delle ferrovie dello stato che oggi, vista la chiusura della tratta urbana, versa in una condizione di estremo degrado; rifare ex novo il campetto di basket di via Risorgimento, pensando, magari a farlo diventare una struttura polivalente; la realizzazione di rotatorie in corrispondenza degli svincoli che si trovano a Santa Maria; c’è inoltre bisogno di opere di raccolta delle acque, con la creazione di marciapiedi, adeguatamente pavimentati ed alberati, su entrambi i lati della carreggiata. Occorrono pure – continua, Antonio Rotundo, riprendendo il programma di Sergio Abramo – i collegamenti trasversali tra le diverse zone della valle, oggi rese quasi incomunicabili dalla Fiumarella e dalle ferrovie, favorendo la creazione di un tessuto urbano integrato lungo tutta la valle, rimuovendo la concreta percezione attuale di tanti nuclei abitati tra loro sconnessi e di difficili comunicazione reciproca >>.

Antonio Rotundo


Ndrangheta: arrestato Rocco Trimboli, latitante dal 2010

 REGGIO CALABRIA- I carabinieri del Comando Provinciale di Reggio Calabria, del Ros e dello squadrone Cacciatori hanno catturato a Casignana, piccolo comune della locride, il latitante Rocco Trimboli, di 45 anni, detto ”Piseia”. Trimboli era inserito nell’elenco dei latitanti piu’ pericolosi e ricercato dal maggio 2010. A suo carico due provvedimenti emessi dalla magistratura di Torino, uno per una condanna a 11 anni per traffico di droga e l’altro per associazione di tipo mafioso. (ANSA).

CALCIO La situazione a 180′ dalla conclusione

Ci avviamo alla conclusione dei vari campionati e in 180 minuti, e cinque giorni, saranno definite le posizioni delle squadre nei vari tornei sia in testa che in coda.

Quest’anno, come tutti sapete, vigono le nuove regole anche per i play-off e per la disputa delle gare di spareggio (si applica la regola dei 10 punti di distacco, con partita unica in casa delle compagini meglio posizionate in classifica, e, se i 10 punti ci sono anche tra seconda e terza, o terzultima e quartultima, non si disputano le gare) per cui è bene fare un po’ di chiarezza. Si gioca mercoledì 25 e domenica 29 in tutti i campionati, molto è già stato definito, tanto altro ancora si presta a varie soluzioni.

Iniziamo dall’ECCELLENZA per festeggiare in anticipo, e meritatamente, la promozione in Serie D del Montalto che, dopo due anni in cui ha trovato il Bagaladi prima e il Rende la scorsa stagione, ha tagliato il traguardo con due settimane di anticipo e con una prestazione, a Roccella, che non ammette dubbi. In alto, play-off certo per Sersale e Rende (ai sersalesi di Rosati manca un solo punto per evitare la prima partita contro la quinta, ma la matematica dice anche che potrebbe ancora essere scavalcato dai cosentini in seconda posizione.) Il Roccella perde forse l’ultimo autobus, quindi l’unico incontro play-off da disputare, ad oggi, sarebbe Rende-Rossanese per qualificare la sfidante, nella finale regionale, dei giallorossi catanzaresi.

Squadre

Punti

Partite

Mercoledì

Domenica

Sersale

58

Guardavalle

MONTALTO

Rende

54

CASTROVILLARI

R. S. Marco

Rossanese

47

Roccella

BRANCALEONE

Roccella

43

ROSSANESE

Scalea

In maiuscolo le gare in casa

            In coda destino segnato per Bovalinese (18 punti) e Real San Marco (19), una retrocessa direttamente l’altra per i dieci punti di distacco dalla quintultima. Con il Brancaleone (35) virtualmente salvo ed il Siderno (34) quasi (agli uomini di La Face bastano due punti tra Bovalinese, in casa mercoledì, e Soverato, sul neutro di Guardavalle domenica, mentre ai Brando boys, per la matematica, necessita un punticino), resta da definire l’unico play-out da disputare tra Scalea (28), Palmese (30) e Castrovillari (33) in ordine di difficoltà crescente (tutte e tre comunque interessate a fare il tifo per Sambiase ed Acri, in SERIE D, perché con Interpiana retrocessa e Valle Grecanica fortemente inguaiata, una terza retrocessione dall’Interregionale aumenterebbe a quattro le discese dall’Eccellenza.)

            Si avvicina al traguardo il Catona, nel GIRONE B di PROMOZIONE, per l’inatteso mezzo passo falso del Bocale a Oppido ed un calendario favorevole. Questo comunque è il campionato dove tutto è ancora aperto in testa, ma anche, ironia della sorte, quello più inutile per le promozioni finali (i play-off serviranno solo per la definizione dei posti in vista di eventuali ripescaggi!)

Squadre

Punti

Partite

Mercoledì

Domenica

Catona

57

Gallicese

SP DAVOLI

Bocale

55

Marina Gioiosa

CITTANOVESE

Reggiosud

53

GIOIOSA J

S. Calogero

S. Calogero

49

Cittanovese

REGGIOSUD

Taurianovese

48

MONTEPAONE

San Luca

Marina Gioiosa

47

BOCALE

Pro Catanzaro

In maiuscolo le gare in casa

            In coda tutto definito, con San Luca (2), da tempo, e Cittanovese (20) virtualmente retrocesse. Anche la Pro Catanzaro (22) ha un piede in Prima Categoria (potrebbe sperare di battere mercoledì la Mamer (32), ma poi domenica rischia di tornare agli attuali dieci punti di distacco per l’impegno a Marina!) Bene Montepaone (34) e Davoli (39) chiamate a vincere gli incontri decisivi per godersi la meritata permanenza (non dovrebbe servire ma è bene che i montepaonesi tengano ancora gli occhi aperti! Per assurdo, un Cittanova e una Pro a 26 punti, o una delle due, e una Mamer a 36 risucchierebbe in basso la squadra di Ranieri. Dite che esageriamo? Che chi non ha fatto punti finora è difficile che li faccia oggi? Rispondiamo che conosciamo, e anche troppo, il calcio nostrano!!!)

Squadre

Punti

Partite

Mercoledì

Domenica

Montepaone

34

Taurianovese

GALLICESE

Mamer

32

PRO CZ

N Rizziconese

Pro CZ

22

Mamer

MARINA G.

Cittanova

20

SAN CALOGERO

Bocale

In maiuscolo le gare in casa

            In PRIMA CATEGORIA, Girone C, probabilmente la lotta in testa alla classifica sarà definita con una gara in anticipo, con il Polistena che ospita la Serrese e, in caso di vittoria di una delle due, rendere quasi inutile l’ultimo turno. E con la situazione sopra descritta in Serie D rischia di essere davvero decisiva in assoluto, perché già ad oggi ci sarà una sola promozione dai play-off dei quattro gironi, con una terza retrocessione dai semiprofessionisti neanche quella. Lo scontro diretto in testa dovrebbe agevolare il terzo posto del S. Caterina che, ironia della sorte, dovrebbe tornare sul luogo del misfatto, se dovesse vincere la squadra reggina, oppure andare proprio a Polistena, se dovessero spuntarla i vibonesi: come dire, come cade, cade male (fermo restando che prima ci sarebbe il quinto derby stagionale con il Badolato!)

            In coda stesso discorso della Promozione con Uesse Soverato ritirata, Nuova Pontegrande (13) già condannata ed Amaroni (18) sul filo del quasi impossibile, per i dieci punti dalla coppia LaureaneseLimbadi (28) e l’impegno impossibile di Serra all’ultima giornata. Da notare come, in questo girone, la provincia di Vibo sia stata più “furba” di quella catanzarese riuscendo a salvare le proprie rappresentanti e mandando in Seconda tre squadre della nostra zona.

            Nel girone D, neanche la prospettiva di vedere un finale lottato, ma il merito va alla Villese già promossa, ma anche a N. Deliese (attesa domenica 6 Maggio dalla finale di Coppa Calabria) e Bianco, che dovrebbero giocarsi lo spareggio di girone per poi, la vincente, vedersela con la soccombente tra Polistena e Serrese. In coda, invece è lotta aperta. Retrocesso il Mammola, la lotta play-out è apertissima e molto incerta anche nelle posizioni, con MottaAntonimina mercoledì e TaureanaS. Cristina domenica (tra S. Roberto e Africo, a 33 punti, solo gli africesi rischierebbero, nella classifica avulsa, di essere raggiunti dal Motta e superati dal S. Cristina!)

Play-out Girone D

Squadre

Punti

Partite

Mercoledì

Domenica

Africo

33

LOCRI

Capo Sud

S. Cristina

31

N. DELIESE

Taureana

Motta SG

27

Antinimina

BIANCO

Antonimina

26

MOTTA SG

N. Deliese

Taureana

23

C. Lazzaro

S. CRISTINA

In maiuscolo le gare in casa

            Nei GIRONI E ed F di SECONDA CATEGORIA, promosse Cropani e Bivongi Pazzano, retrocesse Salcamp e, virtualmente, Real Sporting CZ (E) e San Sostene (F), cinque squadre per quattro posti, nel primo, già qualificate Stilese (47), Andreolese (44), Chiaravalle (39) e Torres Maria(39), andata favorevole ai torresi, nel secondo (proprio queste due spareggeranno mercoledì a Chiaravalle per la posizione migliore, mentre la compagine di Sant’Andrea effettuerà il turno di riposo nell’ultima giornata)

Play-off Girone E

Squadre

Punti

Partite

Mercoledì

Domenica

Molè

49

SOVERIA SIMERI

Casciolino

Petronà

47

Santacroceravolo

SAN PIETRESE

Taverna

45

CARAFFA

———

Casciolino

44

Cropani

MOLÉ

Santacroceravolo

44

PETRONÁ

Carrao

In maiuscolo le gare in casa

            In coda del girone E, si va verso uno spareggio tra Caraffa (19) e Carrao (16), mentre nell’altro la situazione è complicatissima con sei squadre a lottare e cinque a contendersi, o meglio evitare, tre posti.

Play-out Girone F

Squadre

Punti

Partite

Mercoledì

Domenica

Nuova Valle

26

MONTAURO

Cortale

Gasperina

25

Andreolese

BORGIA

Montauro

25

Nuova Valle

S. Sostene

Stignano

24

Ambrosiana

BIVONGI P.

Ambrosiana

21

STIGNANO

Chiaravalle

Cortale

19

Bivongi P.

NUOVA VALLE

            In TERZA, GIRONE G, si ferma alla penultima il Marcellinara consegnando in un piatto d’argento la promozione al Real Gasperina, cui basta un punto domenica a Sorbo San Basile, e vanificando anche la possibilità di evitare anche i play-off dovendo ora vedersela in finale con la vincente di Albi (45)Simeri Crichi (43), o a campi invertiti secondo i risultati dell’ultimo turno.

            Concludiamo restringendo solo il terreno di gioco, per dire della fase play-off di CALCIO A 5 alla quale il Soverato si è qualificato con il quinto posto finale, per affrontare, sabato prossimo al PalaScoppa, l’Atletico Belvedere.

Fausto VARANO

Calcio: sorella Bergamini,non rimanga impunito chi ha ucciso

COSENZA ‘Ora basta, chi ha nascosto, chi ha omesso, chi ha mentito e chi ha ucciso non puo’ e non deve rimanere impunito. E’ un nostro diritto sapere come, perche’, e chi ha ucciso Denis”. A sostenerlo e’ Donata Bergamini, la sorella di Donato ”Denis”, il calciatore del Cosenza travolto da un camion il 18 novembre 1989 a Roseto Capo Spulico, nel cosentino. ”La mia rabbia – aggiunge – e’ tanta. Mi hanno ucciso un fratello, per 20 anni facendolo passare come suicidio”. (ANSA).

La Ranieri InternationalSoverato Sciupa L’Occasione Di Allungare Il Passo Verso I Play Off

Soverato – Nella 29° giornata di campionato (nonché penultima)la Ranieri Internationaltrova la seconda sconfitta consecutiva: questa volta in casa e contro la squadra di coach Ortenzi (la Nuova JollyReggio Calabria). Uno stop inaspettato che arriva dopo tre parziali chiusi in vantaggio dai locali. Concede troppo il Soverato in fase offensiva nei minuti cruciali del derby e Angelino non si fa pregare: confermandosi ancora una volta top scorer della serata, il numero 11 neroarancio imbastisce un gioco tale da guadagnare l’overtime sul 65-65. Soffrono i tifosi del Soverato, fino all’ultimo minuto del tempo supplementare, chiuso in passivo sul 72-78. Eppure la compagine biancoblù aveva sino ad allora disputato un match impeccabile, andando persino alla pausa lunga sopra di 16 punti (sul 42-26) grazie ad un sempre presente Lo Giacco che ha combattuto come un Titano per aggiudicare il match alla propria squadra. Buona anche la prova di Infelìse che, dopo la prova non esaltante di Gela, ritrova la doppia cifra; nuovamente in campo il coriaceo Venuto con la grinta che lo contraddistingue. Con questo arresto Soverato rischia ora i play off: in classifica è stato raggiunto dal Canicattì e altrettanto potrebbe fare il Rosarno se vincesse nel posticipo di domani. Tutto rimandato a sabato prossimo dunque, quandola RanieriInternational dovrà affrontare una dura trasferta proprio a Rosarno. Se i tifosi della Perla dello Jonio vogliono questa vittoria, come più volte hanno intonato nei cori del PalaScoppa, farebbero bene a sostenere i loro giocatori… in maniera pulita e corretta!

RANIERI INTERNATIONAL SOVERATO: 72

A.S.D. NUOVA JOLLY REGGIO CALABRIA: 78

(18-17; 42-26; 56-49; 65-65)

RANIERI INTERNATIONAL SOVERATO: Barbaro 8, Guzzo 3, Infelìse 17, Lo Giacco 20, Masciari ne, Mercurio ne, Rizzo 2, Rotundo, Vani 12, Venuto 10. Coach: Olivadoti.

A.S.D. NUOVA JOLLY REGGIO CALABRIA: Angelino 22, Ates 20, Caccamo 7, Costa D. 13, Costa R. 2,  Federico, Suraci 2, Tramontana 12. Coach: Ortenzi.

ARBITRI: Vitanostra di Corato (Ba) e Lillo di Brindisi (Br).

Roberta Pultrone

La redazione di S1TV , così come l'amministratore ed i moderatori del sito, non sono altresì responsabili per il contenuto dei messaggi inseriti dagli utenti all'interno dei commenti. Grazie e buona navigazione