Archivi tag: Girifalco

Girifalco, si è svolto il Consiglio Comunale

Girifalco – Si è svolta giovedì sera la seduta del Consiglio Comunale convocata per discutere cinque punti all’ordine del giorno. L’aula si è  pronunciata sulla riclassificazione delle voci dello stato patrimoniale chiuso il 31.12.2015, approvazione saldi iniziali dello stato patrimoniale e valutazione beni mobili al 1 gennaio 2016; l’approvazione del rendiconto della gestione per l’esercizio finanziario 2016; il bilancio di previsione 2017- applicazione quota vincolata avanzo amministrazione 2016; la variazione al bilancio di previsione – competenza del Consiglio (art. 175, c. 2 Tuel); i lavori di somma urgenza – ratifica deliberazione della giunta comunale n. 23 del 13.02.2017, n. 24 del 13.02.2017, n.25 del 13.02.2017, n.26 del 13.02.2017, n.33 del 17.02.2017, adozione provvedimenti ex art. 191 comma 3 Tuel. Prima di entrare nel merito delle pratiche, l’aula, su proposta del presidente del Consiglio Comunale, Elisabetta Ferraina, ha osservato un minuto di silenzio per le vittime dell’attentato a Manchester. A relazionare sul primo punto è stato l’assessore al Bilancio, Valeria Tolone. La pratica è passata con 8 si, un contrario (L.Stranieri) e due astenuti (Deonofrio, Signorello). Il delegato al Bilancio ha, quindi, illustrato il secondo punto all’ordine del giorno sottolineando la capacità dell’ente di far fronte alle proprie spese; sono stati, inoltre, rispettati i vincoli di finanza pubblica; le entrate accertate risultano in linea con quanto previsto con il bilancio di previsione; garantita in maniera ottimale la gestione ordinaria. Due le macro aree su cui si è sviluppato l’intervento del consigliere con delega ai Lavori Pubblici, Filippo Giovanni De Stefani. Il delegato ha parlato dei lavori relativi a Palazzo Staglianò, Io Gioco Legale (lavori in fase di completamento), la sede Com, Borg@rte, marciapiedi su via Migliaccio, ripristino viabilità comunale, primo piano Comune, locali via Cairoli, lavori scuola via de Amicis,  progetto campo sportivo via Boccaccio, espletamento appalto rsu, partecipazione a una serie di bandi, attività di programmazione (aggiornato piano protezione civile per partecipare bando edifici strategici, programmato centro strategico contrada Serra – adeguamento sismico di un padiglione, attività studio Psr- partecipazione Misura 5, adeguamento sismico scuola elementare, vide sorveglianza). Sulle politiche sociali ha, invece, relazionato l’assessore Elisabetta Sestito. I punti cruciali hanno riguardato lo Sprar, l’assistenza domiciliare, il progetto di servizio civile “I colori della Diversità”, fondo con famiglie con disagio economico, voucher, baratto amministrativo, adesione bando per servizio civile con due progetti. A prendere la parola è, quindi, stato il consigliere dei Democratici per Girifalco, Teresa Signorello che ha chiesto lumi sulle procedure legate allo Sprar, all’orto botanico, al bando per la nettezza urbana, agli alloggi popolari, all’aiuto alle famiglie con disagio economico. Ed ancora il consigliere Signorello ha espresso disappunto sulla scelta della giunta di erogare un contributo all’associazione Kinema per la diffusione del docu-film “Uscirai Sano”. A rispondere al consigliere è stato il sindaco. “Se come dite voi la vostra gestione è stata brillante – ha detto il primo cittadino – perché non ci dite cosa avete fatto nei 15 anni di governo? Se le scuole hanno problemi, forse, qualcosa non è stato fatto in passato. Giuste le vostre osservazioni, ma esagerate. Rispetto alla nettezza urbana, qualcosa non va. Ma sulla campagna di sensibilizzazione, il consigliere Signorello si sbaglia. E’ stato diffuso un opuscolo informativo, sono state realizzate iniziative per i bambini nell’ambito della campagna “Mi Illumino di Meno” e con il progetto “C’era una volta un rifiuto”. Rispetto all’edilizia popolare, devo dire che la situazione è drammatica. Il 60% dei beneficiari usufruisce dell’assistenza alloggiativa da anni, quando invece dovrebbe durare solo 6 mesi. Molte case non sono abitate. L’ufficio ha provveduto a fare delle diffide per recuperarle. Per alcuni situazioni sono state adottate delle misure di assistenza alloggiativa così come ha fatto il consigliere Deonofrio in passato. Rispetto alla situazione generale bisogna sedersi insieme e ragionare su come fare. Anche sulle lottizzazioni occorre vederci chiaro. I problemi sono tanti e ci sono. Ma ci stiamo adoperando per risolverli”. A prendere poi la parola è stato il capogruppo dei Cittadini Liberi e Attivi, Luigi Antonio Stranieri. Per prima cosa il consigliere ha lamentato il mancato confronto con l’opposizione. Ha poi segnalato ritardi e disappunto per Io Gioco Legale, Girifalco-Maida, marciapiedi, rifiuti e Sprar. Subito dopo il dibattito si è passato al voto: la seconda, la terza e la quarta pratica sono passate con otto voti favorevoli e tre contrari; l’ultima con otto si, due no e un astenuto (L. Stranieri). Nel corso del dibattito, segnato dagli interventi dei consiglieri di minoranza e di maggioranza, il sindaco ed il vicesindaco hanno spiegato a che punto sono gli iter relativi a due importanti questioni: gli interventi in prossimità del Liceo e la vertenza dell’eolico.

Girifalco, avviso pubblico per la gestione dell’area Rione Pioppi Vecchi-Borg@rte

GIRIFALCO – Ci sono trenta giorni di tempo, a partire dal 24 maggio, per partecipare all’avviso pubblico per la gestione dell’area Rione Pioppi Vecchi – Borg@rte. Sono ammessi a partecipare all’avviso le associazioni culturali, gli enti, le fondazioni, le cooperative nonché le ditte specializzate nell’organizzazione di eventi di natura similare. La durata della concessione è fissata per tre anni. Al concessionario verrà corrisposto un contributo annuo ai fine della gestione dell’area pari a duemila euro ed ha, inoltre, il diritto di incamerare i proventi derivanti dall’esercizio delle attività e di altri servizi accessori svolti compatibilmente con le finalità previste dall’amministrazione per l’area in questione. L’avviso nasce, infatti, dall’esigenza del Comune che, in un’ottica di gestione organica delle aree pubbliche, vista la loro importanza nell’attività sociale e culturale, intende coinvolgere i soggetti privati a supporto dell’amministrazione comunale per la gestione e la valorizzazione degli spari relativi all’antico rione Pioppi. Le istanze saranno valutate da un’apposita commissione di gara che giudicherà le proposte di partecipazione assegnando un punteggio secondo alcuni parametri: qualità del piano di promozione culturale, turistico, sociale pensato per il tessuto storico denominato Borg@rte; qualità del piano di manutenzione, custodia, cura e pulizia dell’intera area pubblica oggetto di concessione; eventuali attività e servizi accessori che si propone di effettuare. L’avviso rappresenta, sicuramente, una prima misura per rendere ancora più attrattiva un’area che, già da qualche tempo, è diventata meta di visite turistiche. Dopo gli alunni del Convitto Galluppi di Catanzaro, qualche giorno fa, un gruppo di  genitori degli studenti protagonisti dell’Agone Festival Interregionale Teatro Scuola, ha ammirato la bellezza di un luogo che parla di storia. Racconta ricordi e ripropone immagini di un passato non troppo lontano che merita di essere rivissuto ed ammirato: Borg@rte.

Girifalco, Si svolgerà sabato 27 maggio, la cerimonia di premiazione dei vincitori del concorso “C’era una volta un rifiuto”.

Girifalco – Si svolgerà sabato 27 maggio, la cerimonia di premiazione dei vincitori del concorso “C’era una volta un rifiuto”. L’iniziativa, promossa dall’Amministrazione Comunale insieme all’Istituto Comprensivo Girifalco – Cortale, alla Ecoservizi e all’Ecosistem, si è sviluppata in due fasi. La prima parte si è consumata venerdì 19 maggio con la visita degli alunni delle classi V della scuola primaria di Girifalco all’Azienda Ecosistem di Lamezia Terme. Dopo l’uscita didattica, gli alunni hanno proseguito la loro esperienza a scuola con il progetto “C’era una volta un rifiuto …” attraverso il concorso che ha visto gli stessi alunni impegnati a redigere un elaborato scritto inerente l’uscita didattica. A giudicare gli scritti, è stata una commissione esaminatrice composta dal dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Girifalco – Cortale, Fiorella Careri, dall’amministratore delegato Ecosistem, Salvatore Mazzotta, da un delegato della società Ecoservizi, dal presidente del Consiglio Comunale, Elisabetta Ferraina e dall’assessore all’Ambiente del Comune di Girifalco,   Ferdinando Cosco. I riconoscimenti saranno assegnati, il 27 maggio alle ore 10 nella sala Consiliare del Comune, agli studenti che si classificheranno al 1° 2° e 3° posto. Non  è tutto. E’ stato previsto anche un premio speciale. A tutti gli alunni protagonisti dell’iniziativa sarà consegnato un attestato di partecipazione.

Girifalco, c’era una volta un rifiuto, uscita didattica e concorso per gli alunni delle classi V 

Girifalco – Si svolgerà oggi, venerdì 19 maggio, la visita guidata all’Azienda Ecosistem di Lamezia Terme. Protagonisti dell’iniziativa, promossa dall’Amministrazione Comunale insieme all’Istituto Comprensivo Girifalco – Cortale, alla Ecoservizi e all’Ecosistem saranno gli alunni delle classi V della scuola primaria di Girifalco. Dopo l’uscita didattica, gli alunni proseguiranno la loro esperienza a scuola con il progetto “C’era una volta un rifiuto …” attraverso il concorso che vedrà gli stessi alunni impegnati a redigere un elaborato scritto inerente l’uscita didattica prevista per domani. A giudicare gli scritti, il 23 maggio, sarà una commissione esaminatrice composta dal dirigente scolastico dell’Istituto Comprensivo Girifalco – Cortale, Fiorella Careri, dall’amministratore delegato Ecosistem,  Salvatore Mazzotta, da un delegato della società Ecoservizi, dal presidente del Consiglio Comunale, Elisabetta Ferraina e dall’assessore all’Ambiente del Comune di Girifalco,   Ferdinando Cosco. I riconoscimenti verranno assegnati agli studenti che si classificheranno al 1° 2° e 3° posto e saranno messi in palio dalla società Ecosistem. Il 27 maggio si terrà, invece, nella sala consiliare del Comune la cerimonia di premiazione. L’iniziativa è stata pensata per favorire la crescita della cultura finalizzata al rispetto e alla cura dell’ambiente attraverso la raccolta differenziata.

Girifalco, parte lunedì 8 maggio il servizio navetta che collega il centro abitato a Contrada Serra

GIRIFALCO – A due anni dall’insediamento, l’amministrazione comunale con a capo il sindaco Pietrantonio Cristofaro continua nel perseguimento degli obiettivi prefissati e contenuti nelle linee programmatiche. Uno su tutti: l’avvio del servizio navetta che collega il centro abitato a Contrada Serra. Un’iniziativa nata e pensata per consentire il trasporto dei cittadini in difficoltà e privi di mezzi propri nelle strutture socio-sanitarie site in Contrada Serra. E’ prevista per lunedì 8 maggio alle ore 7.30 la prima corsa della navetta dal centro abitato a Contrada Serra. La seconda ed ultima corsa (a scendere, quindi dal centro abitato a Contrada Serra) è, invece, fissata per le 10.30. Gli orari per le corse di ritorno – da Contrada Serra al centro abitato – sono le  ore 10 e le ore 12.30. Il servizio sarà attivo tutti i giorni da lunedì a venerdì. Il percorso di andata è il seguente: partenza corso Garibaldi in corrispondenza del civico n.181 (pensilina fermata bus) e 1° fermata Complesso Monumentale; 2° fermata fontana Carlo Pacino – Corso Garibaldi in corrispondenza del civico n.136; 3° fermata  Municipio – piazza Umberto I (pensilina fermata bus); 4° fermata San Marco – via Milano corrispondenza civico n.132 (pensilina fermata bus); 5° fermata via Milano in corrispondenza civico n.67; 6° fermata via Migliaccio corrispondenza civico n. 4 (pensilina fermata bus); 7° fermata Banco di Napoli – via Migliaccio (pensilina fermata bus) corrispondenza civico n.101; 8° fermata via delle Viole – via Migliaccio corrispondenza civico n. 165; 9° fermata via delle Zagare  – via Migliaccio corrispondenza civico n.215; 10° fermata viale delle Margherite – via Migliaccio incrocio via delle Margherite in corrispondenza del civico n.28;  11 ° fermata Azienda Sanitaria ASP – Contrada Serra – Fine Corsa. Dopo una prima fase sperimentale saranno rideterminati e/o confermati orari e numeri di corse in relazione al numero di cittadini fruitori rilevato giornalmente. Alle fermate saranno disposte le informazioni utili per usufruire del servizio. I biglietti possono essere ritirati presso gli uffici comunali (Economato). Si ricorda che il costo del ticket è pari a 1 euro andata e ritorno ma è, altresì, prevista l’esenzione per le donne in gravidanza e la riduzione del 50% per i minori fino a 12 anni. L’avvio della navetta, come detto, rappresenta un importante segnale di attenzione su cui l’assessore comunale alle Politiche Sociali, Elisabetta Sestito, ha voluto porre l’accento. “Ritengo – ha affermato l’assessore Sestito – che con questo servizio, l’amministrazione comunale dimostra, ancora una volta, una particolare sensibilità verso i temi sociali. Per molto tempo i cittadini, soprattutto anziani, hanno avuto notevoli difficoltà per raggiungere le strutture sanitarie di Contrada Serra che rappresentano, da tantissimo tempo, un importante riferimento sanitario per il comprensorio. Pur offrendo servizi di notevole importanza, queste strutture sono state, per troppo tempo, difficili da raggiungere. Con l’avvio della navetta, sono certa,  – conclude l’assessore alle Politiche Sociali, Elisabetta Sestito – che anche i servizi ambulatoriali avranno il loro giovamento. Ma soprattutto sono certa che gli anziani potranno, finalmente, tirare un sospiro di sollievo e non pensare ad una visita medica o ambulatoriale come ad un’odissea quotidiana”.

Girifalco, il Comune partecipa all’edizione 2017 di Let’s Clean Up.

GIRIFALCO – Anche il Comune di Girifalco partecipa all’edizione 2017 di Let’s Clean Up. L’iniziativa, promossa nella nostra comunità dal Circolo Locale di Legambiente, sarà realizzata grazie all’impegno delle associazioni: Asd Girifalco in Bici, Avis Comunale, Connecting Europe, Ecocentrica, Il Grillo Parlante, Prociv, Pro Loco e, quindi, Comune di Girifalco. L’Ente, con apposita delibera di giunta, ha aderito all’iniziativa collaborando attivamente con le associazioni e patrocinando oltre che condividendo il programma della manifestazione prevista per il 14 maggio. L’assessore con delega all’Ambiente, Ferdinando Cosco, ha, inoltre, voluto contribuire direttamente all’iniziativa garantendo l’acquisto – a titolo personale – di materiale utile allo svolgimento della stessa. L’iniziativa nasce con lo scopo di ridurre l’abbandono dei rifiuti in natura e dare visibilità al tema: ed è per questo che la SERR (Settimana Europea per la Riduzione dei Rifiuti) coordina una giornata di pulizia europea (European Clean-up Day) annuale chiamata “Let’s Clean Up Europe”. Da ormai qualche anno, grazie a Legambiente e alle associazioni, Let’s Clean Up è diventato un appuntamento fisso per Girifalco. Ed anche quest’anno il Comune vuole, quindi, sostenere i sodalizi locali impegnati in questa importante iniziativa.

Girifalco, conferenza sul tema””Ambulatorio Ser.D”

GIRIFALCO – Si terrà sabato 8 aprile alle ore 16 nei locali della Biblioteca Comunale la conferenza sul tema “Ambulatorio Ser.D. a Girifalco”. L’incontro è promosso dal Dipartimento Tutela della Salute e Politiche Sanitarie e dal Comune di Girifalco. Introdurrà i lavori Salvatore Loiarro con il tema “Il Territorio e le Famiglie nella cura delle dipendenze”. Il dr Vincenzo Mellace relazionerà, invece, sul tema “Esperienza dell’ambulatorio di    Girifalco”. Previsti gli interventi di Elisabetta Sestito   assessore comunale alle Politiche Sociali e Ferdinando Cosco assessore comunale alla Sanità. I lavori saranno conclusi dal dr.Francesco Montesano Direttore Struttura Complessa  Ser.D Catanzaro.

GIRIFALCO, LA STORIA SI RIPETE!!!!

Riceviamo e Pubblichiamo GIRIFALCO – Apprendiamo con amarezza che, a distanza di tanti anni, si continua a lavorare per la spoliazione della periferia a vantaggio di non si sa chi e, soprattutto, a spese di una regione già in ginocchio per la crisi. E’ condivisibile l’appello lanciato dal Sindaco di Lamezia Terme, Paolo Mascaro e dal Consigliere Regionale, Mario Magno, con cui si oppongono nettamente all’idea – più che concreta – manifestata dall’ASP di Catanzaro di accentrare gli uffici amministrativi nel capoluogo, presso locali privati (ex Mater DEI)  e per i quali già l’Azienda avrebbe anticipato un canone locatizio semestrale di €.91.022,98. Nessuna logica di buon senso o di sana amministrazione può supportare una tale scelta, posto che, con la crisi economica che pervade gli Enti pubblici da più di un decennio, con la possibilità di continuare ad utilizzare immensi locali di proprietà dell’Azienda (quindi gratis), collocati sia a Girifalco che a Lamezia, si scelga di andare a spendere soldi per inutili affitti. Né vale argomentare che si tratta di una scelta che favorisce l’attività degli uffici. Invero, per ciò che concerne Girifalco (già spogliata, alla fine degli anni ‘90, degli uffici all’epoca della soppressione dell’ex USL 19 di Chiaravalle, spostando circa 100 impiegati in locali fittati a Catanzaro e con la promessa di realizzare un Centro Oncologico prima e una struttura di recupero per infortuni sportivi poi) – con i suoi locali dell’ex struttura psichiatrica e quelli immensi di Contrada Serra (circa 30000 metri quadrati di fabbricati vuoti) – è posizionato al centro del territorio provinciale ed è facilmente collegato con l’area del Soveratese (basso Ionio), del Lametino e, grazie alla nuova SS 106, con le strutture di Catanzaro Lido fino al botricellese. Una posizione, pertanto, strategica rispetto a qualsiasi esigenza, posto che l’ASP si occupa della sanità teritoriale. Né vale supporre esigenze di traslazione e movimentazione delle pratiche, considerata l’ormai completa informatizzazione degli uffici che consente la trasmissione di atti per via telematica. Perché agire seconda la logica dei “due pesi e delle due misure”? A chi  giova, veramente, questa operazione? Lo si ripete: si può solo parlare di VERGOGNA per un modo di agire che la storia della Nazione ha condannato da tempo, un modo di operare che forse garantisce logiche di scarso profilo, in netto contrasto  con il concetto di buona amministrazione. L’amministrazione Comunale di Girifalco non starà a guardare e se le RSU hanno già invocato l’intervento delll’ANAC non è improbabile – salvo un intervento immediato delle Autorità Regionali – che la vicenda sia sottoposta al vaglio della Magistratura Contabile ed Ordinaria. Ad ogni modo, da subito, l’amministrazione comunale intende coinvolgere sulla questione, con un’apposita nota, il presidente della Regione, Mario Oliverio.

L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE DI GIRIFALCO

Girifalco, approvato il bilancio di previsione ,via libera del Consiglio Comunale a dodici pratiche

GIRIFALCO – Si è svolta ieri sera la seduta del Consiglio Comunale. Dodici i punti all’ordine del giorno approvati: il regolamento per l’applicazione del tributo comunale sui rifiuti (Tari), approvazione modifiche; l’approvazione del Piano finanziario del servizio di gestione dei rifiuti urbani per l’anno 2017 ai fini dell’applicazione della Tari; l’approvazione delle tariffe Tari per l’anno 2017, determinazione rate di versamento e modalità di riscossione per l’anno 2017; l’approvazione delle aliquote e della detrazione Imu per l’anno 2017; la verifica della quantità e qualità di aree e fabbricati da destinarsi alla residenza e alle attività produttive e terziarie per l’anno 2017; la determinazione della misura annua degli interessi sugli omessi o ritardati versamenti di tributi; l’approvazione del piano delle alienazioni e valorizzazioni immobiliari 2017/2019; la nota aggiornamento del Documento unico di programmazione 2017/2019 e relativi allegati; l’approvazione del bilancio di previsione 2017/2019; il nuovo regolamento di contabilità; l’approvazione del piano comunale di gestione dei rifiuti urbani e assimilati. Per l’esercizio 2017 le entrate e le spese previste ammontano a 7milioni 359 mila euro. Rispetto allo scorso anno si prevede che l’entrata Imu sia inferiore perché l’anno precedente c’è stato introito da Imu di anni pregressi dovuti da un ente in particolare. La previsione sulla Tasi rimane, invece, quella uguale considerato che, già dal 2016, è stata considerata l’eliminazione della Tasi sulla prima casa. Importante è la riduzione delle entrate derivanti dal pagamento dei ticket per usufruire della mensa scolastica. Un piccolo incremento di 23 mila euro si verifica sul fondo di solidarietà  (929mila euro).  Così come una nuova e importante entrata (90mila euro) si prevede per la vendita del taglio dei boschi e la vendita di alcuni immobili comunali (70mila). A partire dal 2015 con la nuova contabilità bisogna costruire un fondo crediti di dubbia esigibilità a garanzia di quelle entrate previste ma di cui non si ha certezza di realizzazione effettiva. Questo fondo assorbe molte risorse e se, nel 2015, era di 81mila euro, nel 2016 di 144 mila euro, nel 2017 ha subito un notevole incremento fino ad arrivare a 160 mila euro. In un contesto fatto di entrate sempre più ridotte e costi fissi da considerare si è cercato di dare particolare attenzione al sociale. Mantenendo i contributi per le associazioni, le scuole e le famiglia in difficoltà. Previsti, quindi, 5mila euro per la Caritas, 5000 fondi indigenti, 25mila assistenza anziani, 7mila assistenza disabili, 1000 contributo minori, 6500 buoni acquisto beni di prima necessità famiglie, 6300 buoni acquisto beni minori, 7mila navetta. Con il servizio navetta verrà garantito il collegamento con gli ambulatori siti in Contrada Serra a vantaggio di persone anziane e non munite di automezzo. Per quanto riguarda il Dup, con l’approvazione del documento passa il piano delle alienazioni e valorizzazioni immobili immobiliari; un fatto quest’ultimo che va a sanare una serie di realtà urbanistiche abbandonate a se stesse da circa un trentennio. Per quanto riguarda le spese in conto capitale: 40mila più 8mila per marciapiedi, 10mila per videosorveglianza, 40mila strade rurali, 40mila ristrutturazione immobile  comunale (Cairoli), 99mila per ripristino strade, 148mila ricostruzione nuova sede Com, 100mila borghi eccellenza, 102 mila recupero Rione Pioppi Vecchi, 23mila indagini micro zonizzazione sismica, 17mila inizio lavori progettazione primo piano Comune.

Girifalco, l’assessore Sestito plaude alla candidatura di Domenico Dara al “premio Strega”

L’assessore comunale alla Cultura, Elisabetta Sestito, plaude alla candidatura di Domenico Dara al premio Strega. Lo scrittore girifalcese con il suo ultimo libro, “Gli Appunti di meccanica celeste”, è, infatti, in lizza per l’importante premio lettarario istituito nel 1947, all’interno del salotto letterario di Maria e Goffredo Bellonci a Roma, con il contributo di Guido Alberti, proprietario della casa produttrice del Liquore Strega, che dà il nome al Premio e si ricollega alle storie sulla stregoneria a Benevento che risalgono ai tempi dell’antichità classica. Con i suoi lavori, Domenico sta portando Girifalco in giro per il mondo. A lui e al suo ultimo capolavoro facciamo un grande in bocca al lupo per l’ambito e prestigioso premio Strega. L’amministrazione comunale ha molto a cuore il percorso, la crescita e l’affermazione dei tanti talenti girifalcesi che con, impegno e sacrificio, raggiungono importanti traguardi.