Archivi tag: Soverato

Soverato,bonifica area lungomare Total Erg

Riceviamo e Pubblichiamo Ho il piacere di informare la cittadinanza che nella giornata odierna sono iniziati i lavori per la rimozione della stazione di servizio TOTAL ERG sita sul lungomare di Soverato difronte al lido San Domenico. Sin dal primo incontro che ho tenuto con l’Ing. Matteo Alberto, responsabile della Total Erg, ho cercato di spiegargli le ragioni alla base di tale decisione che sono frutto di un più ampio progetto di riqualificazione urbana. Personalmente ho sempre pensato che quella stazione di servizio, oggi più che nel passato, rappresentasse un danno all’immagine della Città (tra le altre cose in uno degli angoli più suggestivi). Ho parlato all’Ing. Alberto della riqualificazione della villa comunale, del nuovo lungomare, della riqualificazione del campo nunzio marino (sul quale tra le altre cose nel periodo estivo sorge la summer arena), di quella che allora era una speranza ovvero la “Bandiera Blu”, della riqualificazione dell’area EX-COMAC, del progetto che sta per partire di riqualificazione della pineta “corvo”, e che quindi anche quell’angolo di lungomare meritava una destinazione urbanistica differente. L’Ing. Alberto, con il quale condividiamo un fattore anagrafico e probabilmente una forma mentis simile, ha capito sin da subito perché io tenessi così tanto a questo progetto e si è attivato per venire incontro alle nostre esigenze evitando un inutile contenzioso. Non avrei mai immaginato di dover ringraziare un giorno una importante multinazionale nel settore dei carburanti per aver dimostrato sensibilità ed attenzione verso una piccola cittadina. Ma le aziende sono, nel bene e nel male, formate da persone e quando ci si ritrova dinnanzi ad interlocutori dotati di buon senso si possono raggiungere risultati impensabili. Ho chiesto alla Total Erg di considerare l’ipotesi di poter dislocare la stazione di servizio presso un’altra area, chiaramente meno centrale, al fine di creare occupazione e mettere a reddito magari un terreno comunale inutilizzato. Mi auguro che anche questa ipotesi possa trasformarsi in realtà.

IL SINDACO

(dr. Ernesto Francesco ALECCI)

Soverato, interviene la Pro-loco sulla bandiera Blu

Riceviamo e Pubblichiamo L’assegnazione della prestigiosa Bandiera Blu dovrà rappresentare per Soverato un punto di partenza, dal quale costruire un percorso virtuoso per realizzare quella “Città del Turismo” a cui tutti indistintamente aspiriamo. E l’ambito riconoscimento, superato il legittimo e naturale stato di euforia collettiva iniziale, va interpretato da subito come stimolo a fare di più e meglio al fine di trasformare la Bandiera Blu in un’occasione irripetibile di crescita, di sviluppo e di progresso. La Pro Loco ritiene che questo impegno non possa prescindere da tre elementi essenziali: l’allargamento dei posti letto per assicurare una ricettività all’altezza della domanda (sono meno di 500 i disponibili attualmente, e con tale cifra sarebbe inutile coltivare illusioni per il futuro prossimo…); la costruzione (finalmente!) di un porto turistico-peschereccio che – polmone decisivo per l’asfittica economia locale – eleverebbe davvero Soverato, nei fatti concreti e non più a chiacchiere, a “Perla dello Jonio” e della Provincia di Catanzaro; vie di Comunicazione (stradali e ferroviarie, dalla storica e annosa e ancora “incompiuta” “Trasversale delle Serre ai tratti della SS 106 inalterati dall’epoca mussoliniana ai “rami secchi” del binario unico Taranto-Reggio che non andrebbero tagliati ma in una luce nuova recuperati e rilanciati per esempio con quella Metropolitana leggera sempre invocata ma fin qui irrealizzata…) per garantire collegamenti più agevoli e sicuri con Soverato e il nostro Comprensorio. Ci aspetta dunque tanto lavoro, ognuno nelle proprie responsabilità e nel proprio ruolo istituzionale (partendo dalle amministrazioni regionale, provinciale e locali per finire alle diverse associazioni a vario titolo attive nel territorio) ma nella consapevolezza che insieme, e disinteressatamente, interagendo e collaborando, ce la possiamo fare.

Soverato,Jane AUSTEN nel bicentenario della morte

Nel bicentenario della morte di Jane Austen (Steventon 1775– Winchester 1817) la Biblioteca delle donne di Soveratodedica diverse giornate del mese di maggio alla scrittriceinglese definita da Virginia Woolf “la più perfetta artista fra le donne”.
La scrittura di Jane Austen ha rappresentato una svolta nella storia del romanzo di formazione perché sostituisce all’eroina tradizionale una giovane donna protagonista del proprio destino e simbolo della modernità. Miss Jane, con realismo e ironia, porta la sua critica socialein uno spazio narrativo, che vede le signorine dei suoi romanzi muoversi lungo un percorso di formazione/ trasformazione di sé in relazione con l’Altro/ l’Altra. Il progetto “Jane Austen” è l’omaggio non alla donna/idolo dai mille volti o all’icona di un tempo perduto, ma all’autricecapace di rappresentare un’epoca con le sue dinamiche socialie relazionali, mantenendo stretto tra le mani il desiderio di
felicità di una donna. Tutta la produzione austeniana è al centro d’interessanti dibattiti letterari e riconoscimenti critici che la pongono al vertice della grande tradizione del romanzo inglese. La sua importanza è tale che ancora oggi l’industria cinematografica
continua a investire ingenti capitali nella produzione di film ispirati alle sue opere o alla sua vita come Ragione e sentimento, Orgoglio e Pregiudizio, Emma, Mansfield Park, L’abbazia di Northanger, Persuasione, Il club di Jane Austen, Becaming Jane, Matrimoni e pregiudizi, Amore e inganni e tanti altri. “Chiunque ripensi a una qualsiasi opera della scrittrice o a uno dei tanti, fortunati adattamenti cinematografici e televisivi, non potrà fare a meno di ricordare scene di eleganti balli con conseguente dispiego di dolcetti e pasticcini, conversazioni al tavolo della colazione o intorno a una
coperta da pic-nic, inviti a cena o al tè pomeridiano. Si tratta di occasioni che Jane Austen sfrutta per mostrare le relazioni che poco a poco si tessono fra personaggi oppure per rendere conto della loro classe sociale o ancora per dare informazioni in più sul personaggio stesso, permettendo nel medesimo tempo a noi lettori del ventunesimo secolo di sbirciare in quelle che erano le abitudini alimentari e sociali dell’epoca.” (Chiara Biscella – “Jane Austen: appetito e sentimento” in Non solo porridge: letterati inglesi a tavola. Mimesis Edizioni, Milano-Udine 2015). Cercheremo di ricreare tale atmosfera tipicamente inglese il 17 maggio 2017 alle ore 20,30 presso il ristorante La Perla di Soverato con una cena tematica organizzata dalla Biblioteca delle Donne, ma aperta a coloro che abbracceranno l’iniziativa dal titolo:
“Dinner with Mr. Darcy” con ricette ispirate ai romanzi e alle lettere di Jane Austen poiché i romanzi e le lettere della famosa scrittrice inglese Jane Austen sono illuminati e insaporiti da pietanze, cene, picnic che ci raccontano molto del calore, affabilità, ambizioni e inquietudini dei suoi personaggi e dell’importante ruolo che rivestiva il cibo nell’agiata società georgiana inglese fra la fine del Settecento e i primi dell’Ottocento.
In questa occasione la cena sarà arricchita da letture tratte da “Le case di Jane Austen” di Mara Barbuni e dalla musica “Jane Austen piano favourites” e “Jane Austen Entertains”. Nella settimana seguente a Soverato avrà luogo “Un weekend con Jane Austen” organizzato dalla Biblioteca delle Donne con il patrocinio dell’amministrazione comunale , Emanuele Amoruso Consigliere delegato alla Cultura evidenzia come l’iniziativa, rappresenta un importante momento di aggregazione e di grande rilievo culturale.
Nel weekend del 27 e 28 maggio 2017 Jane Austen entra in scena in un’ampia area all’aperto, l’area della ex COMAC in via San Giovanni Bosco, messa a disposizione dalla città di Soverato. Fiori, alberi, arredi, musica e abiti d’epoca saranno la cornice scenografica di un evento corale. Le ragazze e i ragazzi ‘sandwich’ di miss Jane, nei giorni immediatamente precedenti, ne daranno notizia, indossando magliette tematiche su Jane Austen.
‘Io sto con Jane e la Biblioteca delle Donne’ sarà lo slogan di adesione all’iniziativa di tanti esercenti commerciali che esporranno la nostra locandina nella vetrina addobbata ‘english style’ per l’occasione. Molte attività commerciali di Soverato quali: Idee per la testa, Farmacia Sangiuliano, Vaniglia boutique, Eventi, Sia Store, L’Orchidea, Pizzeria Luppolo e farina, Idea srl, Undercolors of Benetton, Frutta Arena-Battaglia, Cocoon, Vintage, Salvahair, Vivaio Avergarden, Falegnameria Cerullo, Vittorio Pultrone, Dry Salapadù, Russpel e le associazioni Ali d’Aquila e il Teatro del Grillo hanno infatti risposto con entusiasmo all’iniziativa con aiuti finanziari e con la fornitura di materiali per promuovere la Città di Soverato come luogo riccodi vivacità culturale e di condivisione sociale.
All’interno dell’area in cui avranno luogo le due giornate dedicate al nostro progetto allestiremo una scenografia con grandi poster paesaggistici dell’Inghilterra del periodo storico, locandine dei film tratti dai romanzi austeniani, grandi pannelli e cartoline con frasi tratte dai romanzi e dall’epistolario.
Nel weekend l’area prescelta comprenderà: Spazio lettura con libri illustrati su Jane Austen e un laboratorio per i più piccoli curato dalla Libreria Non ci resta che leggere di Soverato; Spazio teatro con lettura interpretata in costume Regency da parte dei/lle ragazzi/e delle scuole superiori per il pubblico: Spazio cinema all’imbrunire con proiezioni di film tratti dai romanzi austeniani:
Verrà allestita da la Jane Austen’s room e verrà organizzato un gioco in cui saranno dati dei libri di Jane Austen in premio.
La Libreria InContro di Soverato gestirà uno spazio finalizzatoalla vendita dei testi di Jane Austen; Le pasticcerie Dolce Mania, Soverato Dolci, Morè, Dolci Pensieri, Olimpia e Perri di Soverato saranno presenti con i loro pasticcini offerti alla Biblioteca delle Donne per la cittadinanza nello spazio Ex Comac e il rito del tè a prezzo ridotto verrà rispettato dai loro bar durante i giorni della
manifestazione.
Il lavoro preparatorio nelle scuole con letture dei romanzi e un’aggiornatissima bibliografia sull’autrice, messa a disposizione dalla Biblioteca delle Donne, aprirà momenti di confronto anche nei luoghi frequentati dai giovani secondo la modalità del ‘flash mob’ .
Il teatro del Grillo con grande sensibilità appoggerà l’iniziativa proiettando il 25 maggio alle ore 21,00, con ingresso gratuito, Becaming Jane, un film dedicato a Jane Austen. Diverse cassettine di libri di vari autori e autrici, compresa Jane Austen, sono già posizionate in più punti strategici della città allo scopo di diffondere il piacere della lettura come strumento di benessere.
La Biblioteca delle Donne ha seguito le varie fasi organizzative del rogetto Jane Austen finanziato anche con l’autotassazione delle socie. L’approfondimento culturale è stato curato da Lilly Rosso con il contributo di Marisa Rotiroti e Ketty Fragalà; l’allestimento scenografico e grafico è stato ideato da Paola Nucciarelli con il sostegno di Fulvia Gioffrè, Maria Teresa Grillone, Rita Punzi, Eva Winser e Paola Nisticò. Le decorazioni dei cestini per i dolci e i libri sono state realizzate da Natalia Gioffrè e Nuccia Fragalà; I costumi
Regency sono stati realizzati da Tina Alvaro con l’aiuto di Anna Sia Pavone e Rosa Filia. Il progetto rientra ne “Maggio dei Libri” stato convalidato dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo in collaborazione con il MIUR.

Soverato, Incontro sulla dipendenza da Internet

Teatro Comunale di Soverato

L’amministrazione comunale di Soverato, in collaborazione con il tavolo delle politiche sociali, organizza assieme al SER.D. di Catanzaro e Soverato un incontro presso il teatro comunale con gli studenti delle scuole medie inferiori dal titolo “Emozioni….in rete”. Gli argomenti affrontati, particolarmente delicati e più che mai attuali, verteranno sulle dipendenze da Internet con tutte le conseguenze che ne possono derivare come ad esempio la dipendenza dal gioco, il cyber bullismo, ecc. Si è ritenuto coinvolgere i ragazzi tra gli undici ed i quattordici anni in quanto questa risulta essere la fascia di età particolarmente esposta e vulnerabile a rischi di diversa natura legati ad un utilizzo improprio di internet con particolare attenzione al mondo sei social-network. Lunedi 15 maggio Teatro Comunale ore 10:00 Introdurrà i lavori il Sindaco di Soverato Dr. Ernesto Francesco Alecci Interverranno:Suor Ausilia De Siena   –        Direttrice istituto Maria Ausiliatrice Soverato Don Gino Martucci       –         Direttore Istituto Salesiano Soverato Relazioneranno: Dr. Franco Montesano     –      Resp. Ser. D. Catanzaro Dr.ssa Giulia Audino       –      Resp. Ser. D. Soverato Dr.ssa Mariarita Notaro   –      Dirigente Psicologa Ser. D. Soverato.

 

Soverato, Bandiera Blu: il plauso di Confesercenti

Riceviamo e pubblichiamo. “La Bandiera Blu assegnata al comune di Soverato è la notizia più bella che poteva arrivare alla vigilia di una importante stagione turistica e nell’ottica di un rilancio complessivo dell’offerta commerciale e ricettiva della costa jonica catanzarese”. A dichiararlo è Giovanni Sgrò, delegato comprensoriale di Confesercenti. “Un plauso al sindaco Alecci e all’intera amministrazione comunale – continua Sgrò. – Il loro impegno costante sui temi ambientali e del decoro urbano è stato giustamente ripagato. Questo obiettivo non deve, però, essere considerato un punto d’arrivo, ma la base di partenza per un ragionamento complessivo sulle potenzialità inespresse di questo territorio che coinvolga non solo la politica ma anche e soprattutto le categorie sociali e produttive della città. Siamo sicuri che tutti gli operatori economici faranno tesoro di questo importante e prestigioso riconoscimento, valorizzando al meglio le proprie attività e, con esse, per come merita, il nome di Soverato e di tutta la Calabria, in Italia e nel mondo”.

Confesercenti

Soverato, primarie PD Renzi all’86%

Il circolo del PD di Soverato intende  ringraziare le centinaia di iscritti e simpatizzanti che giorno 30 aprile si sono recati presso il seggio allestito nel Palazzo di Città a votare per la scelta del Segretario Nazionale.Vi è stata una mobilitazione in controtendenza ai dati nazionali, rispetto alle ultime primarie del 2013 vi è stato un aumento di  oltre il 50% di votanti (680 contro i 448 di dicembre  2013). Un successo plebiscitario per Matteo Renzi che ha ottenuto 584 preferenze (86% del totale) rispetto alle 57 preferenze di Orlando ed alle 29 di Emiliano (9 le schede bianche ed 1 nulla). Un successo ottenuto grazie ad una stretta sinergia tra il Circolo del PD di Soverato e parte  dell’amministrazione  comunale.Il Partito Democratico ha dimostrato ancora una volta di essere l’unico esempio, attraverso l’utilizzo delle primarie, di democrazia partitica. Rivolgiamo un grosso in bocca al lupo al neo  segretario Matteo Renzi !!!

Soverato, presentato il concorso di idee “Naturium Lab”: sostenibilità, tradizione e innovazione

Un progetto che sappia esprimere con originalità i concetti di sostenibilità ambientale e tradizione, innovazione e sviluppo, condivisione e senso di comunità. In questi termini è stato presentato il concorso di idee “Naturium Lab”, nel corso di una partecipata manifestazione che si è svolta presso l’Istituto tecnico “Malafarina” di Soverato. Una iniziativa che nasce grazie alla passione e all’impegno di un imprenditore privato: Giovanni Sgrò. Patrocinato dall’Ordine degli Architetti di Catanzaro, il concorso di idee propone la rifunzionalizzazione di un edificio già esistente a Montepaone Lido e tre premi, per complessivi 6.500 euro, che andranno a gratificare i professionisti più meritevoli, in linea con la filosofia del progetto culturale “Naturium”. Le linee guida da seguire sono state illustrate dal giornalista Francesco Pungitore che ha introdotto i lavori sulle immagini di un suggestivo video realizzato da Franco Procopio e Mario Scalamandrè. Cosa viene richiesto, dunque? Pensare il “Naturium Lab” come un edificio polifunzionale e non solo commerciale, capace di reinterpretare i principi di natura, cultura e benessere. Una struttura fisicamente collocata al centro di una vasta area comprensoriale, che possa svolgere un ruolo di cerniera per tutto il territorio, accogliendo e riversando, sul territorio stesso, migliaia e migliaia di visitatori, per tutti i giorni e i mesi dell’anno. Un attrattore turistico, dunque, e un potente motore economico per tutti i comuni della costa e dell’entroterra. Al centro del progetto, la valorizzazione delle produzioni calabresi d’eccellenza: artigianali, artistiche, enogastronomiche. Piccole, piccolissime e medie imprese avranno a disposizione un grande spazio espositivo, con un ricambio periodico e continuo di proposte. Hanno arricchito il dibattito gli interventi del presidente dell’Ordine provinciale degli Architetti, Giuseppe Macrì, del direttore generale di LifeGate, Simone Molteni, del presidente provinciale di Confesercenti, Francesco Viapiana, della docente di Storia dell’Arte Lara Caccia, del direttore della Bcc di Montepaone, Antonio Dodaro, dell’assessore regionale allo Sviluppo economico e alle Attività Produttive, Carmela Barbalace. Ha portato il suo saluto conclusivo l’imprenditore Giovanni Sgrò, raccogliendo il plauso e il sostegno dei numerosi sindaci e produttori presenti. Tra gli altri, il primo cittadino di Chiaravalle, Mimmo Donato, e l’imprenditore Vincenzo Iozzo, titolare dell’omonimo salumificio, hanno indicato nel progetto “Naturium Lab” una base di sviluppo di enorme interesse anche per le aree interne.

Soverato,neonato morto, tre medici a giudizio

 CATANZARO,  Tre medici dell’ospedale di Soverato sono stati rinviati a giudizio dal gup del Tribunale di Catanzaro, Barbara Saccà, con l’accusa di omicidio colposo per la morte di un neonato, avvenuta nel settembre del 2014 quattro giorni dopo la nascita. I medici rinviati a giudizio, per i quali l’inizio del dibattimento é stato fissato per il prossimo 25 settembre, sono il primario del reparto di Ostetricia e ginecologia  ed i medici in servizio nello stesso reparto. Il piccolo  era nato nell’ospedale di Soverato, da dove era stato dimesso in buone condizioni di salute. Quattro giorni dopo i genitori, preoccupati per il suo pianto continuo, avevano riportato il neonato nell’ospedale di Soverato, da dove poi era stato stato trasferito con urgenza a Catanzaro. Poche ore dopo era sopraggiunto il decesso del neonato. L’inchiesta che ha portato ai rinvii a giudizio era stata avviata sulla base di una denuncia dei genitori del neonato.(ANSA)